Così nuda così violenta


Enciclopedia della musica nei mondi neri del cinema italiano.
Alessandro Tordini
Ed. Arcana
pag.383
Euro 26,50

Oggi mi sono recato nella solita cinelibreria di Reggio Emilia e mi sono imbattuto in questo corposo volume. Trattasi di un dizionario dove sono riportati tutti i film di genere italiano, fatta eccezione credo solo per le commedie che non sono riportate.
L’autore fornisce una critica sia cinematografica che musicale e suddivide i film in base all’autore della colonna sonora.
In queste feste mi prometto di leggerlo e darvi un commento sul lavoro svolto.
Una curiosità, l’autore ringrazia nei crediti finali questo sito e pollanetsquad per cui forse trattasi di uno di voi.

ce l’ho già da qualche mese, bel tomo, utile, stimolante e prodigo di informazioni. Qualche volta magari non mi trovo molto d’accordo con la critica al film, quella extramusicale e prettamente cinematografica intendo, ma comunque un libro consigliato e “necessario” ad ogni appassionato di cinema bis (e non solo).

Più che per la critica cinematografica, è sicuramente utilissimo (direi indispensabile) per la ricerca musicale che c’è dietro. L’autore si è fatto il proverbiale “mazzo tanto”, e si vede. Finalmente un libro in cui viene dato il giusto spazio ad un mondo, quello delle OST italiane, che nasconde tesori notevoli.

“Necessario” è la parola giusta. Da comprare.

Ciao a tutti, volevo segnalare, se non è stato fatto e spero di essere anche nella sezione corretta, il libro “Così nuda così violenta” di Alessandro Tordini.
Piuttosto originale analizza le colonne sonore di film gialli, thriller, noir e simili iniziando dai compositori più prolifici per poi passare a quelli con frequentazioni per così dire “occasionali”.
Brevi riassunti delle trame, un sintetico commento critico del soggetto e poi a seguire un interessante descrizione della colonna sonora.
Presenti anche alcune interviste agli stessi compositori.
Trovo un modo di accostarsi al cinema di genere piuttosto originale e non il solito elenco di film dal 70 all’ 80… Che poi alla fine ben vengano anche questi… :smiley: