Invaders From Mars (Tobe Hooper, 1986)

INVADERS FROM MARS

Adoro questo remake diretto da Tobe Hooper. È fedele all’originale (la sceneggiatura di Dan O’Bannon sembra usare come template quella del classico di Menzies e infatti è piacevole vederli back to back) e al tempo stesso innovativo e originale: le scenografie sono sontuose, la mdp di Daniel Pearl - ritornato con Tobe dopo TCM - si muove fluida e sinuosa, gli FX grotteschi di Stan Winston sono deliziosi, per non parlare della colonna sonora, con la magistrale parte orchestrale di Christopher Young e gli inquietanti intermezzi elettronici di David Storrs…
Ho il bluray australiano, IMHO buono, è regione B ed ha i sottotitoli inglesi. Spero che esca una bella edizione Midnight Factory con gli extra della Shout!.

Nel frattempo, ho trovato questo montaggio preliminare con parecchie scene inedite molto interessanti, come ad esempio un prologo che approfondisce la vita familiare e gli ambienti che frequenta il bambino protagonista.

//youtu.be/S8JWWVOh91A

Ho visionato per intero questo rough cut, che ha scene in più rispetto alla theatrical ed alcuni tagli di montaggio diversi. I cambiamenti che ho trovato più rilevanti:

  • I 10 minuti iniziali danno informazioni importanti: innanzitutto inquadrano la famiglia di David come liberal, senza gerarchie (il padre cucina il breakfast mentre la moglie aspetta a tavola), molto aperta anche col figlio (il padre lo fa anche guidare in strada!). Ciò rimarca (IMHO meglio della theatrical) la differenza del cambiamento che avviene dopo che i genitori sono stati “contagiati” dagli alieni, diventati automi seriosi che eseguono dei ruoli.

  • Inoltre, in questo prologo viene presentato un personaggio importante, il Generale dell’esercito, in visita alla classe di David, dove spiega che nella base dei Marine c’è una equipe della NASA per degli esperimenti spaziali.
    [video]https://youtu.be/S8JWWVOh91A?t=372[/video]

  • C’è anche il primo incontro con l’infermiera e in una scena si vede l’armadietto in cui David pone il giubbotto - lo stesso armadietto in cui va riprenderselo (con la monetina di rame nella tasca, elemento importante del finale) quando, in fuga con l’infermiera a metà film, si nascondono nella scuola.
    [video]https://youtu.be/S8JWWVOh91A?t=314[/video]

  • Nella stessa scena si vede che David ha una merendina, e più avanti, quando è nel tunnel alieno e sta scappando dalla maestra, si imbatte in 3 droni e gli casca questa merendina… un drone la mangia e subito dopo vomita… una scena divertente, che sottolinea l’aspetto caricaturale dei droni.
    [video]https://youtu.be/S8JWWVOh91A?t=2988[/video]

  • Un cut diverso è quando David scende la collinetta ed entra nel tunnel, con la camera che lo segue di spalle e “attraversa” la staccionata, e non viene troncata subito da un controcampo come nella theatrical ma, dando senso al visual trick, continua fluidamente a seguire il ragazzo fino alla caverna.
    [video]https://youtu.be/S8JWWVOh91A?t=2731[/video]