City Kids 1989 (Michael Mak, 1989)

Film appartenente al filone della delinquenza giovanile/gioventù disagiata hongkonghese, anche questa volta i topoi sui lost boys sono sempre quelli ed anche questa volta le aspettative non sono disattese.

Melodramma estremizzato, botte da orbi, qualche esplosione di violenza, situazioni ingenue e scontate ma efficaci per un film che certo non brilla per originalità ma che intrattiene.

La storia dell’amicizia di due ragazzi che sin da bambini nascono col destino segnato, in una hong kong che non ti offre opportunità se vieni dal basso se non quella di cercare di farti strada nell’ambiente del malaffare. E anche se sei un puro di cuore queste sono le regole del gioco e ti ci devi adattare.
Ad impreziosire il tutto un giovane Andy Lau nei panni di uno dei due protagonisti.

Mi piace questo cinema vagamente “sociale” tipicamente hongkonghese, in cui in realtà sono l’action ed il melò a farla da padroni.

VCD e DVD fuori catalogo, mi è toccato vederlo nell’orripilante versione presente su YouTube:

1 Mi Piace

In realtà su ebay si trova a poco il dvd greco(!), fa parte della stessa collana in cui erano usciti alcuni dei capitoli del ragazzo dal kimono d’oro, ma non riuscendo a capire quali sono le lingue e i sottotitoli non mi arrischio all’acquisto.