Damnation (Kàrhozat) 1987, Bela Tarr.

La tristezza messa su pellicola. Lentissimo, spesso focalizzato su scene fisse, il film di Tarr funziona ad immagini, scarne, senza sorrisi, con un pioggia interiore infinita ed una colonna sonora che più struggente non si può.

Se cercate un cinema nero senza altre sfumature, “Damnation” è la strada sbagliata. Sbagliata perchè di giusto non c’è nulla.

Da provare.

Una scena:
http://www.youtube.com/watch?v=pmzPH2B9P3k

anche questo pezzo, da fuori orario, rende molto l’atmosfera funerea del film

[flash]http://www.youtube.com/v/uXoykfPSZ_A&hl=it_IT&fs=1&"></param><param[/flash]