andromeda vs queen

parlando di queen, segnalo andromeda, disco dell’ omonima band del 1969, trio potentissimo sul genere hard-rock psichedelico, la cui somiglianza di certe tracce per linee vocali e atmosfere con i primi lavori dei queen, datati 1973/74, lascia decisamente perplessi. nello specifico l’ attacco cantato in ‘too old’ che sfido chiunque a non confonderlo con un mercury lanciatissimo, che va ad aprirsi in un ritornello degno dei migliori capolavori firmati dal quartetto inglese nel primo periodo.
ma il pezzo che vi farà letteralmente cadere a terra la mascella è ‘turns to dust’ che sfila in tutto e per tutto come fossero proprio i queen gli autori e gli esecutori di questo brano dal piglio epico, non fosse che nel medesimo periodo i nostri facevano decisamente tutt’ altro. il ritornello di questo pezzo ha qualcosa di inconfodibile, un marchio che io stesso per anni ho attribuito a mercury e soci. stacchi con botta e risposta e ascese melodiche che se non fosse per i suoni, ovviamente di altra fattura, giuro che non saprei davvero distinguerli. comunque buttate un orecchio a questo disco nella sua interezza e se non ci trovate nulla di tutto ciò fate come se non avessi detto niente e amici come prima, ok?

Conosco gli Andromeda, li avevo scoperti seguendo un po’ le peripezie di John Du Cann (anche se di lui più che il lavoro con gli Atomic Rooster, per cui credo sia più noto, preferisco il freakbeat degli Attack).

Che dire, sotto certi aspetti hai ragione, qui e là ci sono echi, spunti, che possono rimandare direttamente allo stile dei Queen e a quello di Freddie Mercury. La cosa però, in tutta sincerità, non mi stupisce né mi scandalizza. I Queen sono una band che ha sempre mostrato con orgoglio le proprie influenze, le prime che mi vengono in mente sono quelle di Jimi Hendrix o degli Who (condivise peraltro da centinaia di gruppi), così come le loro radici musicali sono sempre state ben ancorate al retroterra musicale britannico. I gruppi in cui militava Du Cann sono stati di poco precedenti se non quasi contemporanei ai Queen (che ti ricordo si sono formati ben prima dell’uscita del disco omonimo, che peraltro ha subito ogni serie di ritardi in fase di registrazione e stampa), e nulla di più facile che questi ultimi abbiano assorbito un po’ dello stile e delle idee che circolavano nell’aria in quel periodo.

Per cui non mi sognerei mai di parlare di “Queen VS. Andromeda”, anche perché il disco degli Andromeda è pure bello, ma sinceramente Du Cann non è né Brian May né Freddie Mercury, e gli Andromeda non sono i Queen. Avranno avuto delle intuizioni simili, forse anche precedenti, ma c’è chi alcune idee e intuizioni (e la musica) le sa/vuole sviluppare, e chi no.

ovvio che il nome dato alla discussione ha il solo scopo di incuriosire e stimolare, perchè come da post, mi riferisco esclusivamente agli esordi dei queen e a sole due tracce di ‘andromeda’, alla somiglianza tra di due timbri vocali e alle ispirazioni che li accomunano in certi passaggi. non mi pare di essermi sbilanciato eccessivamente come nel caso di peel e i clash che invece, credetemi, è davvero eclatante. du cann è solo uno tra i tanti musicisti ‘minori’ di cui si parla troppo poco e il mio fine in sostanza era solo quello di diffonderne il lavoro degno di lode con gli andromeda. rimane il fatto che i componenti dei queen all’ uscita di ‘andromeda’ facevano ancora tutt’ altro…