Aborto

Cosa ne pensate?

Ho votato favorevole, ma deve essere chiaro che non lo si può considerare come un metodo contraccettivo ritardato.

basik, quando hai tempo, mi spieghi perchè hai votato “contrario”? e se c’è qualcun’altro che voterà contrario mi da le sue spiegazioni? :wink:
questo vale anche per i “favorevoli”, mi piacerebbe sapere la motivazione :slight_smile:

Perchè penso semplicemente che i metodi per non avere figli esistono, quindi se non li si usa e le cose vanno a finire in un certo modo poi ci si deve assumere le proprie responsabilità.
se poi si ingravida la propria compagna ma si ha una situazione economico/sociale disperata o non favorevole esistono una marea di coppie sterili che possono prendersi cura dell’esserino che verrà fuori e che giunto all’età di 10 anni non farà altro che ricambiare l’amore ricevuto assillando giornalmente coi 10 euro in gettoni della sala giochi, il ninja-mega-falconzord, l’ics-bocs e il liquidator 3.2 TDI.

Le mie motivazioni sono unicamente queste, non ci sono risvolti religiosi o quant’altro dietro.

W la figa. :partyman

Sto a tre che te lo dico affare?
A questo proposito vorrei citare la mia storiella preferita e sarò breve:
Un uccellino cade dal nido e finendo sulla neve comincia a pigolare, una mucca sentendo il pigolio si avvicina e capendo cosa stava succedendo gli caga sopra.
Il piccolino riscaldato dalla merda comincia a fringuettare di gioia ma attira un lupo che lo solleva dalla merda lo pulisce e se lo mangia.
La morale è:
Non sempre chi ti mette nella merda lo fa per farti del male e non sempre chi ti toglie dalla merda lo fa per farti del bene, AD OGNI MODO QUANDO SEI NELLA MERDA STAI ZITTO!

Grees sei in dolce attesa?

Non vedo perchè bisognerebbe essere contrari?
L’ aborto è una causa dell’errore umano, perchè uno dovrebbe avere un figlio per forza che magari non potrebbe crescere o mantenere?

Il problema non è il potersi permettere o meno di mantenere un bebè;fosse così semplice,basterebbe darlo in adozione.Il problema è concepire la gravidanza come una condanna ai lavori forzati o magari un deterrente per scoraggiare le intemperanze sessuali(hai voluto giocare alla cavallina?E ora paghi).Peggio ancora,partire dal presupposto che i diritti della donna non contino nulla rispetto a quelli del feto che porta in grembo.Ciò detto,ammetto che la mia educazione cattolica mi ha sempre portato a considerare la gravidanza una specie di miracolo,e di conseguenza l’idea di interromperla una tragedia.Ma ricorrere alle imposizioni e pretendere di decidere per conto di un’altra persona quale sarà il suo futuro mi pare risolva poco.Oltretutto,mi fanno incazzare pure quelli che partono dal presupposto che ricorrere all’aborto nel caso il feto presenti malformazioni serva ad evitare di mettere al mondo un infelice.Che cazzo ne sanno,loro?Siamo sicuri che essere portatore di handicap equivalga ad una vita di merda?Sarebbe più saggio lasciare che fosse la potenziale madre a decidere secondo coscienza,fornendole consigli ma senza ricorrere a leggi restrittive o ricatti morali.In fondo,toccherà a lei doverlo crescere,no?

Con certi figuri in giro, è sempre valida un’antica battuta di Andrea Roncato (nella parte dell’invadente madre di Gigi Sammarchi): “Figlio mio, tutte le volte che ti vedo mi viene voglia di fare un aborto retroattivo…”

direi proprio di no :wink:

Fondamentalmente credo che l’errore umano in questo caso sia un tantino da riconsiderare.
Non è che ti stai facendo una partitina a briscola e dici ops scusa mi sono sbagliato di tirare l’asso, qua ci stiamo giocando una vita umana.
Ovvio che sapendo a cosa si va incontro quando uno tromba bisognerebbe prendere tutte le dovute precauzioni per scongiurare una simile tragedia.
E siccome conosco gente che ha abortito vi garantisco che è una tragedia.
Primo: Il rapporto fra i due va a puttane.
Secondo:La stronza che si è fatta ingravidare avrà qualche problemuccio di coscienza.
Terzo:Non è detto che vada tutto bene è c’è anche il caso che la suddetta stronza non potrà più avere figli.
Questo per esperienza personale tramite un mio amico che frequentavo quando andavo a scuola.
Quindi non parlo a vanvera.

Alla faccia della tue convinzioni!

Cito a questo proposito un caso accaduto alla figlia di un’amica di mia suocera entrambe fortemente credenti.
La tipa resta incinta arriva al terzo mese e in pratica gli dicono che il feto è down.
la tipa fra pianti disperati invocazioni al signore preghiere e notti insonni decide di arrivare ugualmente alla fine della gravidanza potete immaginarvi con che stato d’animo.
Il bimbo nasce sano.
Fate un po voi.
Caso documentabile con nomi e cognomi.

La questione è un’altra:siamo sicuri che sia lecito negare a un bambino down il diritto di esistere?Chi siamo noi per decidere che la sua vita sarà necessariamente infelice?Alcuni down riescono a sviluppare capacità relazionali non indifferenti,e perfino a condurre quella che noialtri definiremmo una vita normale.Intendiamoci,comprendo che una coppia non se la senta e decida di interrompere una gravidanza;è una respondabilità enorme.Ma mi risparmino certe giustificazioni del tipo “è per il suo bene,è meglio così”,puzzano parecchio di presunzione e addirittura di alibi.

Rimango dell’opinione di Andrea Roncato.

Bah!
Contento te!

Fossi in te non la sottovaluterei, è un’opinione che ogni giorno di più dimostra la sua profonda verità. Vedere, sentire e leggere per credere.

Completamente favorevole. Ovvio, non dev’essere un far west, ma il far west non c’è adesso, c’era prima della legge sull’aborto.
E, comunque, la donna deve SEMPRE avere l’ultima parola in capitolo, visto che il figlio lo porta lei.

Ho riesumato questo poll/topic dopo aver letto questa notizia:

Aborto, L’Avvenire contro la 194
“Ha trent’anni, ha bisogno di revisione”
http://www.repubblica.it/2007/08/sezioni/cronaca/polemiche-aborto/polemiche-aborto/polemiche-aborto.html

Ho votato favorevole e la motivazione espressa da Venticello qui sopra mi trova perfettamente concorde

Contrario all’aborto, per principio. Ciò che viene denunciato dall’articolo che tu citi è davvero spaventoso. Ho letto l’intervento precedente di Tuchulcha, e concordo. A mio avviso nessuno ha il diritto di stroncare una vita umana. Quello che fa schifo è che, se è vero quanto si dice in questo articolo, stiamo andando verso un aborto selettivo che ricorda tanto le campagne a favore della razza perfetta di hitleriana memoria, oppure la campagna di stato condotta dalla Svezia nel dopoguerra…
Aggiungo la mia stima per quei genitori che portano avanti la gravidanza di un bimbo down, oggi un atto che-a questo punto-va definito eroico.