Cujo (Lewis Teague, 1983)

Mai visto questa trasposizione cinematografica di uno dei libri di Stephen King che piu mi affascinarono da bimbo. Sono sempre stato curioso ma non ho mai avuto la possibilità di vederlo. Chi me ne parla?!

Anche io ero molto attirato dal film proprio per la lettura del libro da piccolo(alle medie)…però quando l’ho trovato qualche mese fa in VHS e visionato mi ha deluso non poco…non c’è una che sia una scena di tensione…tutto poi è molto tirato per le lunghe…io ci avrei visto molto bene un corto…
Di positivo ne ho solo il ricordo di una bella immagine/scena quandoarriva il poliziotto alla fattoria completamente abbandonata ad eccezione della macchiana(bianca?!) sporca di sangue…desolazione e atmosfera molto" non aprite quella porta"

Cazzo! Il Fatto che sia di Teague mi incuriosisce! Visto Navy Seals di suo e mi esalta!. Copertina del libro priceless.

Non vedo l’ora di vederlo!!!

PS. Saluti dal pc trovato x caso in Trentino…NON POSSO STARE SENZA DI VOI!!!

Una delle trasposizioni più fedeli alla narrativa di King, finale a parte. Girato benissimo (splendida la sequenza col bambino che si nasconde sotto le coperte per paura di ciò che crede nascondersi nell’armadio), ricco di tensione e ben interpretato (da segnalare Dee Wallace, attivissima nel cinema fantastico anni 80 - la ricordiamo ne L’Ululato e in ET ). E poi Lewis Teague era in gamba; a parte il cultissimo Alligator ha diretto un’altra notevole trasposizione dei racconti di King, L’Occhio del gatto.

Per carità son gusti…io l’ho trovato davvero pessimo…
La scene che citi sì è carina…ma è giusto all’inizio quando il film potrebbe promettere anche bene…il problema è che poi non dà…

P.S: una delle trasposizioni più fedeli…sarà, ma il finale è diverso(quindi come fa ad essere fedele?!?:confused: )…per cui se proprio dobbiamo dire trasposizione fedele e buon film da libri tratti da S.K. io direi Misery…o il bellissimo stand by me(e chiud il piccolo OT)

Su Stand By Me ti dò ragione, ma Misery… vabbè. Tornando a Cujo, ribadisco di averlo trovato tutt’altro che pessimo. Il cagnolone strizza ne metteva davvero, la tensione c’era, le soggettive della belva che bracca le sue vittime facevano tanto Jaws, Dee Wallace era davvero convincente… teniamo presente che non si tratta del miglior romanzo di King, quindi la storia è quel che è. Però Teague l’ha resa bene, da vecchio kinghiano ne sono rimasto soddisfatto. Anche l’autore lo ha apprezzato, fermo restando che l’happy end cinematografico è deboluccio (molto più calibrato il finale del libro).

per me la parte dell’assedio in auto è un capolavoro.

il male dentro con il bambino malato ed il male fuori…

Non vi è nulla di esagerato nel film , tutto equilibrato con un che di Romeriano nell’asetticità della messinscena.
Quella “normalita borghese” alla Martin Wampir per intenderci…
Oddio ha un pò i ritmi da film tv, ma è questa lentezza ritmica che a mio avviso ne aumenta il realismo.

Riprendo questo topic per un mio ricordo di una decina di anni fa, legato a mio cugino che leggeva il libro, nel quale veniva riportata una frase tipo " Effettivamente glielo aveva preso in bocca" o qualcosa di simile…confermate?:confused:
Menzione a quest’episodio nel film???

No, è una frase presente solo nel romanzo.

L’ho visto da piccolo, avevo appena compiuto 13 o 14 anni quando entrai in possesso della vhs e mi cacai letteralmente sotto dalla paura vedendola con 1 paio di amici della mia stessa età. Da lì in poi comincio la “paura dei cani”, che si concluse solo una decina di anni fa…Chissà come sarebbe oggi rivederlo…

Io lo vidi nel ciclo “Notte Horror” su Italia1 intorno al 1985/86 mi pare (c’eran tra l’altro quella sera altri tre film di cui se non erro uno era “L’ascensore”, l’altro “Ballata macabra” mentre per il terzo non ricordo bene, forse “Amore al primo morso” che, rispetto agli altri di horror aveva ben poco!), comunque mi piacque, poi non lo vidi piu’ per anni fino all’uscita in dvd della “Stormovie”… e, non mi dispiacque mai… certo, sicuramente di film ispirati ai romanzi di King ce ne son di migliori, però come detto… non lo reputo poi tanto brutto e, termino con il ricordo di Ed Lauter scomparso ieri, un caratterista che mi è sempre piaciuto e che ovviamente fa parte del cast di questa pellicola!!! :oops:

//youtu.be/v0k21yeVMbM

ma il dvd italiano è cut ??? perchè o notato delle differenze in fase di mux (almeno un tentativo di mux mai andato in porto) …perchè il dvd dura 86 minuti circa e il bluray dura 92 minuti abbondanti…6 minuti di differenza tra pal e 24p beh mi sembrano troppi…inoltre leggendo dvdcompare viene menzionata un’edizione pal della durata di 88:52 … eppure videoarcheologia dice che è integrale http://www.videoarcheologia.it/html/it/index.asp?mainurl=dvd/index.asp …voi ne sapete qualcosa di più sull’edizione italiana ?

io poco tempo fa ho proiettato un ottimo 35mm italiano di Cujo… e mi è sembrato in tutto e per tutto uguale alla versione che ho sempre visto (in vhs e dvd).
magari all’estero c’è una versione con qualche dialogo in più… anche perché non è che ci sia chissà cosa da tagliare in Cujo.

eh infatti forse all’estero dura qualcosina in più a livello di dialoghi…in rete non ho trovato nulla a riguardo…grazie !

Ricordo anch’io quella serata su Italia 1 !! Che memoria che hai !
Non ricordo bene se i tre film di cui parli andarono in onda la stessa sera, però ricordo che fu Italia 1 a mandarli in onda ed erano almeno “Cujo” e “L’esorcista” per la stessa serata.

Ricordo di aver scoperto “L’ascensore” di Dick Maas e “Ballata macabra” di Dan Curtis anche su quel canale, ma non sarei in grado di dire se sucese nell’ambito della stessa serata.

La relazione adultera tra Dee Wallace Stone e il personaggio di Steve Kemp viene accennata a metà del lungometraggio, però mai in termini o immagini cosi espliciti come nel romanzo.

La forza del romanzo di Stephen King è che la confrontazione col cane è la manifestazione del senzo di colpevolezza della Stone (il cane che sequestra la mamma e il bambino, simboleggia il suo amante che non vuole sia messo un termine alla relazione) ; cosi come le paure notturne del bambino sono il risultato della consapevolezza indiretta che il figlio ha dell’adulterio della madre.
Purtroppo, questa dimensione simbolica non viene resa bene dal film che rimane in superficie (purchè efficace in certe sequenze in cui il cane attacca la macchina guasta).

http://www.movie-censorship.com/report.php?ID=483823 alcune differenze ci sono appunto tra versione cinematografica e directors cut…il libro è comunque insuperabile di altissimo livello !!!

confermo quanto detto…ho appena finito di sincronizzare i sottotitoli italiani(presi dal dvd)al bluray americano…confermo che il bluray contiene la directors cut mentre il dvd italiano presenta il cut cinematografico(per cui è errato parlare di versione non integrale)…il cut per il cinema presenta alcune scene spostate a livello di montaggio, inoltre son state tolte alcune scene di dialogo sparse lungo il film…moviecensor descrive in maniera dettagliata le differenze tra i due cut.

la traccia audio italiana (per il mux) l’hai fatta?

ciao akuma…no la traccia italiana non l’ho fatta…credo che farò solo i sottotitoli e il film lo guarderò esclusivamente in originale…sarebbe un lavorone muxare l’audio italiano,niente di impossibile certo però ci vuole del tempo che preferisco dedicare ad altri mux…non so non ho ancora deciso sul da farsi in realtà…

ti ho mandato una mail;)