Citazioni nella filmografia di Quentin Tarantino

Ora mi ricordo…anche a me aveva fatto una strana impressione…nel senso che qualcosa di simile c’era…solo che non piacendomi molto il film, me ne ero dimenticato…:slight_smile:

se non fosse esistito il film di kubrick, tarantino sarebbe ancora li a pensare cosa girare dopo cagatine tipo four rooms, la struttura a salti temporali dedicati ad ogni personaggio è identica al grande film del maestro scomparso, può negare finchè ha voglia. cmq a me piacciono molto entrambi, e le iene lo considero ne + ne - che il remake di the killing

mi sembra quantomeno eccessivo per non dire irriguardoso dire che Tarantino abbia girato delle “cagatine”…
non credo proprio poi che senza Kubrick (grande regista) Tarantino non avrebbe saputo cosa “girare”…

Concordo. Senza contare che il noir non se l’è inventato Kubrick con Rapina a mano armata; e a dirla tutta, Quentin s’è spesso dichiaratamente ispirato a parecchia cinematografia “minore” per i suoi film.

è innegabile anche che per molte sequenze di sparatorie si sia ispirato anche all’inizio di The Killer di Woo…esempio lampante (anche se è dell’amico Rodriguez) è l’identico uso delle armi che viene fatto in Desperado.

Una citazione/omaggio al grande Lucio Fulci la troviamo anche nella puntata di CSI girata da Tarantino (Grave Danger), dove fanno irruzione in casa di uno che ha la maglietta di Zombi 2.

In KILL BILL 2 c’e’una canzone utilizzata ne LO STRANO VIZIO DELLA SIG.RA WARDH(Edda dell’Orso mi pare)e UMA THURMAN sotterrata viva e’ una chiara citazione a PAURA NELLA CITTA’ DEI MORTI VIVENTI.

Va beh, pure Fulci per quello doveva parecchio al Sepolto vivo di Corman.

Non solo il finale a quanto pare…apprendo solo ora di questo video girato su internet…guardate un po’ qui…:-p

http://www.youtube.com/watch?v=ScR6_l2-Fmk

E sulla parete il poster di Cabin Fever

Senza entrare in polemica…ma guardati I Gangsters di Siodmak(altro grandissimo regista)…poi dimmi se è ad un The killing o a quest’ultimo che può avere preso ispirazione…:wink:

alla facciazza della citazione! ieri sera torno a casa e mi guardo un paio di episodi di Hitchcock presenta. Il primo sopra le righe, bellissimo, su un ristorante esclusivo che preparava cibi …particolari…
il secondo intitolato “l’uomo del sud” con nientemeno che Steve McQueen e Peter Lorre! lo guardo e dopo un po’ resto basito! era pari pari l’episodio di Tarantino in Four Rooms! Poi sono andato a verificare sia su internet che sul Mereghetti e l’ispirazione a questo episodio era segnalata, quindi ero comunque io l’ignorante che non lo sapeva. (sin dal titolo: l’uomo di hollywood tarantino e l’uomo del sud hitccock).

meglio l’originale, per due motivi:
1 - il cast (Lorre con quella faccia è l’archetipo del pazzo, sin dai suoi esordi e McQueen batte Willis… direi)
2 - il finale. non lo racconterò nemmeno in uno spoiler, ma quello di hitchcock è più ironico e meno scontato.

Si, sapevo che si era ispirato ad un episodio di Hitch, sono molto curioso di vederlo. Magari cederò alla tentazione del box.