Il Bosco 1 - Evil Clutch (A. Marfori, 1988)

Voglio, anzi, DEVO, spezzare una lancia a favore di questo film.
Troppo spesso leggo che viene considerato come l’horror più brutto, più sciatto, più sciagurato della storia.
Io l’ho rivisto proprio ieri notte (dopo averlo visto la prima volta una decina di anni fa) e l’ho clamorosamente rivalutato.
Intendiamoci…
Coralina Cataldi Tassoni è da fucilazione immediata, con il suo finto accento inglese oltre ogni decenze e il suo abbigliamento di rara eleganza… La sua interpretazione, poi, è davvero oscenissima. Non che gli altri attori scherzino, eh! A partire da Diego Ribon (il suo fidanzato) fino ad arrivare alla strega laidissima, passando per lo scrittore che parla attraverso la macchinetta che non so come si chiama.
Ok, gli attori fanno cagare, questo è palese.
Però…

Il film non è certo girato male, dai!
Tutte le sequenze con la steadycam (che tendono ad imitare Evil Dead) non sono affatto male e sono realizzate con competenza e con qualche idea. E anche gli effetti splatter (per carità… grossolani, eh) non sono da buttare via. Si è visto di peggio, dai, di molto peggio…
Ci sono troppi piani sequenza che andrebbero accorciati, ma il film non annoia e per 80 minuti ci si diverte abbastanza.
E qui confesso che ieri notte ho anche avuto un brivido guardando questo film!!! Giuro!!!

La sceneggiatura è risibile, ok, gli attori sono degli autentici cani, ok, le musiche fanno abbastanza pena, ok…
Però il film, IMHO, non merita la fama di superschifezza che gli è stata attribuita. Abbiamo tutti visto di peggio, di molto peggio.

In ogni caso la parlata di Coralina, il suo look davvero clamoroso, la sua scucchia che sembra quella di Antonio Hinoki sono cose che fanno bene al cinema e al cuore.

1 Mi Piace

A parer mio sono pochi, pochissimi i film che possono fregiarsi del titolo di autentico, genuino, fiero trash. IL BOSCO è uno di questi. Impossibile non ridere di fronte alla Tassoni e al suo accento, agli effetti splatter ultrartigianali e ad altri particolari incredibili (le cartoline all’inizio…). Proprio per il fatto di non essere girato del tutto coi piedi val la pena gustarsi il film di Marfori. Era conscio il regista di camminare pericolosamente sugli argini del trash, mentre preparava le scene? Sapeva che il suo film sarebbe stato ampiamente deriso un po’ da tutti e preso come esempio non di horror ma di qualcos’altro che proprio demenziale non è ma insomma… Puntava già da subito alla distribuzione Troma, in poche parole? Io non lo so e non lo voglio sapere, certo però che IL BOSCO resta un esperimento piuttosto singolare, in Italia, che forse pochi altri hanno avvicinato nelle intenzioni (forse Al Festa) e che, da vedere, resta ancor oggi un discreto spettacolo nello spettacolo.

mai visto, ma il buon Giorgio Wonka (:D) mi ha incuriosito con questa sua rivalutazione notturna, dove posso accatarmelo per una visione? si trova su qualche supporto???

thanx

Che bello il bosco 1, è bello per quanto è brutto, forse perchè è così. Piace perchè non può piacere.

Lo riguardo sempre volentieri.

Uscito in DVD per la troma col titolo “Evil clutch”

[b]Toxie’s Triple Terror, Vol. 2[/b] DVD (2000) DVD:

  A quanto ne so io, solo in modalità "Brigno" e solo con audio inglese.

Inoltre, in “Last action hero” con Schwarzenegger compare la locandina del film all’ interno di un cinema.

In italia uscì per la Eagle… inutile dire che ce l’ho :swat:

Il bosco 1 lo si apprezza ancora di più dopo aver conosciuto Marfori.
Gran personaggio.

Sono d’accordo con Swat: Il Bosco 1 è talmente brutto che alla fine risulta bello :smiley: (un po’ come Zombi Horror)

Il peggior FILM (non solo nell’ambito horror!) della storia. UN ABUSO di steadycam (vien da chiedersi “PERCHE’ l’hanno inventata?!”), NON attori allo sbaraglio, zombi che manco in una produzione Troma da 10 dollari… Marfori la deve ancora PAGARE, per questo PECCATO CINEMATOGRAFICO!!

Al Festa e il suo “Fatal frames”, a confronto, è “Quarto potere”+“2001-Odissea nello spazio”!!!

Non sono mai riuscito a capire il culto (negativo) nato intorno a questo pessimo horror. C’è di meglio, certo, ma c’è anche di peggio, solo che troppo spesso il peggio viene spacciato come Film Minore del Grande Regista e via dicendo.

Che ci sia “di peggio” lo devo ancora verificare… Di “girati peggio” ok, ma come riuscita (anzi, NON riuscita) il film di Marfori mi pare IMBATTIBILE!!

Beh, scusa,ma non è questo il caso.
Il culto qui nasce dal delirante che finisce per diventare eccesso. E l’ eccesso è sempre interessante. La semplice idea di fare un film del genere, scopiazzando La casa, delirando con la steady, scrivendo battute del genere e via dicendo ha creato il culto. E oggi questo alone di culto, meritato o meno non glielo si può più togliere. Per questo dico che lo si apprezza ancor di più conscendo il regista che tra le altre cose mi è sembrato un tipo bizzarro ma veramente ok.
Personalmente del Bosco 1 apprezzo proprio questo misterioso alone di culto. E’affascinante.

Io il film di Marfiori non l’ho mai coperto,ma trovo davvero difficile pensare a qualcosa di più idiota del thriller videoclipparo di Festa.E sì che di horror abominevoli ne ho visti…

Lascio il culto dell’affascinante “Il Bosco 1” alle nuove schiere di cinefili. Chissà che da questo culto, tra vent’anni, non nasca qualcosa d’importante.

Me lo auguro. Anche se purtroppo mi dispiace non far parte delle nuove schiere. Sono troppo vecchio per far parte di qualsiasi nuova schiera possa venirmi in mente…

Ci sono sempre i sindacati dei pensionati…

Io non mi posso iscrivere:manco ce l’ho,la pensione.
Tornando al Bosco,qualcuno ha mai fatto luce su quell’“1” del titolo?Era previsto un sequel o cosa?

Questo film é stato proiettato anche all’ultimo festival di Livorno (da vhs, ovviamente, perché “a noi ci piacere vedere i film in condizioni di merda”) e mi è stato riferito che il dibattito tra il pubblico e il regista è stato moderato da Paolino Stracultino.
Se tu fossi stato presente, caro Franco, avresti certamente capito le ragioni di questo “culto” per te così misterioso…

A me piace pensare che fosse un semplice vezzo.
Come quando io e gli amici che suonavano con me ai tempi del liceo intitolammo il nostro primo (ed unico) demo “GREATEST HITS 2”…

Praticare l’ipsazione guardando la scucchia di Coralina è un atto quasi contronatura…

1 Mi Piace

Ma la Coralina ha mai fatto commenti sulla sua partecipazione al film?Su un Nocturno antidiluviano dicevano che durante una proiezione s’era messa a piangere,con tutti i ragazzotti in sala che fischiavano e ululavano di gusto.