Greta La Donna Bestia

Nel male sarebbe una cosa molto interessante,cosi’ si potrebbero vedere i tagli operati dalla nostra censura.

Di un taglio sono sicuro
:La morte cannibalica di ilsa nel finale,l’audio infatti e’ quello inglese.

Ho controllato i titoli e purtroppo sono in lingua inglese, ovvero col titolo Ilsa The Wicked Warden :frowning:

Thank you :wink:

Se così stanno le cose, è una versione assolutamente inutile!

Mi piacerebbe sapere con quale criterio (lo so, nessuno…) la Ermitage scelga i master…

A tuo avviso la scena finale puo’ essere tagliata,anzi potresti postare la durata

Da quando greta-ilsa viene buttata sul letto fino alla fine

Cosi’ lo controllo.

bisogna anche dire, però, ad onor del vero, che la sequenza finale cannibalica ripete spesso e volentieri dettagli identici… così com’è concepita potrebbe durare anche un’eternità eh eh eh
:wink:

Visto stasera, quei maledetti di Artale e Marino mi stanno facendo venire voglia di guardarmeli un po tutti questi filmacci…:), tornando al film mi è abbastanza piaciuto, la Thorne è un figone pazzesco ma in viso pare plastificata, strano perchè all’epoca aveva solo 34 anni già era ricorsa al lifting?
Comunque divertente con qualche bella scena forte.

FELICITAZIONI!
è uscito il bluray Ascot - Elite con la versione integrale e la traccia italiana… ho dato un’occhiata veloce, bel master.
solito audio 5.1 farlocco… ma personalmente me ne frego. era da troppo tempo che bramavo un’edizione così di Greta.

devo correggermi: ieri notte ho visto il bluetto per intero e devo dire che l’audio ita non è molesto come quello di Jack lo Squartatore.
anzi, tutto il contrario.
è un 5.1… ma l’audio esce principalmente dal centrale aprendosi sugli altri canali soltanto nei momenti di musica o durante qualche effetto. insomma nessun problema concreto… anche il master mi è piaciuto, certo magari non è impeccabile ma la resa è ok.
rivedere il film è stato un piacere, per me il miglior “capitolo” della saga dedicata ad Ilsa ed uno dei migliori film del grande Jess. non è visionario e delirante come altri titoli ma ha dalla sua una carica di perversione malsana che non lascia indifferenti.
ci sono scene davvero strong (la Thorne che si diletta con gli spilli; la Romay che si fa praticare un anilingus dopo aver defecato; l’esecuzione di una prigioniera con busta di plastica; lo stupro feroce di un manipolo di prigioniere… giusto qualche esempio insomma) altre molto intriganti ed evocative (potente la scena con le prigioniere ormai distrutte dalle torture e dagli elettroshock che girano in tondo)

a corredare il bluray, interviste a produttore e regista con possibilità di subs inglesi.

i fan di Franco, della Romay, di Ilsa e del wip, non si lascino sfuggire questa edizione che ha tutta l’aria di essere quella definitiva. inoltre su amazon costa davvero poco, quindi che aspettate?

http://www.amazon.de/Ilsa-Butcher-Goya-Collection-Blu-ray/dp/B00ET061AU

Bell’oggetto il br Ascot, appagante almeno quanto la presenza scenica della Thorne, creatura tanto parossistica e assurda quanto erotica. Per il resto però, nonostante la prestigiosa firma di Franco, a me non è sembrato un capitolo particolarmente riuscito ed interessante della saga di Ilsa (ancorché apocrifo). Mi pare che Franco manipoli e reinterpreti molto pigramente il genere WIP, con poca ispirazione e meno personalità del solito; più che altro “gestisce”, limitandosi a infilarci dentro l’onnipresente Lina Romay (con un taglio di capelli alla Rita Pavone molto antierotico), a rendere debitamente gore alcuni episodi, e a mettere in ogni modo possibile sul podio la Thorne. Assolutamente giusto e comprensibile, se hai Ibrahimović in formazione lo fai giocare sempre e gli costruisci la formazione attorno. Nota di demerito per il doppiaggio italiano che si prende diverse libertà rispetto al testo originale.