Allegro non troppo - Bruno Bozzetto, 1977

http://www.imdb.com/title/tt0074121/?ref_=sr_4
http://www.cinematografo.it/pls/cinematografo/consultazione.redirect?sch=15836

Complice una mattinata in compagnia della figlioletta, ho cominciato ad acculturarla con la visione del suddetto, a mio avviso un grande classico del cinema d’animazione mondiale. E alla fine e stata una sorpresa anche per me, visto che l'avevo sempre visto a spizzichi e bocconi, ma nella sua interezza, e pur mostrando un po' gli anni in qualche parte, rimane una gemma, stralunato e sarcastico, art-movie e guerrilla-movie, figlio di un periodo in cui osare era considerata la norma. La parte col Bolero di Ravel e strepitosa, quella del gatto fa ricorrere al fazzoletto. Gran cast, tra Maurizio Nichetti, Nestor Garay e Maurizio Micheli. Ottimo il dvd San Paolo, parte del cofanetto Tutto Bozzetto, con 50 minuti di interviste extra piu` altra roba che devo ancora visionare.

Veramente bello, una selezione musicale strepitosa con il Prélude à l’après-midi d’un faune di Debussy e i due estratti dalla suite dell’Uccello di Fuoco di Stravinsky, secondo me due tra le migliori opere mai scritte.
Troppo divertente anche l’episodio con il cavernicolo che costruisce la capanna, accompagnato dalla Danza Slava di Dvorak.

Bravo Al, così si crescono i figli! Io lo vidi in sala nell’84, in occasione di una riedizione del film. Splendido, assoluta conferma di un paio di cose: fare film d’animazione d’alto livello in Italia è possibile; Bozzetto era un uomo di grandissimo talento, che se avesse lavorato negli States sarebbe diventato un Disney o quasi. Purtroppo ha avuto la sfiga di nascere e lavorare in Italia, dimodochè il suo lavoro non è mai stato adeguatamente apprezzato dal grosso pubblico… Oltretutto, tanto per dare l’idea del clima che si respirava all’epoca: il fim venne distribuito dagli indipendenti regionali giacchè NESSUN distributore sapeva cosa farsene, di un prodotto simile! Epperò nelle sale circolava bellamente tanta immondizia…
P.S. Aneddoto: 3 anni fa, mentre aspettavo di entrare in sala a vedere “L’uomo nell’ombra” di Polanski, ho incrociato Maurizio Micheli, pure lui in procinto di assistere al film. Si trovava a TS in occasione di uno spettacolo teatrale, e ho approfittato per fargli i complimenti per la sua prova nel film di Bozzetto. Tipo simpatico, davvero…