Gatti rossi in un labirinto di vetro

http://www.cinematografo.it/pls/cinematografo/consultazione.redirect?sch=14125

Visto recentemente questo film lenziano. Belle location esterne (Barcellona) e discreto gineceo all’opera (Brochard in erba et cetera). Sceneggiatura non propriamente lineare, un po’ troppo didascalica. Però, gli stilemi del thriller all’italiana sono usati alla perfezione.
Volevo fare due domande ai super esperti:

  1. ho visto il film in una buona edizione, con un formato che mi sembrava corretto, titoli di testa in inglese, audio italiano tranne la scena “saffica” con audio in inglese. Qualcuno mi spiega di che razza di versione si tratta e se ne esistono altre?
  2. l’attrice negretta, che si vede anche in altri film dell’epoca, come si chiama e che fine ha fatto?
    Grazie

La moretta/negretta credo che subito dopo si sia data all’hard di massaccesiana memoria. Chiedere al Senator Grattarola per conferme.
Tornando al film e detto tra noi, dopo IL COLTELLO DI GHIACCIO, il peggior giallo lenziano.

mah invece è il miglior giallo lenziano

1 Mi Piace

Dovrebbe essere la vhs General Video Recordings con master inglese (The Secret Killer).

Ines Pellegrini. Dovrebbe essersi ritirata dalle scene dopo Sono un fenomeno paranormale. Forse A.N., o chi per lui, ne sa qualcosa di più.

Hard massaccesiano? Ma quella non era Lucia Ramirez (o qualcosa del genere)? Effettivamente dovrebbe invece trattarsi di Ines Pellegrini. Non ho visto Il coltello di ghiaccio. Comunque, se questi sono i film brutti… ben vengano.

Concordo. A me è piaciuto moltissimo. Trovo poi straordinaria la colonna sonora.

Ma chi, quella che ha partecipato nel film Il fiore delle Mille e una notte di Pasolini??

Si tratta della milanesissima Ines Pellegrini, già nudo frontale nel film di Pasolini, che con l’hard non c’entra niente. Occhio, piuttosto, alla presenza del grande Georges Rigaud, frequentatore quasi stabile di tutti i thriller italo-spagnoli di quegli anni.

Attore che ho sempre apprezzato. Come dimenticare le sue interpretazioni in thriller come Tutti i colori del buio o Perchè quelle strane gocce di sangue sul corpo di Jennifer? Fra l’altro, chi era che lo doppiava in Italiano? Aveva una voce davvero impostata, e a mio parere rendeva benissimo la recitazione del bravo Rigaud.

Bravo Corrado, hai colto il punto essenziale.
Il doppiatore di Rigaud nella maggior parte dei casi era l’inarrivabile Gualtiero De Angelis. Provate a risentire il finale di “Quelle strane gocce di sangue sul corpo di Jennifer”, quando dice la famosa frase tipo: “Sìì, e adesso toccherà a te…”. Indimenticabile.

non male,anche se il movente spiegato nel finale e’ un po’ troppo contorto per me il miglior omicidio e’ quello della lesbica,con l’inquadratura del portacenere!!
GEORGES RIGAUD e’ un attore culto!!,tra l’altro in questo film(purtroppo) non e’ doppiato da GUALTIERO DE ANGELIS ,e nella LUCERTOLA e’ doppiato in maniera splendida da GIANFRANCO BELLINI(scomparso da poco,sigh)

> per me il miglior omicidio e’ quello della lesbica
> GEORGES RIGAUD e’ un attore culto!!,tra l’altro in questo film(purtroppo) non e’ doppiato da GUALTIERO DE ANGELIS ,e nella LUCERTOLA e’ doppiato in maniera splendida da GIANFRANCO BELLINI(scomparso da poco,sigh)

A’ Lusiertolà, aritanga con lesbiche e lusiertole…

Ottimo thriller,voto:7

Annunciata l’uscita in DVD il 5/12/2007!
Ecco i dati tecnici presi da videociak.net:

Produzione NextVideo
Lingue Italiano
Schermo 2.35:1 Formato 4/3
Audio Dolby Digital Mono Originale
Contenuti Edizione da collezione ricca di Extra , Documenti dell’epoca e dichiarazioni dei personaggi . Nuovo transfer dal negativo originale integrale restaurato . Trailer Originale .

Il prezzo è ottimo, 8,90 euro

Bye

Copertina:

grande notizia… di questo film ho la vhs LF che, almeno la mia, spesso presentava fastidiosi disturbi audio… se ricordo bene si trattava di distorsioni:mad:
è arrivato il momento di “archiviarla”:wink:

molto bene!..molto bene!!!, grande film.
Anche in questo caso (scusate se mi ripeto), mi domando se gli extra cosi’ succosi scritti da videociak, siano veritieri…mmmm

Devo dire che tra i thriller-gialli di Lenzi considero questo (parere ovviamente personale) il più banale. Che non vuol dire brutto! Direi che è un classico giallo di quegli anni, però troppo classico da diventare poco interessante e con pochi colpi di scena. Poi il movente finale lo trovo un po’ ridicoletto, c’è sempre un prete di mezzo (vedi 7 orchidee, nightmare beach) che sembra finirci dentro, omicidio poco gustosi (ma non prioritari a mio parere), le location non mi sono paiciute quasi per niente, i tentavi di depistare il vero assassino sono prevedibilissimi e altre cosette che ora non ricordo.
A mio avviso, è decisamente più interessante e fuori schema Il coltello di ghiaccio che mi ha davvero stupito al contrario di quanto ho letto qui. Ovviamente “7 orchidee” sta sopra. :slight_smile:

uomomorto, ultimatum, usa il tasto spoiler.

Scusa, ma non ho svelato niente di compromettente!! Non l’ho usato apposta lo spoiler perchè non lo era necessario visto che non ho anticipato nulla.

PS: avrei voluto dire questo in MP ma non reisco a invarne, nonho proprio l’icona. come mai?