I lunghi giorni della vendetta (Florestano Vancini (Stan Vance), 1967)

Anno: 1967
Cast: Giuliano Gemma, Francisco Rabal, Gabriella Giorgelli, Nieves Navarro.
Durata: 115 min.
Regia: Florestano Vancini

Ho visionato da poco il dvd X-Rated ed ho notato con stupore che la versione con lingua italiana non è quella da 90 minuti tagliata come riportano la cover del dvd e la maggior parte di siti, ma quella integrale di 117m.; è la versione spagnola senza traccia italiana a durare solo 90 minuti

1 Mi Piace

io ho prso il dvd della Nocturno, lo vidi tempo fa e non ricrdo la durata…
sulla cover xò porta 117 minti…

Grandissimo film di Vancini questo…
Nei titoli di testa il regista è accreditato come tale STAN VANCE :smiley:
Confermo dopo averlo ri-visionato con amici ieri sera che la versione è quella da 117 minuti integrale.
Peccato che la qualità non sia eccelsa, ma alle volte si sa…dobbiamo saperci accontentare…:slight_smile:

Il master del dvd è lo stesso usato per l’uscita in vhs sempre curata da Nocturno qualche anno prima,la qualità quindi non è un granchè.Comunque è uno dei migliori western con Giuliano Gemma,la storia ispirata al conte di Montecristo è molto congeniale al genere e il bunueliano Francisco Rabal è un cattivo coi fiocchi.

Da quando ho scoperto che questo film prende ispirazione da “Il Conte di Montecristo” sto cercando di recuperarlo in tutti i modi, ma il DVD Shendene è introvabile: ho scoperto però che questo film vanta diverse edizioni straniere (di cui ben 3 tedesche), quale mi consigliate di recuperare?

Molto bello e interessante. Se la gioca con “Cimitero senza croci” e “Giù la testa” per il primato di stroncatura più imperscrutabile del dizionaro di Giusti. È il più ambizioso dei western- feuilleton con Gemma, non a caso ispirato al romanzone d’appendice per eccellenza: “”Il conte di Montecristo”.

Nell’ingegnosa e intelligente sceneggiatura si sente molto forte l’impronta di Fernando Di Leo (anche aiuto regista), con diverse anticipazioni dei suoi noir degli anni ’70. Bellissima la prima ora, un po’ macchinoso qualche passaggio nella seconda, ma con un finalone coi fiocchi. Notevole la trovata…

… di non inquadrare mai in faccia un Gemma cappelluto e barbuto per i primi 25 minuti di film, fino alla lunga e tesa scena in cui si fa radere da uno dei suoi nemici.

Ma ci sono idee notevoli quasi in ogni sequenza.

Probabilmente era un regista poco western, ma Vancini ha ben altro scatto e respiro rispetto alla solida staticità dei soliti Ferroni e Stegani, registi di fiducia di Gemma in questo genere di film. Vancini regala al film un’aria originale, da thriller girato all’aperto e sotto il sole, che ribalta la claustrofobia tipica del genere. Le sequenze sono spesso molto complesse, con diverse azioni che si sviluppano in parallelo, cosa insolita per il western in generale, quasi unica negli spaghetti.

Perfetto Gemma, nel suo classico ruolo drammatico di innocente perseguitato, ma dotato dell’imperturbabilità e le battute pronte dei suoi ruoli più brillanti, il che accentua l’ambiguità e complessità del suo personaggio, che di fatto è quasi il “cattivo” del film, dato che, a parte all’inizio…

… dove li vediamo ammazzare schiavi negri e peones…

… i malvagi del film sono visti come vittime.

Bellissima come sempre Nives Navarro, simpaticissima e molto sexi l’insolita Gabriella Giorgelli. Tutti con le facce giuste al posto giusto il resto del cast.

Visto ieri nel pessimo dvd Nocturno-Shendene, master letterbox probabile riversamento da beta su dvd, che viene però spacciato per anamorfico. Il film non mi ha entusiasmato, al contrario l’ho trovato alquanto soporifero, se si eccettua inizio e finale. Ho apprezzato lo stile di regia di Vancini/Di Leo, nonché la sceneggiatura in parte “diversa” rispetto ai canonici western; bella la fotografia perennemente sotto il sole (pare che Vancini non volesse girare senza la luce ottimale), e la scena della barba, che pare ben ripresa da Valeri/Leone in Il Mio Nome è Nessuno. Interessante l’intervista a Di Leo contenuta nel dvd, fa una disamina della nascita del western europeo e di questo film in particolare, di come Vancini non ne volesse sapere di girarlo e quanto lo detestasse in seguito.

Doppiaggio:
Giuliano Gemma: Renato Izzo
Francisco Rabal: Nino Del Fabbro
Nieves Navarro: Benita Martini
Conrado San Martin: Giorgio Piazza
Pajarito: Franco Latini
Franco Cobianchi D’Este: Roberto Bertea
L’attore che intepreta Gomez è doppiato da Antonio Guidi
L’attore che interpreta il secondo sceriffo è doppiato da Adalberto Maria Merli

L’ho appena visto per la prima volta e mi è molto piaciuto, anche se come qualità non era eccelsa trattandosi del dvd Nocturno che poi era simile alla vhs della collana western, comunque ha una bella trama ed è avvincente fino alla fine, poi la presenza della bellissima Nieves Navarro lo rende, almeno per me, piu’ “godibile”!!! :wink:

Qualche fotogramma dalla pessima edizione x-rated, che contiene due versioni del film: una in formato 2,85:1 con lingua tedesca, spagnola e inglese; l’altra in 1,85:1 con audio italiano, tedesco e inglese.
Il sottotitolo con la nota che il dvd è solo per il mercato austriaco e tedesco è escludibile (precisazione per chi, nonostante tutto, volesse prendersi 'sta ciofega).
A quando una degna edizione?

mediabook Explosive Media, con due cover differenti, in pre-order

3 Mi Piace