Amore grande, amore libero

Amore grande, amore libero
[ Italia, 1976, Sentimentale, durata 100’] Regia di Luigi Perelli
Con Paola Tedesco, Jules Kohler, Faith Domergue, Enzo Colajacono

v.c. n. 68100 del 20.03.76 - m. 2682 - ppp: 02/04/76 - c. pr.: Coralta Cinematografica

Regolarmente uscito in dvd per la 01
Qualche negozio online considera l’uscita come annulata o rinviata.

L’ho preso da poco (il dvd) a 5,90 €… a breve le impressioni, anche se ad un primo veloce sguardo il film sembrerebbe tremendo. Posso comunque anticipare che la qualità video è mediocre, ecco qualche screenshot:


Durata: 95’07’’
Extra: galleria fotografica (cioé niente)
Sottotitoli in italiano per non udenti

La prima parte è tremenda, anche se fa un piccolo ruolo anche Al Cliver. La seconda è migliore, ma resta sempre una misera cosa… inoltre il lieto fine è appiccicato davvero col lo sputo.

Il titolo deriva dal brano omonimo, clamoroso successo di quell’anno firmato dal “Guardiano del Faro”, alias Federico Monti Arduini, autore poi della colonna sonora del film. Un brano sdolcinato assai, eseguito dall’autore con uno dei primi monumentali moog, comunque qualcosa di abbastanza innovativo per l’epoca.

Sì infatti la musica non è affatto male… forse un po’ sdolcinata per i miei gusti ma comunque bella ed adatta alla materia.

Segnalo per curiosità che il residence dove il protagonista va a stare quand’è a Milano è lo stesso dove si rifugiava Tony Arzenta…