Crollo Nervoso "La new wave italiana degli anni 80"

Segnalo questo dvd+cd contenente un documentatio sulla wave italiana pubblicato dala Spittle Records.
Il documentario dura 3 ore ed diviso in 3 puntate: “Onde Emiliane” su Bologna ed Emilia - “Firenze Sogna” Firenze e dintorni - “Italia Wiva” sul resto d’Italia.
Molto interessante, specie la parte su Bologna. Molti filmati d’epoca interviste ai protagonisti. Il tutto coordinato da Federico Guglielmi, che ha curato il cd allego contenente una selezione delle migliori tracce dai demotape che riceveva all’epoca.

Bello, peccato per i sottotitoli non escludibili che (mi) distraggono non poco durante la visione.

Io sinceramente speravo più approfondito Il Complotto di Pordenone.
Concordo sui sottotitoli!

Ho visto solo il capitolo sulla scena fiorentina, però non ricordo sottotitoli… è anche vero che lo vidi più di un anno fa (proiezione nella casa del popolo di Settignano, quella che negli anni '80 ospitava la Rokkoteca Brighton), quindi i ricordi son quel che sono.
I sottotitoli su cosa sarebbero, poi?

Sono sottotitoli sono su tutte le parti di interviste e interventi

Sottotitoli in inglese ovviamente.
Alcuni nomi avrebbero potuto benissimo toglierli dalla copertina tanto se ne parla poco, ricordo i Limbo, intervento di 1 minuto forse meno. Bello anche il cd comunque, checche’ ne dica Guglielmi.

scusate,siccome mi interesserebbe, si trova facilmente nei negozi che distribuiscono la Spittle?
Mi rivolgo soprattutto ai romani…nel negozio in zona Casilina lo troverei?
A me non interesserebbe dei sottotitoli,ma quando si parla di new wave il mio cervello(quel poco che mi resta:-p) comincia a dare i numeri…

Penso che in Fnac tu possa trovarlo tranquillamente, a Milano c’è, immagino pure a Roma.

Ah, c’è pure alla Fnac…ma il prezzo?Grazie!

http://dischi.fnac.it/a478114/ITALIANA-Crollo-nervoso-dvd-cd-DVD-Zona-2

Riassunto breve Marketing : “Crollo nervoso (dvd + cd)”

 NEI PRIMI ANNI '80 CI FU UN BOOM SENZA PRECEDENTI DEL "MODELLO ITALIANO", NELL'ARTE E NELLA CULTURA MA ANCHE NEL COSTUME E NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI.

TRA QUESTE REALTÀ TROVANO SPAZIO GRUPPI MUSICALI CHE SUPERATA LA FASE PIÙ ASPRA E NICHILISTA DEL PUNK, CERCANO NUOVI LINGUAGGI E DIFFONDONO LA LORO ATTIVITÀ IN TUTTA LA PENISOLA: GAZ NEVADA, LITFIBA, CCCP, DIAFRAMMA, NEON, UNDERGROUND LIFE, BISCA, PANKOW, RINF, MODA, MONUMENTS, ART FLEURY, KIRLIAN CAMERA, DETONAZIONE, FRIGIDAIRE TANGO E MOLTI ALTRI.
MOLTI DEI PERSONAGGI DI QUESTE FORMAZIONI CONTINUANO LA LORO ATTIVITÀ ARTISTICA E RAPPRESENTANO ANCORA OGGI IL MEGLIO DELLA PRODUZIONE MUSICALE INDIPENDENTE ITALIANA (GIOVANNI LINDO FERRETTI, PIERO PELÙ/LITFIBA, BISCA) COSÌ COME MOLTI ALTRI RAGAZZI DI QUELLA GENERAZIONE RICOPRONO IMPORTANTI RUOLI NELLA PRODUZIONE ARTISTICA DI BANDS ESORDIENTI E NELL’ORGANIZZAZIONE DI EVENTI MUSICALI.
QUESTO DOCUMENTARIO È UN VIAGGIO PER FRAMMENTI, RIFLESSIONI E DESCRIZIONI SULLA PARTE DEGLI ANNI OTTANTA PIÙ CREATIVA ED ANTICONFORMISTA. UN VIAGGIO INCENTRATO SULLA MUSICA DI QUEGLI ANNI MA CHE INCONTRA NEL SUO PERCORSO ANCHE COMPAGNIE TEATRALI, ARTISTI, GRAFICI E STILISTI DI MODA. UNA VARIOPINTA FAUNA “TREND” CHE DALLE METROPOLI SINO ALLE PIÙ SPERDUTE CITTÀ DI PROVINCIA HA CONTRIBUITO A RIVESTIRE QUELLA STAGIONE, IN APPARENZA VACUA E SUPERFICIALE, DI CONTENUTI E SPERIMENTAZIONI INNOVATIVE E STIMOLANTI.
RARI VIDEO CLIPS, FILMATI DI CONCERTI, FOTOGRAFIE PROMOZIONALI, DOCUMENTI CARTACEI E OLTRE QUARANTA INTERVISTE A MUSICISTI, GIORNALISTI E PRODUTTORI.

IL DESIDERIO E IL PIACERE DI CONFEZIONARE UN PRODOTTO ANCOR PIÙ SPECIALE HANNO INVECE DATO VITA A TRACCE MAGNETICHE, COMPILAZIONE SU CD, CURATA DIRETTAMENTE DA FEDERICO GUGLIELMI, CON SEDICI EPISODI OPERA DI ALTRETTANTI GRUPPI DEL PERIODO 1982-1984: GRUPPI PRESSOCHÉ SCONOSCIUTI, RITIRATISI SENZA AVER PUBBLICATO VINILI A PROPRIO NOME E IN DUE O TRE CASI RAPPRESENTATI SOLO - CASSETTE ESCLUSE - DA UN PEZZO IN UNA COMPILATION.
LA RESA SONORA, QUI È STATA MIGLIORATA - RISPETTO AI NASTRI GIACENTI IN ARCHIVIO DA ALMENO UN QUARTO DI SECOLO - CON UN ACCURATO LAVORO DI RESTAURO.
LA CONFEZIONE, OLTRE AL DVD ED AL CD, CONTIENE ANCHE UN LIBRO DI 20 PAGINE, CON NOTE E SPIEGAZIONI DI FEDERICO GUGLIELMI, FOTO E MEMORABILIA.
[LEFT]CROLLO NERVOSO - LA NEW WAVE ITALIANA DEGLI ANNI 80 - DVD
[/LEFT]
[LEFT]1A PUNTATA
“ONDE EMILIANE

[/LEFT]
2A PUNTATA
“FIRENZE SOGNA”

3A PUNTATA
“ITALIA WIVA”

TRACCE MAGNETICHE - CD

  1. FRENETICS - THE MADMAN TALK
    2.VOX REI - LE OMBRE DEI SOLDATI
    3.THE END - TEARS IN MY EYES
    4.LES BLUSONS NOIRS - THE SCREAM
    5.ILLOGICO - AFRICANI GEMITI
    6.BLAUE REITER - MY INNER TOUGHT
    7.POLAROID - VITA IMMAGINARIA
    8.ATELIER DU MAL - BACK TO TAIWAN
    9.SEX - A SICKNESS CALLED DISTRESS
    10.SHIP OF FOOLS – METAL BOX
    11.IDEAL STANDARD – ANOTHER LOSER
    12.NADJA - POSSESSION
    13.THE AGE - U.E.R.
    14.DARK RIDE - APOCALYPSE
    15.MONO - FROM PLANETS AND SATELLITES
  2. TV DANCE - SCHNELLER LEBEN

wow…complimenti…grazie,allora correrò alla Fnac il più presto possibile…le new wave italiana è il pane della mia vita…
Sì, ma… IL PREZZO NON C’E’!

Ma non hai cliccato sul link???

Calcola cmq che sul sito non è detto che il prezzo sia lo stesso rispetto al negozio… io stesso per fidarmi del sito di recente ho preso una fregatura con il bluray di Biancaneve :frowning:

Guarda bene, è scritto enorme e pure in rosso, 17,55 €.

Eh, oramai con 'sto internet la gente si è abituata male, vuole tutto subito! :smiley:

:vecchio: :lavorincorso:

ah, ok. grazie…
Per Slogun: no, non è per comodità, è che il tempo è risicato…:mad:

bel documento mi è piaciuto molto…credo che sia consigliatissimo sia per i neofiti dell scena new wave italiana che possono inziare ad accostarsi ad alcuni gruppi ( grazie anche a molte ristampe su cd uscite negli ultimi tempi ) sia per chi conosceva molti dei gruppi presenti per approfondire maggiormente un movimento molto stimolante non solo musicalmente ma anche nel coinvolgimento di altre forme d’arte.
bello anche il cd…:smiley:

per chi fosse a Roma e interessato, ci sarà una presentazione del dvd

Domenica 31 gennaio
In The Basement, Via Fivizzano 27, Roma
h.18.00 - Ingresso libero

Saranno presenti: Pierpaolo De Iulis (Regista, autore Crollo Nervoso), Federico Guglielmi (Giornalista musicale), Luca Collepiccolo (Goodfellas), Paolo Taballione (musicista “Carillion del Dolore”), Luigi Pallavicini (musicista “Illogico”).

finalmente acquistato e visto e ascoltato…
Che dire…il documentario è molto interessante, fatto bene, nel senso che mi piace come vengono presentati i gruppi, con immagini di impatto e con i loro cavalli di battaglia di sottofondo (ad esempio, da brivido l’introduzione di Neon e Moda, con i loro rispettivi Information of death e Nubi D’Oriente"…La scena di Bologna, a mio avviso, è ben rappresentata,dato che lì si partì specialmente col punk…la citazione di Pirata!, film che amo e che cerco da una vita di avere, è davvero grande. E i CCCP…wow…loro sono una delle prime band di quel genere che conobbi.
La parte su Firenze è ok, certo, come avete detto voi, sui Limbo ci si poteva soffermare di più, così come sui Carillon Del Dolore di Roma (gruppo meraviglioso, a mio avviso)…beh, la scena di Pordenone…ragazzi,ma lì era soprattutto il punk a farla da padrone, così come a Milano…Mi ha fatto piacere che si sia parlato dei 2+2=5, gruppo sottovalutato e che raccoglieva elementi del punk milanese dellla prima ora (ad esempio e con mio grande piacere, si accenna a Nino La Loggia, con cui sono in contatto da alcuni anni e che intervistai per un sito in cui scrivevo due anni fa)…manca qualche gruppo, sempre di Milano, come i Jenuesse D’Ivoire, di stampo synth, o gli Other side o Le Maison.
Beh, logico, della new wave faceva parte anche Garbo, ma può darsi che si sia rifiutato di partecipare oppure era troppo mainstream per il tema.

Quanto al Cd…il discorso è diverso…non è malaccio,ma la situazione è totalmente distaccata dal documentario!I pezzi non sono malaccio,ma sono band di cui non si è mai saputo gran che…io conoscevo solo i Vox Rei e i Polaroid, ad esempio.

Allora ho capito una cosa di tutta questa operazione, che ho amato tantissimo (infatti mi sono subito complimentata con Guglielmi su fb): è fatta maggiormente per chi ha già una buona parte dei dischi dei gruppi di cui si parla e quindi il cd ha voluto dare delle chicche in più…

Una domanda a BLUPETROLIO: tu dici di aver visto il documentario più di un anno fa…ma allora quando lo hanno girato?

Credo nel 2008, ma non ci giurerei. Sicuramente io lo vidi nell’autunno di quell’anno.

E’ da tanto che e’ in piedi questo progetto comunque…ricordo che subito dopo la realizzazione di “Mamma dammi la benza” De Iulis fece girare una mail in cui chiedeva contributi audio o video a chiunque ne avesse per realizzare un documentario sulla new wave italiana.

infatti avevo immaginato che questo documenario fosse un po’ il seguito di “Mamma dammi la benza”, che vidi su Sky Cult intorno al 2005/2006…e bravo De Iuliis…spero che possa esserci un seguito anche di questo documentario sulla new wave