Berlin syndrome (Cate Shortland, 2017)

Appena preso il dvd della Sound mirror, uscito quattro giorni fa di questo bel thriller australiano ambientato a Berlino.
Inizia un po’ in sordina, per i primi dieci minuti ci si chiede se sia una cazzata o meno, in realtà
poi acquista una piega decisamente avvincente. Girato molto bene, bella storia (anche se non originale…)
e una buona dose di tensione.
Consigliato, da vedere.
Il dvd, buono, ha come extra un dietro le quinte.

Visto dal dvd italiano, di buona qualità e con un’ottima traccia originale.Per me dura davvero troppo (110 minuti per una storia che poteva tranquillamente durare mezz’ora in meno) e alla fine risente molto della sua scarsa originalità.I due protagonisti però sono bravi e fanno un po’ passare in secondo piano certe facilonerie della sceneggiatura.Guardabile e dimenticabile, nulla più.