Digitale terrestre

allora alla fine mi sono comprato il macchinetto per il digitale terrestre, uno di quegli acquisti più che altro di impulso che lo vedi al negozio e te lo riporti a casa

abito in un condominio assieme ad altre puttanamila famiglie, l’antenna è centralizzata, morale della favola l’ho attaccato alla presa così come l’ho tolto dalla scatola perchè se faccio ruotare l’antenna per metterla nella posizione migliore c’è caso che mi impiccano alla pensilina sopra il portone

fatto sta che senza fare nessun tipo di lavoro non prendo Rai1-2-3 e La7 digitali, però prendo i canali sportivi, un paio di cartoni animati, un altro paio di news, una serie di tv private che mandano solo programmi agghiaccianti e un paio di canali stranieri

e poi prendo i Mediaset istituzionali e a pagamento e quà voglio dire casca l’asino

teoricamente io dovrei prendere i canali mediaset con una definizione molto migliore, tipo il doppio o una cosa simile, ma è davvero così?

dico va bene che un pò meglio si vedono perchè ovviamente non ci sono le srtiscioline e i classici disturbini della ricezione via etere, ma i film veramente li trasmettono ad una definizione doppia rispetto al consueto?

a me francamente non parve

tutto ciò perchè mi si è scassato il freschetto che registra i dvd e non so se ricomprarmelo

No. Anche perchè le TV a tubo catodico non vanno oltre la normale definizione PAL di circa 520 linee (sule 625 previste dal sistema).

aehm… per la verità non l’ho detta tutta, in realtà ho attaccato il macchinetto non già ad una normale televisione ma a una digitale, se non mi ricordo male da 20’ 16:9 che dovrebbe essere 800x600 se non 1024x768 (perdonami se scrivo qualche puttanata/inesattezza ma ste robe non mi entrano in testa neanche con un trapano)

Partiamo dalla base:
La migliore resa visiva cromatica contrasto ecc che puoi avere è una sorgente digitale attaccata ad una tv a 50 hz.
Vale ovviamente anche per trasmissioni digitali sempre su tv a 50 hz, quindi digitale terrestre e sky.
Pero se la tua zona non è coperta decentemente dal segnale digitale terrestre ti attacchi al cazzo e non vedi tutto, cosa che non accadrebbe con sky che si appoggia alla parabola.
La tua tv se è un lcd hai per forza almeno una definizione di 800x600 sino ad arrivare a 1024x1024 e oltre.
Se hai un plasma invece dubito che avrai 1024x1024, nella norma hai 840x480.
Se applichi una definizione digitale ad un lcd lo vedi bene ma non perfetto perchè la resa digitale in trasmissione anche se ottima viene vista da una televisione ad alta definizione e quindi qualche imperfezione la noti cmq, stessa cosa per il discorso plasma e anche peggio perchè il plasma ha una bassa definizione e vedi i pixel dell’immagine.
Quindi:
Il digitale terrestre se non sei servito bene ti danno il benservito.
Sky si vede perfetto.
La miglior tv e quella a tubo catodico a 50 hz
La trasmissione digitale è ovviamente DIGITALE quindi più che doppia rispetto alla trasmissione via antenna classica.
Buon divertimento!

Una cosa che mi sono sempre chiesto (e chiedo venia per l’ignoranza) ma quando trasmettono dei film in Tv criptati, la “criptazione” vale anche per il digitale terrestre?

Si perchè anche con il digitale terrestre si può trasmettere criptato, ad esempio Mediaset trasmette films che se non hai la carta prepagata non li vedi.
Sky invece trasmette sia in chiaro che criptato.

Mi permetto di correggere qualche inesattezza. Anche io ho un decoder digitale terrestre collegato ad un televisore al plasma 46 pollici con risoluzione 852x480, in pratica la risoluzione più bassa fra quelle disponibili nellla cosiddetta “high definition”. Per quanto riguarda plasma e lcd, la qualità dell’immagine non dipende solo dal segnale sorgente, in questo caso digitale terrestre, ma anche e soprattutto dal tipo di collegamento.
Ora come ora sono disponibili i seguenti tipi di collegamente, li metto in ordine crescente di qualità:
composito
s-video
rgb
component o vga o dvi (sono gli unici che permetto di sfruttare a pieno l’alta definizione del monitor)

Il problema dove sta? Che i normali decoder sky e digitale terrestre hanno al massimo l’uscita rgb, quindi su un televisore digitale la resa non è certo delle migliori, comunque sempre superiore a quella di uno schermo a tubo catodico.
Per i lettori dvd le cose cambiano in meglio, ormai anche i più economici hanno le uscite component che permettono di vedere i film in progressive scan (852x480, 1280x720, 1920x1080, non interlacciate, ma appunto progressive, col doppio delle linee di scansione verticale), addirittura qualche nuovo modello (ho visto in vendita un samsung completo di kit home theatre) ha l’uscita dvi, con la quale si può avere il massimo della qualità video.
Io per esempio i dvd li guardo esclusivamente con il pc collegato al plasma tramite cavo dvi, e vi assicuro che la qualità non è lontanamente paragonabile a quella di un lettore dvd collegato tramite scart.

Per quanto riguarda il caso pollanet, il suo lcd essendo 16:9 come risoluzione non può avere nè 800x600 nè 1280x1024, entrambe risoluzioni 4:3, più verosimilmente sarà o 1280x768 o meglio ancora. E’chiaro che collegando il decoder all’lcd tramite presa scart non avrà mai il beneficio dell’alta risoluzione.

Pero’ quelli criptati per l’analogico non lo sono per il digitale…era questo credo che intendesse green jelly con la sua domanda.

e quella a 100hz?

Il pregio ed i difetti dei TV 100Hz.

Ad opera di Viga(50Hz)net.

Voglio subito fare una premessa per chi non mi conosce: sono uno strenuo difensore delle tv analogiche quindi, anche se nella stesura di questo articolo cerchero’ di essere piu’ oggettivo possibile, potreste anche trovarci qualcosa “di mio”. Non vogliatemene a male.

Fin dalla sua nascita la tv come noi la conosciamo fu ancorata ad una frequenza di aggiornamento delle immagini con cadenza di 50Hz, ovvero 50 volte al secondo. Questo e’ quindi l’intervallo di tempo che impiega il pennello elettronico per disegnare un quadro completo sul cinescopio, ed e’ intimamente legato alla frequenza della corrente elettrica erogata nelle nostre case, che e’ appunto di 50Hz. Il problema che si incontra utilizzando questa frequenza di aggiornamento, e’ che i nostri occhi riescono a percepire questa “non continuita’” nel disegnare le immagini sullo schermo, restituendoci immagini non perfettamente stabili, ma affette da uno piu’ o meno spiacevole sfarfallio. La tecnica che si impiega per eliminare questo inconveniente e’ quella di aumentare la suddetta frequenza di aggiornamento raddoppiandola fino a raggiungere il valore di 100 quadri al secondo: i famosi 100Hz. A questa frequenza i nostri occhi non sono piu’ in grado di accorgersi del fatto che l’immagine e’ discontinua, e visualizzano
un’immagine piu’ stabile e priva di sfarfallii.
L’idea e’ quindi buona perche’ in teoria permette di ottenere immagini piu’ godibili e meno affaticanti per la vista, e questo e’ quindi il pregio delle tv a 100Hz a cui faccio riferimento nel titolo. Purtroppo pero’ dalla teoria alla pratica ci sono un mare di problemi tuttora irrisolti, che tarpano le ali alle velleita’ qualitative di tutte le tv che impiegano questa tecnologia. Bisogna infatti tenere presente che noi partiamo in ogni caso con un segnale video analogico non compresso, che va opportunamente trattato per poter subire il raddoppio della frequenza di quadro.
E qui iniziano i dolori !
La prima operazione che il nostro segnale video subisce e’ una conversione da analogico in digitale e, considerando che forse nemmeno il computer che supervisiona i lanci della Nasa su Marte sarebbe in grado di elaborare un segnale video non compresso, la conseguente compressione.
Noi sappiamo che una compressione puo’ essere brutta (mpeg1) passabile (tv 100Hz) e buona (mpeg2).
Quali sono i chip che effettuano queste delicate operazioni nelle tv 100Hz ? Nessuno ce lo ha mai detto.
Eppure sarebbe un interessante metro di giudizio per fare un paragone tra le varie proposte.
Avete comunque idea della potenza di calcolo necessaria per operare la suddetta operazione in tempo reale ?
Probabilmete l’ultimo PentiumIII da 1GHz non sarebbe in grado di dare risultati soddisfacenti.
Pensate che dentro una tv da 3 milioni ci sia posto per un PentiumIII o simili ?
Allora bisogna operare una scelta: raggiungere prestazioni accettabili per la massa dei potenziali clienti cercando di limitare il lievitare del prezzo.
Le limitazioni introdotte da queste considerazioni si traducono in immagini che ripagano la maggior stabilita’ con artefatti di gran lunga piu’ fastidiosi, almeno per gli utenti piu’ appassionati.
Personalmente ad esempio trovo evidente lo sfarfallio delle vecchie tv solo quando riproducono immagini “non reali” (come computer grafica, scritte in sovrimpressione, teletext, ecc) oppure se messe a diretto confronto con una tv a 100Hz.
Visto che credo che il compito principale di una tv sia guardarsi un bel film (con le cui immagini lo sfarlfallio non si nota minimamente) e che in casa mia un tv a 100Hz per fare il paragone non entrera’ nemmeno in regalo, il problema non si pone.
Ma vediamo piu’ nel dettaglio quali sono gli artefatti di cui sopra.
Prendiamo un bel primo piano di persona.
Non da dvd che se no dite che e’ colpa del disco, non da satellite che se no dite che e’ colpa della compressione, non da trasmissioni registrate che se no dite che e’colpa delle registrazioni.
Prendiamo uno dei tanti talk show in diretta che ci propongono spesso dei primissimi piani (dovete avere un bell’impianto d’antenna terrestre, pero’!).
Osservate i capelli: vedrete che perdono la loro identita’ individuale sembrando un amalgama unico ben poco realistico.
Scompare sia la peluria del viso che la fine trama della pelle. Come mai ?
Perche’ la prima limitazione della doppia conversione A/D D/A e compressione e’ quella di una brusca perdita di definizione. Fino a ieri potevate accusarmi che fosse una valutazione soggettiva, oggi invece grazie a recenti prove strumentali sugli ultimi modelli di tv (delle quali la piu’ cara costa 7 milioni, mica bruscolini!) operate da una nota rivista del settore, dovete rendermi atto che anche gli strumenti mi danno ragione.
E’ risulato infatti che nessuna delle tv in esame ha restituito con sufficienza la banda di frequenza dei 5MHz.
In questa banda di frequenza, che e’ la piu’ alta del segnale televisivo, sono nascosti i PARTICOLARI delle immagini.
Senza i 5Mhz una mano perdera’ le linee digitali, una foglia perdera’ le trame superficiali,un viso perdera’ la sua peluria.
Ricordate che ad una attenta visione sono i particolari a fare la differenza.
Ed infatti le tv a 100Hz sono subdole: ad una prima occhiata sembrano vedersi meglio per la maggiore stabilita’, salvo poi franare ad un’esame piu’ approfondito una volta nel nostro salotto.
E poi, scusate se vi faccio notare il paradosso: sognamo tutti ad occhi aperti l’alta definizione americana e poi ci compriamo delle tv che non raggiungono neanche gli standard del caro vecchio PAL625 ???
Oltretutto la perdita di definizione si manifesta anche con uma marcata “velatura” delle immagini in esame.
Archiviata la pratica “definizione” passiamo al test “colore”.
Torniamo sempre al primo piano e osserviamo il colore dell’incarnato: le infinite sfumature di colore di un volto diventano ad un tratto contate !
Come mai ? Perche’ per quanto numerosi siano i colori a disposizione di un’immagine digitale, non saranno mai abbastanza per coprire lo spettro naturale.
Oltretutto questa considerazione vale anche per la scala dei grigi, e conseguentemente le nostre immagini avranno sempre una cronica insufficienza di sfumature. Cosa rimane del nostro primo piano ? Al volto in esame abbiamo uniformato il colore, levato peluria trama della pelle ed imperfezioni cutanee, gli abbiamo messo in testa una parrucca di plastica… praticamente e’ diventato il volto di una bambola !!!
Badate bene che ho volutamente analizzato una immagine statica. Con le immagini in movimento i problemi si aggiungono, ma forse sono piu’ difficili da far notare ad occhi non allenati.
Non ho altresi’ parlato di fantomatici effetti scia che spuntano solo se certi dvd player leggono alcuni dischi quando c’e’ la luna piena !
I problemi che dovrebbero farvi girare le palle degli occhi sono molto piu’ banali e sotto gli occhi di tutti.
Quindi quando mai un tv 100Hz superera’ “l’esame primo piano” e conseguentemente anche Viganet prendera’ in considerazione l’idea di comprarne uno ? Mai ?
Ebbene no: quando uscira’ una tv con ingresso fire wire che deleghera’ a chi ha il fisico per farlo la fase di conversione A/D, potremo farci un pensiero (ma solo in abbinamento ad un dvd player fire wire, ovviamente !).
Cari saluti dal vostro Viganet.

in rete si trovano altre info interessanti che lessi avidamente alla vigilia dell’acquisto del mio Sony Trinitron 50hz[size=2]…[/size]

ma scusate eh

qualcosa in più ll’ho capita ma qualchedunaltra per la verità mi si è ancora di più intricata

ricomincio dall’inizio

io attacco il macchinetto del digitale terrestre alla antenna di casa

punto primo: io ero convinto che se il segnale ti arriva digitale il segnale è quello… o lo prendi o non lo prendi, non è che puoi prenderlo così così, se non lo prendi sufficientemente non vedi un cazzo, se lo prendi sufficientemente lo vedi uguale a prescindere, casomai se ci hai qualche problema temporaneo il suono fa l’effetto del cd che salta e i pixel diventano grossi come figurine di causio, ma facciamo finta che questo problema non vi sia… è vero tutto ciò o no??

punto secondo: il segnale dentro il mio macchinetto è ad alta definizione (facciamo finta) ora deve uscire e andare da qualche parte; se a prescindere dal tv che possiedo lo faccio entrare in un dvdrecorder a questo punto dipende dai collegamenti che uso? ossia se ho una scart non riuscirò comunque a passare il segnale ad alta definizione sul dvd? se invece uso uno di quei tremila ciappini che stanno dietro il machinetto ci riesco?

Punto primo: è proprio così, o vedi, o non vedi, o al massimo hai qualche interruzione temporanea, come sul satellite.

Punto secondo: penso che il dvd recorder come ingresso abbia solo una scart rgb, quindi quella è la massima qualità che puoi ottenere. A meno che tu non abbia un modello come questo che accetta in entrata segnali component: http://ultimateavmag.com/dvdplayers/63/
Ma anche se così’ fosse avresti sempre bisogno di un decoder digitale terrestre con uscita component, tipo questo: http://it.kelkoo.com/b/a/sbs/100008013/14980239.html
A questo punto ammesso che le trasmissioni siano in alta definizione, potresti sia vedere che registrare in questo standard.

mah? il mio macchinetto per il digitale è strazeppo di prese controprese jack e quant’altro nella parte posteriore… ci devo guardare bene

e il dvdrecorder mi si è scassato… ne ho visto uno da MW della Liteon a 249 neuro che mi pareva interessante con dentro anche l’HD da 80 Gb però non so se ha questo affare composito

e per finire il punto 3: ma le trasmissioni sono o non sono già in alta definizione che non ho ancora capito???

e per finire p.s. punto 4: per mesi e mesi hanno strapompato sto cazzo di digitale terrestre con questa questione dell’alta definizione, ma mica hanno mai detto che per poterne fruire c’era da stare dietro a 'sti trecento pallini

Attento a non fare confusione fra composito (qualità scadente, il classico cavetto video a 1 rca) e component (3 rca). E’il secondo che ti permette di vedere in alta definizione. Il tuo tv lcd che prese ha? Se mi dai questa informazione unitamente al modello del liteon e quello del tuo decoder terrestre ti posso consigliare il collegamento migliore.
Per quanto riguarda le trasmissioni attuali non ti so dire se sono già in alta definizione, ora mi informo e poi ti dirò.

Al momento trasmettono in alta definizione solo alcune TV satellitari (tipo HD1080 e PREMIERE).

Per chi avesse acquistato (dal 1° gennaio fino al 31\12 di quest’anno) televisori con integrato il decoder digitale (mhp) sarà possibile ottenere una detrazione Irpef del 20% (tetto di spesa € 1000,00).

A sorpresa il recente decreto attuativo ha esteso la detrazione anche per l’acquisto del solo decoder (sempre di tipo mhp).

Il ‘passaggio’ al sistema digitale viene invece spostato al 2012

Allora io avrebbi il decoder digitale incorporato. Ho fatto partire la selezione automatica ed a parte i canali a pagamento mi prende solo La7 e mediashopping.

Bisogna fare qualche configurazione particolare? Abito ad Alessandria e che io sappia il segnale è più che buono.

Sei riuscito poi a vedere anche qualcos’altro?
Sono un po’ preoccupato dato che dal 16 giugno anche qui staccheranno l’analogico…

Cambiano gli apparecchi, ma non solo.
Anche i contenuti seguono la trasformazione
Addio vecchia televisione
il digitale è già realtà
Internet si prepara al sorpasso come mezzo di comunicazione di massa

Io nel mentre mi sono comprato un Decoder Free della Id Sat (29€ da Media World)…
Più che altro per avere la guida Tv “Virtuale” sul mio HD Recorder…
Non ho opzione carta ricaricabile ma a conti fatti meglio così.