E' scomparso Kurt Vonnegut

Gravissima perdita per la letteratura americana (e per quella mondiale).
E’ infatti scomparso Kurt Vonnegut, uomo geniale e autore di romanzi divenuti ormai classici contemporanei quali “Mattatoio n° 5” e “La colazione dei campioni”. Dato il grande successo ottenuto questi libri sono stati in seguito adattati per il grande schermo (rispettivamente da George Roy Hill e Alan Rudolph) ma purtroppo, in ambedue le trasposizioni, la genialità dei romanzi di partenza non è che un pallido ricordo

http://www.repubblica.it/2007/04/sezioni/spettacoli_e_cultura/morto-vonnegut/morto-vonnegut/morto-vonnegut.html

Uh, tutto ciò è tremendo: Vonnegut era uno dei miei scrittori preferiti, che nonostante gli anni era ancora una mente lucidissima e avanti anni luce rispetto a miliardi di giovani scrittori. Brutta notizia.

Ci son rimasto davvero male, bruttissima notizia. Mi rileggerò per l’ennesima volta “Mattatoio 5”…

Brutta notizia veramente, non ho mai letto niente di lui purtroppo ma persone che stimo me ne hanno sempre parlato benissimo…una grande perdita per la letteratura…

Malissimo…provvedere.

Gravissimo lutto. Proprio tre mesi fa, sul suolo martoriato di Dresda, meditavo su Mattatoio n.5…

Puoi consigliarmi qualcosa come inizio?

Comincia del classico dei suoi classici… ovvero “Mattatoio n°5”: non te ne pentirai! Dovresti trovarlo nei tascabili feltrinelli :slight_smile:

Guarda, secondo me Mattatoio n°5 - che rimane molto bello eh - non è proprio il più adatto per cominciare, io piuttosto partirei da qualcosa di più “facile”, tipo Ghiaccio 9, Perle ai Porci o ancora meglio Piano Meccanico, che è uno dei pochi suoi scritti ascrivibili al genere fantascientifico, che può ricordare lavori come Il Mondo Nuovo di Huxley, Farenheit 451 di Bradbury o 1984 di Orwell.

Sono d’accordo però “Piano Meccanico” è meno indicativo del suo stile… a questo punto forse per un novizio sarebbe meglio cominciare dalla raccolta di racconti “Benvenuta nella gabbia delle scimmie” (edizioni SE… che però su bol risulta non più disponibile :() in modo tale da avere un panorama abbastanza ampio del suo tipo di scrittura

Grazie per i consigli a tutti…:slight_smile:

Ti hanno già consigliato [ed anche bene, direi]; io comunque ti avrei detto di partire con “Piano Meccanico” e “Mattatoio 5” :slight_smile:

Thank You Neubauten…

Mi accodo ai ringraziamenti, stavo pensando da un po di prendere “mattatoio n°5”, ma a questo punto penso seguirò i vostri consigli.

Certo che è un po triste pensare di mettersi a leggere un autore, fino ad oggi solo sentito nominare, per la risonanza che ha avuto la sua morte…mi sento un po uno di quelli che compravano le raccolte postume di Battisti :stuck_out_tongue: