Buttiglione diventa capo del servizio segreto

Regia: Mino Guerrini
Con: [FONT=&amp][FONT=Verdana]Jacques Dufilho, [/FONT][/FONT][FONT=&amp][FONT=Verdana]Gianni Cavina, Gianni Agus, Franco Diogene, [/FONT]
[/FONT] [FONT=&amp][FONT=Verdana]Raf Luca, Karin Field, Giorgio Trestini, Leo Valeriano, Guido Sagliocca, Guerrino Crivello.
Musiche: Coriolano Gori
Data di uscita: 10/08/1975

Terzo mediocre seguito della saga di Buttiglione, qui si perde completamente il filo che legava i primi due episodi, il generale Buttiglione viene “clonato” e ritorna in vita, così come il Tenente Mastino che, per far fronte alla mancanza di Aldo Maccione, viene trovato l’ espediente della ricostruzione facciale per far entare nei suoi panni Gianni Cavina.

A differenza degli altri episodi qui l’ ambientazione militare è [/FONT]solo un pretesto per un mediocre spy movie, e non fa che stravolgere il senso di film “da caserma” che legava i primi due episodi

Anche qui:

Buttiglione muore ma in realtà San Pietro non è che una spia cinese che invece che in paradiso lo fa andare all’ inferno.

Una curiosità[/FONT] la spia araba non è Joe D’amato? tra l’ altro quella è la migliore scena di tutto il film.

Anche questo episodio è uscito in dvd 01/IIF.

si è proprio lui :slight_smile: