Cosa Chiedereste a Pasquale Squitieri?

Ho la fortuna di avere un cugino montatore (ricordate quello della tesi su DiLeo/Scerbanenco?) che sta attualmente lavorando all days con il Maestro Squitieri per il suo documentario su Claudia Cardinale, e ogni giorno me ne racconta una. Davvero un personaggio singolare. In pratica adora e stima solo chi è 1 fan del suo cinema o di quello di Di Leo, suo grande amico.
Se avete qualcosa da chiedergli potete proseguire questo thread. Girerò le domande al mio cuginetto e vi informerò prontamente sulle risposte.

E’ vero come ho sentito che fara’ alcuni film tv(forse proprio il documentario di cui parli) che poi verrano trasmessi su Odeon Tv ?

Non proprio. Sui film tv non sò ancora nulla, ma dubito (il nostro va x i 70, e tu dirai: e pure Giorgio Capitani va oltre ma ancora fa film tv…ma è tutt’altra pasta…come diceva Di Leo…quel morto di sonno…;), quanto al documentario sò di per certo che avrà un’ottima risonanza (Sky, Festival di Torino forse, etc.) ma ancora non è decisa la campagna promozionale. Dubito si vedrà su OdeonTv, almeno per i primi mesi di uscita.

Dei film diretti da Di Leo qual è quello che gli è piaciuto di più?

E già che ci sono, gliene giro un’altra: com’erano i rapporti con Klaus Kinski sul set de La Vendetta è un piatto che si serve freddo?

bolle qualcosa, prossimamente, nella sua pentola ?..:confused:

Che fine ha fatto “Li chiamarono briganti”?

aLLORA:
per quanto riguarda Di Leo, il suo film preferito è I RAGAZZI DEL MASSACRO, che Squitieri definisce un capolavoro assoluto, “unica opera che riesce perfettamente a scandagliare la realtà criminale” (così ha dichiarato).
Su Kinski non posso essere molto preciso riguardo quel film: in generale lo ha definito un “grande attore folle”, ma lo stimava moltissimo…amava i profesionisti (specie quelli provenienti dal teatro) e non i bellocci.

Mi trova abbastanza d’accordo, assieme a Il Poliziotto è marcio è il Di Leo che trovo più attuale sul versante noir.