Freaks Out (G. Mainetti, 2020)


E’ stato appena rilasciato il trailer del secondo film di Gabriele Mainetti in uscita, salvo ulteriori rinvii, il 16 dicembre di quest’anno.
E’ la storia di un gruppo di circensi ai quali sparisce misteriosamente il proprietario del circo e che allora cerca di scappare dalla Roma occupata dai nazisti durante la fine della seconda guerra mondiale.

Il trailer sembra rivelare la presenza delle stesse caratteristiche del predecessore Lo Chiamavano Jeeg Robot: romanità e fantascienza. Non mi ha fatto saltare dalla sedia e nella mia statistica personale lo considero un buon segno. Troppo spesso a trailer fantasmagorici sono seguiti film piatti e viceversa.
Vedremo.

Visto a Venezia78: IMHO una grossa delusione, lo paragono al Pinocchio di Benigni per quantità di mezzi usati inversamente proporzionali alla qualità del risultato finale… Il film è troppo lungo e IMHO non trasuda vero amore per i monsters, i diversi. E rischia di essere irrispettoso per come gioca col nazismo, e i partigiani… Nel finale diventa un cinecomic, ma è davvero debordante, frastornante… senza senso della misura. Poi, un impianto così grosso, scenografie enormi, costumi sfarzosi, CGI a profusione, sembra di volare… per poi tornare sulla terra col provincialismo del dialetto in bocca ai protagonisti…

1 Mi Piace