Indovina chi viene a cena?

Regìa di Stanley Kramer, 1967 (Guess Who’s Coming to Dinner)
Con Sidney Poitier, Katharine Hepburn, Spencer Tracy, Katharine Houghton, Cecil Kellaway, Roy Glenn, Isabell Sanford, Beah Richards, Alexandra Hay, Virginia Christine


Link ImDb

Deliziosa vecchia commedia hollywoodiana. Ok tutto è un po’ all’acqua di rose rispetto alla vera situazione dei neri all’epoca, ma anche solo veder recitare Spencer Tracy (doppiato dal grande Corrado Gaipa) per l’ultima volta mette i brividi. E la Hepburn non gli è certo da meno… Il film ha forse troppi interni, sembra quasi ripreso da una piéce teatrale, ma anche così resta un gran bel film.
Citazione d’obbligo per la bella Alexandra Hay, la cameriera che porta il mega-gelato a Tracy.

Stupendo, da bambino e ragazzo l’avrò visto quattro o cinque volte…
La prima visione la feci in compagnia dei miei genitori, alla fine degli anni '70: mi è rimasto impresso
perché fu una visione molto istruttiva, e ricordo che seguì “dibattito familiare” sul tema del razzismo.
Una pietra miliare.

Rivisto di recente, bellissimo film di Kramer, più che sul razzismo tout court, su certe dinamiche innestate da esso. Non essendo un’indagine sul fenomeno, ma una commedia agro-dolce, difficile trovargli un difetto. Cast incredibile, dialoghi perfetti, musiche giuste al momento giusto. Film americano fino al midollo, nel bene e nel “male”…

Fa impressione e tenerezza vedere Katharine Hepburn recitare con la malattia in stato abbastanza avanzato. Che attrice.

Il dvd Columbia, seppur datato, è decisamente buono.

Anch’io l’ho rivisto giusto due settimane fa dopo anni che non lo vedevo e, devo dire che è sempre un grande film, non solo per il cast di attori ma anche per le tematiche sociali che, purtroppo, malgrado il discorso ottimistico di Spencer Tracy sono rimaste tutt’ora invariate in quanto il razzismo, da sempre sinonimo d’ignoranza è ancora ben radicato nella nostra società… comunque tornando alla pellicola, avrete notato la serva di colore Isabel Sanford (qui al suo debutto cinematografico!) che sarebbe poi stata la protagonista femminile della serie " The Jefferson", insomma, un film da vedere assolutamente nel caso lo si fosse perso!!! :slight_smile:

//youtu.be/_QVj2qU8phk

Ehm, di Kramer, semmai :slight_smile: Anche se Donen secondo me avrebbe potuto imprimere un ritmo maggiore alla pellicola, sarebbe stata una scelta interessante… :smiley:

Comunque, l’ho rivisto da poco dal blu ray (che costa due spiccioli) e ammetto che il ricordo che avevo dopo le visioni precedenti (che risalgono a parecchi anni fa) era più positivo.
Per me è un film più importante che bello, un po’ troppo lungo e retorico (al discorso finale di Spencer Tracy - che è ottimo, per carità - avrebbe giovato qualche taglio) e con un personaggio (quello della ragazza) che ho trovato abbastanza antipatico (tra l’altro la Houghton era nipote della Hepburn nella vita reale).
Poi la confezione è comunque ottima, ci mancherebbe, Tracy e la Hepburn sono monumentali e bastano loro per innalzare di tantissimo il livello del film, ci sono poi anche altre ottime interpretazioni (tipo Cecil Kellaway che fa il Reverendo, grandioso).
I dialoghi sono spesso brillanti (soprattutto nella prima parte) ma non sempre girano per il verso giusto.

Poi ben vengano film come questi, figuriamoci, dico solo che, al netto della sua innegabile importanza storico/sociale, il film ha qualche difettuccio che manca ad altre commedie americane meno celebrate e, per me, più riuscite.
Un bel film, per me, ma non un capolavoro.

Bello il master del blu ray e ottima la traccia inglese. Ci sono anche un sacco di extra, fatti molto bene.

Non lo vedo da una ventina d’anni o quasi, e ne ho comunque un ricordo positivo, specie per via degli attori (l’immenso Tracy in testa). Proprio oggi ho comprato il br per soli 5 euro. Spero di non dover cambiare radicalmente opinione: è ormai un film di mezzo secolo fa. .

Io lo vidi 2_3 volte da ragazzino. Sicuramente datato a livello formale, purtoppo non per il suo contenuto, visto che certi pregiudizi son più forti ora di prima… Film comunque immortale.


Peraltro, scorrendo la lista, mi rendo conto ora di avere il dvd, ignoro l’edizione…

Dovrebbe essere Sony “Columbia Classics”, quella nel pesantissimo (e fragilissimo) Super Jewel Box :smiley:

E’ quello, è quello! grazie Steed :slight_smile: Oh, certo che l’alzheimer progredisce: in un mio post qua sopra avevo scritto di averlo visto 3-4 volte, nell’ultimo 2-3 volte. Tra qualche post scriverò che non l’ho mai visto…