Django & Django (Luca Rea, 2021)

Visto a Venezia78: in America c’è John Ford al primo posto, poi a pari merito ci sono Raul Walsh, Peckinpah, Hawks e tanti altri… in Italia c’è Sergio Leone, e dopo, senza alcuna discussione, c’è Sergio Corbucci… In sintesi è così che Tarantino spiega la nomea di secondo regista più famoso di spaghetti western di Sergio Corbucci, a cui è dedicato questo bel documentario. E proprio Tarantino, coi suoi brillanti interventi, spiega l’autorialià del regista romano raccontando la sua storia, le sue idee politiche, i suoi film. A corredare il tutto, filmati inediti dietro le quinte e interviste a Ruggero Deodato e Franco Nero. E non fate come me, aspettate la fine dei titoli di coda…

1 Mi Piace

Mannaggia a te, sei uno di quelli che si alza in piedi e non mi consente di leggere i titoli di coda?!?! :smiling_imp: :innocent:

PS Sono contento che Luca sia arrivato a Venezia con il suo film! :smiley:

Al contrario, di solito rimango fino all’ultima riga, ma hanno acceso subito le luci a fine proiezione e mi sono fatto abbindolare…

1 Mi Piace

Certo che ad un festival (importante come venezia poi!) le luci dovrebbero accenderle solo al termine di tutti i titoli!!!

C’è da dire che non era la proiezione principale, quella cioè in Sala Grande, ma una riproposizione per il pubblico in una delle tante altre sale.

1 Mi Piace

Ciao!

ahhhh…che rabbia!!! Ma non hanno pagato il biglietto come me per avere tutta questa voglia di andarsente? Oppure gli mettono le molle sotto il sedere? :smiley: :smiley:

Io ad ogni modo, da quando in molti film hanno tolto i titoli di testa (una barbarie), resto a vedere quelli di coda (lo avrei fatto ugualmente, d’altronde) almeno fino a quando non scopro chi ha fatto il catering! ;-D

Ciao!
C.

1 Mi Piace