Alla ricerca del piacere - Il passo dell'assassino (S. Amadio, 1972)

Anno: 1972
Regia: Silvio Amadio
Con: Barbara Bouchet, Farley Granger, Petar Martinovic, Dino Mele, Rosalba Neri, Umberto Raho, Nino Segurini, Patrizia Viotti
Musiche: Teo Usuelli

Conoscevo da anni il motivo portante della colonna sonora, memore d’indimenticabili party, ma solo ieri sono riuscito finalmente a vedere il film.
Non credevo fosse un thriller, e ritrovarmi avvolto nella suspense della trama è stata una piacevole sorpresa. Piuttosto, ho immaginato qualcosa di più … come dire, carnale. Quella canzone, cosi ipnotica e sensuale come pochissime altre, dove le uniche liriche “Sexually…sexually ….sexually” ripetute all’infinito, mi suggerivano atmosfere erotiche da night club. Gran bel film, forse un poco superficiale per ritenersi fra i migliori thriller italiani, ma è sicuramente un film che non può mancare in ogni cineteca casalinga di Rispetto!!!
Qualcuno è al corrente di passaggi televisivi? Vorrei sbagliare, ma credo che il vhs non sia mai stato edito in italia, vero?

Mai edito in italiano in vhs, né, credo, mai passato in tv. Concordo sul giudizio, gran buon film, con una fotografia in scope strepitosa. L’hai visto al Trevi per caso?

Si! Ho passato il mio fine settimana nella sala del cinema Trevi
Ottima iniziativa del Centro Sperimentale di Cinematografia e di chi ha curato la programmazione. Certi film, proiettati sul grande schermo, acquistano un valore ineguagliabile sotto tutti i punti di vista, dall’immagine, al colore fino al sonoro. Altro che home theatre, e i vari effetti speciali, filtri ed artifici digitali. Quando la musica è buona ed è suonata da grandi artisti, questa funziona anche in mono.
Spero che in futuro siano proiettati altri capolavori del genere, perché il godimento che si prova è illimitato.
Il corpo della Bouchet, fatto vedere su uno schermo da cinema, procura un’ebbrezza dionisiaca. E le chitarre '70 ad alto volume sono una carezza per il cuore e per l’anima.:slight_smile:

L’ultimo passaggio televisivo che ricordo risale all’estate del 1984.
Altri tempi…

Ma è possibile che un film del genere non sia mai uscito in vhs?
Adesso mi faccio ridere dietro: ci sono voci che girano su una possibile uscita in dvd? :smiley:

p.s. qualcuno conserva in cassaforte una registrazione da tv del film (secondo quanto detto da hermes dell’84)?

del film c’è una versione muxata, con video del dvd-bootleg americano e audio italiano

Il film si regge quasi interamente sulle grazie delle due protagoniste, una Bouchet in gran forma e la Neri in versione simil Fenech.
Buona l’ambientazione veneziana mentre lo sviluppo della trama è piuttosto esile.

“Il delitto perfetto per menti superiori” è il tormentone dell’assassino

La colonna sonora:

http://www.beatrecords.it/dettaglio-press.asp?lingua=i&id_press=41

http://www.cinematografo.it/bancadati/consultazione/schedafilm.jsp;jsessionid=A47813D94EC6AD4D389A34423BCFDB40?codice=21054&completa=si

Critica Nella Venezia riflessa moribonda da acque inquinate, la smodata ricerca del piacere equivale a una corsa alla rovina. Tale positivo monito viene dimostrato crudamente da questo film in cui sono manipolati erotismo, cinismo, brutalità e orrore, senza alcun rispetto per la dignità e il buon gusto degli spettatori. Anziché su Venezia, il dito accusatore si dirige involontariamente ed efficacemente verso una cinematografia del genere, fra l’altro rea di costruzioni inattendibili, di personaggi assurdi e di aberrazioni nauseabonde. (Segnalazioni Cinematografiche).

Anche per me un buon film che rivedrei volentieri magari in un bel dvd della serie Il Cinema Segreto Italiano anche se, giunto alla parola Fine, mi lasciò un po’ deluso.
Ero infatti andato a vederlo soprattutto per la presenza nel cast di Patrizia Viotti sperando per l’appunto che replicasse la grande performance di Erika: invece solo una particina abbastanza insignificante per la sfortunata attrice romana!

Esiste anche una VHS della Something Weird, presa forse da qualche passaggio televisivo (si veda il flebile logo in basso a destra a cavallo del confine tra immagine e banda nera inferiore negli screens), col titolo americano Leather and whips. Di buono c’ha che è letterboxed, cioè preserva l’originale aspect ratio widescreen della pellicola, per il resto è molto cut (circa 20’ :mad: ): mancano i credits, l’approccio alla casa della Bouchet e l’alterco alla fine tra Farley Granger, Rosalba Neri, e Barbara Bouchet è monco di parecchie parti

Screens

http://img188.imageshack.us/img188/7522/amuck1.png
http://img442.imageshack.us/img442/2062/amuck2.png
http://img217.imageshack.us/img217/2497/amuck3.png
http://img301.imageshack.us/img301/158/amuck4.png
http://img169.imageshack.us/img169/6424/amuck5.png
http://img194.imageshack.us/img194/8581/amuck6.png
http://img685.imageshack.us/img685/7661/amuck7.png

Quanto mi piacerebbe vederlo…:frowning: non riesco a trovarlo in italiano! :°

Infatti è bello notare

il paradosso finale, ovvero che il piano del delitto perfetto va a naufragare per colpa del senso di riconoscenza di un “inferiore”, come l’avrebbe definito lui.Per il resto, avete detto già tutto: è un sexy-giallo decisamente più sexy che giallo, ma comunque per quanto non sia un capolavoro si fa guardare ed ha delle belle suggestioni. Niente male anche la musica di Teo Usuelli, in primis il brano ‘piacere sequence’ che accompagna

la scena del primo delitto.

Visto - finalmente - ieri, nella versione con audio muxato italiano ma video “croppato” in 4/3.
Devo dire la verità, non mi è piaciuto granche’, ne’ a livello di dialoghi (alcuni sono veramente ridicoli) ne’ come regia, montaggio, direzione degli attori. Non mi pronuncio sulla fotografia perche’ la qualità del video era davvero scarsa, oltre ad essere tagliato ai lati.
Si vede con piacere solo per la Bouchet, che qui e’ di una bellezza spaventosa, roba da star male. :blink:

(Va detto che forse il mio giudizio e’ un po’ influenzato dalla recente visione de “La dama rossa uccide sette volte”, che mi ha invece stupito per la bellezza delle immagini, l’ottima regia e la splendida ambientazione)

L’intero frame è tagliato di brutto nel bootleg Eurovista, che è un riversamento da VHS Catalina scadente e molto scura

Lo stesso frame nella VHS Something Weird

visionato un pessimo supporto in lingua inglese, bhe’ solo per le bellezze va’ visto assolutamente,la Bouchet e’ bellissima, e la Neri con la sua aria perversa, la fanno da padrone…un po’ debole secondo me la scena delle sabbie mobili…

di dvd non se ne parla eh???

Code Red sta per immettere sul mercato la versione statunitense (US edit) su DVD in bundle con Superuomini, superdonne, superbotte

SPAGHETTI CINEMA: SUPER STOOGES VS. WONDER WOMEN + AMUCK
Last of CODE RED deal with Ovidio Assonitis. 1974 comedy action film with Nick Jordan, Marc hannibal, Lynne Moody, and Malisa Longo. uncut 2.35.1 (16x9) not that first release which was a japanese vhs with fake letterbox. this is real 16x9

also co-hit AMUCK (aka MANIAC MANSION) with Farley Granger, Barbara Bouchet and Rosalba Neri. US edit cut. 2.35.1 (16x9)

$18.99

Una prima recensione in inglese
http://dvdexotica.blogspot.it/2014/12/amazons-amuck.html

Qualche screens da questo master stile “grindhouse” :yikes:
(courtesy by John Bernhard)





colorimetria corretta e quadro pulito e morbido, sembra veramente ottimo, peccato non sia la versione nostrana

Toc toc? Camera Obscura dove sei?!?
A leggere la recensione, ci sarebbe spazio per un’edizione integrale in italiano ed inglese, questa versione intermedia come durata della Code Red, dal titolo Maniac Mansion, ha aperto letteralmente (e lateralmente) un master che si era sempre visto troncato brutalmente e deficitario come AR.

O i diritti costano un botto o vuol dire che è un giallo sottostimato come valore:
è un vero peccato, c’ha tutti gli ingredienti giusti come appeal per ricevere un’edizione integrale come si deve.

Assolutamente d’accordo,sarebbe stupendo se camera obscura decidesse di farlo uscire,e son sicuro che sarebbe un’uscita destinata al successo.
Anche per gli extra come minimo si potrebbe avere una intervista con la neri,e la bouchet,e magari pure un’intervista al mitico Umberto Raho,su questo e i suoi altri gialli.

Umberto Raho non è in formissima da qualche tempo e non concede più interviste filmate.