Frightmare - Nero Criminale: Le Belve Sono Tra Noi (P. Walker, 1974)


http://www.imdb.com/title/tt0071523/

Ricordo a tutti i forumisti, romagnoli e non, che domani sera a Faenza, al cinema Italia, proiettiamo il fondamentale “Nero Criminale” di Pete Walker, rigorosamente in 35 millimetri. Spero che qualcuno si palesi.

Magari potessi esserci.Il film di Walker mi piace assai,e dal momento che fino ad oggi ho potuto visionare solo l’insulso master della AVO sarebbe magnifico gustarselo su pellicola,tanto per cambiare.Sono previsti ospiti particolari?Chissà che fine ha fatto la luciferina Sheila Keith…

E’ scomparsa qualche anno fa.

Mi spiace,fosse ancora fra noi immagino che potrebbe raccontarne di carine sulle sue collaborazioni con Walker.Andrea,per caso ricordi qual’era il formato cinematografico di Nero criminale?Dubito si trattasse del fullframe AVO.Fra l’altro,mi son sempre chiesto se la versione AVO fosse integra o no,dato che c’è un vistoso salto di pellicola nella scena in cui la Keith affronta furibonda lo psichiatra(“TU MENTI!Me lo dicono le carte”).

Se non erro il formato corretto è 1.85:1 .

Giudicate voi se non metteva strizza:

Tanti anni fa le avevo scritto tramite il suo agente, ma purtroppo non mi ha mai risposto.

Sì,ricordo che me ne parlasti.Chissà poi perchè non ha risposto?Mi chiedo se serbasse un buon ricordo di quei film,o se magari li detestasse.A sentire Norman J. Warren,lo stesso Walker si sarebbe dato all’horror più per ragioni alimentari che per un effettivo amore verso il genere.

Nei vari commenti audio di walker ai suoi film, che si trovano nel cofanetto anchor bay, parla spesso della Keith; c’è addirittura un breve documentario su di lei.
walker racconta anche dei suoi inizi, di come abbia cominciato coi film di serie b perchè era più facile esordire subito, mentre molti suoi giovani colleghi giravano per gli uffici di produttori senza riuscire a combinare niente.
la cosa che mi ha colpito è che Walker aveva scelto peter cushing per il prete della casa del peccato mortale, ma cushing era impegnato con altri film e ha rifiutato.

(la discussione su Cushing e La Casa Del Peccato Mortale continua QUI)

Di Distruggete Frankenstein ho un master che mi aveva passato Zoroastro,e in effetti la scena dello stupro è in lingua originale sottotitolata;per cui credo tu abbia ragione a sostenere che mancasse dalla versione a suo tempo circolata nelle sale italiane.

Rispolvero il thread per domandarvi se il master usato dalla AVO per il DVD sia migliore di quello a suo tempo presente nella VHS. Formato corretto, almeno? So che è un letterbox, non ho mai osato acquistare l’edizione digitale nostrana perchè della Bulath mi fido poco… che mi dite in merito? Qualcuno l’ha preso?

In uscita per Sinister a marzo.

ieri ho rivisto il grandissimo film di Walker su dvd Sinister.
master decisamente buono, finalmente wide e anamorfico come nel resto del mondo. la vhs Avo (open matte) la conserverò giusto come cimelio, ma preferisco di gran lunga l’inquadratura wide.
peccato per l’assenza di extra (a parte il trailer), un film come questo io meritava ben altro trattamento.
ma vabbè.

Rivisto ieri notte dal dvd Sinister.
Lo ricordavo migliore, resta sempre un gran film, intendiamoci, ma ne avevo un ricordo più forte. Lo ricordavo anche più spaventoso.
Grandissima comunque la Keith e molto bello il finale (che se fosse finito sul fermo immagine SENZA la voce off sarebbe stato ancora più riuscito, secondo me).

Il dvd Sinister non ha un gran master, secondo me. Molto rovinato e con parecchi problemi di transfer, specie nella prima parte. Il film si guarda tranquillamente, la qualità è accettabile ma nulla più, almeno per me.
Tra l’altro ho pure qualche dubbio sul formato, ora… Credevo che 1.85:1 fosse quello giusto ma mi sa che forse un 1.66:1 sarebbe più corretto.

L’aspect ratio originale era 1.37:1, ci sta che il formato più corretto fosse l’1.66:1. Il film in sé mi piace molto, in effetti più naif rispetto ai due capolavori walkeriani House Of The Whipcord e la casa del peccato mortale. Però come giustamente hai rilevato la Keith è memorabile e terrorizzante come suo solito e l’atmosfera è quella dei suoi horror migliori. Sembra un thriller televisivo di Brian Clemens con l’aggiunta del gore, amo tantissimo quella tipologia di gialli macabri british.

(A me la voce off nel finale piace, senza sarebbe stato incompleto. Una sorta di loop satanico, della serie “la storia si ripete”).

Invece per il finale avrei preferito così: fermo immagine, silenzio, titoli di coda che scorrono senza musica.
L’avrei trovato più agghiacciante.

In questo dvd il prologo è in bianco e nero. Ora non vorrei dire una scemenza ma io ricordavo di averlo visto virato seppia in un altro master. Mi confondo?

Io l’ho sempre visto in bianco e nero, sia nella vecchia VHS AVO che in un master in mio possesso senza i microtagli dell’dizione AVO ma egualmente fullframe come formato.

lo penso anche io, e infatti il bluray è proprio a 1.66:1.
comunque magari nei cinema lo proiettavano a 1.85.

Ho visto ieri questo bel film di Pete Walker. Appena partono i titoli di testa, si capisce però che il formato 1.85:1 del dvd sinister è scorretto: i nomi degli attori sono troppo vicini ai margini, e i tarocchi sul tavolo sono evidentemente troppo tagliati. A mio avviso, Nero criminale fu girato in 4:3, e al cinema al massimo può essere stato proiettato in 1.66:1. Di sicuro non in 1.85:1 (salvo errori del proiezionista, cosa che avveniva non di rado).

Bello, visto ieri per la prima volta. Malatissimo e con una trama misteriosa che dura ben oltre la metà.
Nonostante l’ambientazione britannica la protagonista guida una FIAT e la si vede anche uscire da un cinema dove stanno proiettando “La grande abbuffata” (Blow out in Inghilterra) di Ferreri!