2:37 (M. K. Thalluri, 2006)

https://www.imdb.com/title/tt0472582/

Film australiano dello scorso anno, tra l’altro presentato pure a Cannes.
Il regista è giovanissimo (22 anni) e si chiama Murali K. Thalluri. Dal nome e dalle foto, però, non sembra certo australiano.

Il film è la storia di una giornata in un liceo americano, seguendo la vita di 6 ragazzi, ognuno con un segreto, un dolore, una colpa…
Inizia tutto con un suicidio, con un corpo trovato nei bagni della scuola. Non sappiamo chi è, non ci viene mostrato, e il film ripercorre a ritroso le ore precedenti la tragedia seguendo, appunto, la vita di questi 6 ragazzi.

Tecnicamente il film ha delle buone cose, tanti piccoli piani sequenza (un po’ à la Elephant), alcuni riusciti, altri meno, delle musiche malinconiche ed azzeccate, degli interpreti giovani e molto bravi…
È un film molto triste, che si lascia seguire con passione.
Insomma, mi è piaciuto, secondo me merita un’occhiata…


Davvero ben fatta e graficamente forte la scena del suicidio.

Rivisto ieri per caso visto che mi è capitato il dvd tra le mani e non ricordavo assolutamente nulla, se non che all’epoca (13 anni fa) mi era piaciuto.

E in effetti mi è piaciuto anche dopo la visione di ieri (forse un po’ meno dell’altra volta).

Sono andato a controllare se il regista avesse fatto strada dopo questo film e invece non ha mai fatto altro.

Buona la featurette di mezz’ora nel dvd, inutili invece le scene tagliate.