GdR gigs

A quale concerto siete stati o vi apprestate ad andare?

nell’ultimo mese in pieno clima revaival sono stato a rivedere dopo 20 anni gli almamegretta e i 99 posse

i 99 posse così così, mi ha destato una certa impressione vedere zulù ‘quasi’ normalizzato, dimagrito nel peso personale e in quello del ferro che aveva in faccia, certo la carica di 20 anni fa non ce l’hanno più, mi ha sorpreso che non hanno riproposto nessuna musica del (bel) disco che fecero con meg e i subsonica credo, forse non si sono proprio divisi serenamente mi viene da dire, però comunque qualche gradevole performanz l’hanno fatta anche se un certo tipo di musica di protesta oramai lascia il tempo che trova

invece nonostante il bidecennio passato gli almamegretta mi sono garbati proprio eh, vero è che all’epoca comunque mi piacevano più loro, con tutto il rispetto per l’altro cantante con raiz sono tutta un’altra cosa con la solita voce gonfia di passione, hanno aggiornato basi e ritmi spaziando molto

casomai dovessero passare dalla vostra città andateli a vedere senz’altro che sono sempre due ore spese bene

Non capisco questo nuovo andazzo di iniziare le prevendite un anno prima, comunque da oggi disponibili i biglietti per The Cure: 29 ottobre 2016 Arena di Casalecchio di Reno, 30 ottobre Palalottomatica di Roma, 1 novembre Forum di Assago. Prezzi altini…

Soprattutto se dopo qualche ora gia’ sono finiti, come sembra nel caso specifico. Che palle, ma dimmi te se per andare a un concerto uno deve stare attaccato al pc a fare refresh su quella mafia di Ticketone.

Io ho preso due biglietti per la data di Roma, primo anello numerato in prima fila (non ho più l’età per stare nel parterre). Quasi 200 euro in tutto ma sticazzi, meglio spendere per un concerto che per altro.
Anch’io sono perplesso per il grande anticipo (il concerto è praticamente tra un anno) ma i bagarini si staranno certamente fregando le mani.

beh perdonatemi ma se questi hanno già venduto tutti i biglietti di un concerto che si farà tra un anno sommessamente mi sa che hanno ragione loro

Non sottovalutare il business dei bagarini che, ti assicuro, è molto più grosso di quanto sia lecito pensare.

Tre concerti in tre palazzetti andati sold out, o quasi, in poche ore non e’ normale…stessa cosa per i Black Sabbath a Verona, i Foo Fighters a Cesena, e molti altri casi, tutto esaurito in pochi minuti ma subito dopo in vendita, ovviamente maggiorati, in siti tipo questo:

http://www.viagogo.it/Biglietti-Concerti/Rock-e-Pop/The-Cure-Biglietti/E-1381132?affiliateID=1781&PCID=AFFITIAFF17819D1CD8E9DE-1-7ac6f491-it-428895

Ticketone e simili non dovrebbero esistere, tra l’altro non danno niente in piu’ rispetto a una rivendita di biglietti tradizionale (anzi, devi pure pagare le spese di spedizione).

Capitano sempre più spesso cose simili (io ho perso Gilmour per colpa di questa gestione insensata delle prevendite).

Siti come viagogo non sono altro che siti di bagarini. Incredibile che possano esistere così liberamente.
Due anni fa ci presi due biglietti per Stevie Wonder pagandoli 100 euro l’uno, esattamente il doppio del loro costo originale. Una roba assurda.

Ma com’è possibile che nessuno intervenga per bloccare questa cosa? Mi pare una legalizzazione del bagarinaggio bella e buona…

Qui un paio di articoli, non poi così esaustivi, ma che toccano l’argomento:
http://www.lettera43.it/cultura/musica-i-bagarini-20-sul-secondary-ticketing_43675154563.htm
http://www.rockit.it/articolo/bagarinaggio-online-legalizzato

Presi due biglietti per Queen + Adam Lambert a Padova il 25 giugno, area gold nonsochecosa

Un bel salasso ma sticazzi

il fatto è che questo sistema conviene a tutti

i circuiti come ticketone oltre ai diritti di prevendita guadagnano su una questione non da ridere, che è incassare i soldi dei biglietti oggi e pagare tutto tra un anno, all’epoca quando ero un pochetto dentro al giro c’erano ditte che facevano la prevendita che lavoravano in perdita, nel senso che pagavano loro l’organizzazione per fare la prevendita e non viceversa e poi finivano per guadagnarci col fatto di avere i soldi subito (poi per la verità sono falliti tutti)

non mi stupirei che la questione fosse ancora così

l’altro paradosso è che i biglietti nominativi per le partite di calcio sono una grandissima rottura di coglioni ma quantomeno hanno pressochè ucciso il bagarinaggio. lo volessero fare secco anche per i concerti il modo si troverebbe ecco

Difatti è da ieri che bestemmio dietro a TicketOne per comprare i biglietti per il concerto dei Cure a Casalecchio. Concerto che si terrà fra poco meno di un anno. Nulla, appena aperta la prevendita, inesorabile, il bollino rosso Non disponibile.

Io comunque non ho capito bene come funziona la cosa: ieri pomeriggio a biglietti esauriti su Ticketone ho chiamato il mio negozio di dischi di fiducia, il quale mi ha detto che aveva ancora 6 posti disponibili sulle gradinate. Alla fine non li ho presi perche’ erano tutti posti isolati tra loro e me ne servono due vicini, ma non ho capito come mai lui ne aveva di disponibili e Ticketone no…sono circuiti diversi?

E’ qui vicino, il posto e’ fico, ci ho visto i Massive Attack l’anno scorso, e’ la “piazza” del paese con villa sullo sfondo dove mensilmente fanno un grandissimo mercatino dell’antiquariato:
http://www.villacontarini.eu/

Fu simpatico l’anno scorso come dicevo ai Massive Attack: concerto previsto per le 21 se non ricordo male, tempo incerto, poco prima dell’ora fatidica comincia a piovigginare. Passa il tempo e i cancelli non si aprono…nessuna notizia, gente stipata fuori e nei bar, cominciano a girare le voci incontrollate come alla proiezione della Corazzata Kotiomkin, concerto annullato, no stanno verificando, si’ e’ annullato, sulla pagina Facebook l’organizzazione continua a scrivere cose tipo “stiamo verificando la fattibilita’, tra un quarto d’ora comincia!” e intanto passano le mezz’ore…
Alla fine, cominceranno poco prima delle 23. Attesa infinita e concertone della madonna. :slight_smile:

Ma dove potrebbe essere questa “area gold”? Immagino sia subito davanti al palco…

Non saprei ma immagino di si’, sara’ l’area fronte palco transennata in modo da separarla dalle file retrostanti.

Sì, va be’, ma io sto vivendo il dramma del primo tour italiano dei Cure che potrei non riuscire a seguire da quindici anni a questa parte e voi mi parlate dei Queen?! Insenzibb​ili.

:emotsiren:emotsiren:emotsiren ATTENZIONE! Vivaticket ha aperto i rubinetti e reso disponibili ancora biglietti! Io ne ho appena presi due in gradinata! :smiley:

Per chi non ha trovato biglietti: i Cure hanno aggiunto un’altra data a Milano