Blue Nude [Luigi Scattini, 1977]

Ieri sera decido di mettere un film dalla fama ‘trash’ (almeno così ricordavo di aver letto), alla fine è risultata una discreta pellicola con un’atmosfera molto funzionale ed adatta alle circostanze. Un pò Hardcore, un pò Taxi Driver, un pò Cruising, Scattini dirige un onesto film che forse pecca troppo sull’ironia del personaggio di Rocco (il clone di Michele Placido, Gerardo Amato) ma il tragico e tristissimo finale rimette in equilibrio la bilancia. Ottima soundtrack

Trash? Lo annovero tra i miei film di genere preferiti!
Film che tornò alla luce grazie alla collana Sex & Violence della Shendene, un viaggo nell’ oscuro del torbido mondo della pornografia pionieristica “ANNI 70” all’ epoca fu un film dannatamente azzardato e all’ avanguardia, per i temi ma anche i luoghi trattati. Film che non ha nulla da invidiare ai titoli già citati da Priller, lo si mette tranquillamente sullo stesso piano.
Mi stupisco che non avevamo ancora un topic in merito.

PS-OT:Una delle locandine che ho appese in soggiorno :slight_smile:

Eh Swat, che te devo dì? O è la memoria che funziona male oppure ho letto una cosa molto fuorviante e poco veritiera anni fa. Sono molto contento che alla fine, la pellicola è più che riuscita. :slight_smile:

Riguardo i riferimenti mi sento di citare una fratellanza anche con il sublime “Un uomo da marciapiede”. La McBain molto bella e perfetta fisicamente nel suo ruolo, è una bella lotta immaginare una figura così delicata in quella di pornostar (ruolo che ha effettivamente coperto).

Più che il clone, è proprio suo fratello. Molti ritenevano Gerardo più bravo di Michele, ma il primo non è riuscito ad imbeccare il film della svolta mentre al fratello successivamente è andata meglio.

Ma te pensa, ero completamente all’oscuro di un fratello/collega del più noto Placido. La sua scheda su wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Gerardo_Amato

Film curioso ma non molto riuscito. Scattini fa recitare in un piccolo ruolo pure sua figlia Monica, che 'tacci sua quant’era brutta detto tra noi.

Improbabile Giacomo Rossi Stuart (accreditato anche come aiuto-regista) nei panni dello sbirro violento e corrotto.

Notevole solo, come fu detto infatti, il finalone à la Taxi Driver, con Amato che ammazza lo sbirro e il padre della migno-renne causa di tutti i suoi guai.