Caché - Niente Da Nascondere (Michael Haneke, 2005)

http://www.imdb.com/title/tt0387898/
http://www.cinematografo.it/pls/cinematografo/consultazione.redirect?sch=45026

Snobbato al cinema lo recupero in dvd, grazie ad un offerta blockbuster (guardate se è anche nella vostra città) per la quale ti porti a casa tre dvd usati a 13 euro.
La tranquilla esistenza di una famiglia medio borghese parigina viene sconvolta da strane registrazioni su videocassetta e bizzarri disegni che gli vengono recapitati. Nessuna colonna sonora, macchina da presa ferma, statica, lunghi silenzi e dialoghi ridotti all osso sono il marchio di fabbrica del film in questione. La scelta non è solo stilistica, ma sembra volta a creare una crescente sensazione di straniamento che si accompagna agli sviluppi della pellicola. Il labile filo che teneva teneva unita la famiglia si va rompendo con l intricarsi della vicenda.
Un analisi distaccata che va ben oltre i rapporti familiari ma che vuole fornire uno spaccato della società borghese occidentale, nella quale un intromissione esterna è la scintilla che distrugge l algido e spesso ipocrita equilibrio tentato di creare. L’amore e l affetto restano estranei ad una famiglia in difficoltà. così come la distante regia vuole sottolineare allo spettatore.

Al solito Haneke mette alla berlina la famiglia medio-alto borghese, le sue ipocrisie e le sue contraddizioni.

Bel film.

Visto in dvd qualche sera fa, bellissimo questo film di Haneke sul senso di colpa. Il regista scava all’interno della psicologia familiare con perfidia, pur restandosene sempre alla finestra. Bravissimi sia Daniel Auteuil che Juliette Binoche, giustamente inquietanti i sogni, e in una scena si rimane letteralmente a bocca aperta. Indispensabile.