Garde à vue - Guardato a vista (Claude Miller, 1981)

Visto ier sera in uno scrauso dvd E-Mik dei tempi di Carlo Codiga, letterbox per giunta.
Film tutto girato in interni, in una stanza di un commissariato di polizia, dove il commissario (Lino Ventura) è alle prese
con l’interrogatorio di un notaio (Michel Serrault) sospettato di aver stuprato e ucciso due ragazzine.
Bellissimo.
Il finale è inaspettato, direi. Presente anche una grandissima Romy Schneider, nelle vesti della moglie di Serrault.
Da vedere.

1 Mi Piace

Bello, concordo. Ventura gioca con Serrault tipo il gatto col topo.

Film chiaramente molto dialogato, forse tratto da una piece teatrale?

1 Mi Piace

No, da un romanzo di questo, bravissimo ma oggi dimenticato, autore britannico:

https://it.wikipedia.org/wiki/John_Wainwright

Di sicuro non avranno niente a che fare tra di loro, ma la descrizione della trama mi ha portato alla mente una pura formalità di tornatore.

1 Mi Piace

Non sbagli. Tornatore avrà sicuramente visto il film di Miller.

1 Mi Piace

Veramente un ottimo film, interpretato da due attori immensi. Ventura eccezionale. Peccato che questa pellicola sia poco conosciuta. Ovviamente poi in USA ne hanno fatto un remake di scarso valore.

1 Mi Piace

Visto l’estate scorsa, bellissimo, tutto girato la notte di Capodanno sotto un diluvio. Ventura & Serrault bravissimo, così come Romy Schneider. Ovvia l’ispirazione a Peppino Tornatore. Un capolavoro da preservare con cura.

1 Mi Piace