Cargo 200 / Груз 200

Anche se l’ho già visto da circa una decina di giorni (dvd Cecchi Gori), ce l’ho ancora bene in testa questo film russo di Aleksei Balabanov, spietato ritratto true crime, perchè i fatti narrati sono realmente accaduti e allora questo aumenta ancora di più la sensazione di malessere e disagio post visione. Consiglio a chi non l’avesse ancora visto di non cercare recensioni in rete, anche se quelle degli Spietati e di Sentieri selvaggi sono molto belle, ma svelano troppo la trama rovinando tutte le sorprese. Aggiungo solo che la storia si svolge nel 1984, siamo ancora in pieno regime sovietico, appena prima della Perestroika, e nella visione del film, è proprio osservando da vicino i danni della complicità del fanatismo politico che si riesce a giustificare l’effetto domino del precipitare degli eventi di questa storia, che non può non sembrare agli occhi dello spettatore, assurda e grottesca.

Se devo fare un riferimento cinematografico, siamo dalle parti di Calvaire, è l’orrore che entra improvvisamente nel quotidiano, e allora fa più paura di un qualsiasi horror movie o splatter.

9 messaggi sono stati uniti a un argomento esistente: Cargo 200 - Aleksei Balabanov