Io Emmanuelle - Cesare Canevari, 1969

http://www.cinematografo.it/pls/cinematografo/consultazione.redirect?sch=19370

Regia: Cesare Canevari
Con: Erika Blanc, Adolfo Celi
Italia, 1969

Edizione: Medusa
durata: 99 minuti
Audio: Italiano 1.0
Sottotitoli: Italiano
Colore
Ratio: 1:77:1
Formato: 16:9

Commento:
Tratto dal romanzo di Graziella Di Prospero, grande erotico diretto da Canevari, con una Blank come non si é mai vista. Grande la scena del latte sche scorre sul suo corpo nudo … Edizione integrale.

Fonte: Kultvideo.it

Finalmente è uscito su dvd uno dei film di Canevari che preferisco!!
Qualcuno l’ha già acquistato e può riferire circa la qualità del master?
il prezzo non è proprio bassissimo, e prima di acquistarlo vorrei sentire il vostro parere, thx.

Grande film. Forse il top di Canevari insieme a L’ultima orgia… (che ha un suo perchè). Tra poco dovrebbe arrivarmi per vie traverse il dvd. Ma qualcun altro arriverà prima di me a recensire… Erika Blanc mai così nuda.

Scusate, c’è qualche problema nella datazione dei thread o la data dell’8 marzo è corretta? Perché il dvd in questione è uscito da tantissimo tempo…
Comunque a scanso di equivoci:
il video è abbastanza buono ma non è stato ripulito ed è costantemente puntinato, che se da un lato è cosa negativa dall’altra potrebbe ricreare l’atmosfera di essere al cinema (per chi ha la possibilità di vederlo con proiettore). L’audio idem non è stato ripulito ed è quindi un mono anch’esso nella normalità.
Nel complesso lo giudicherei un buon prodotto.

gimsey909:
>>Erika Blanc mai così nuda.

Bè insomma… c’è poco da vedere in questo film, è uno dei più casti in assoluto anche se il titolo farebbe pensare a chissà cosa.

Grazie per la recensione. Oiboh, la data del topic è corretta, solo che l’ho visto solo in questi giorni sugli scaffali del mio negozio di fiducia e, a partire dall’interesse per il prodotto l’ho qui menzionato, inoltre non ho trovato altri topic sul dvd. Quando, per la precisione, è uscito? con tutte 'ste uscite non “ci sto più dentro”.:slight_smile:

L’uscita di preciso non la ricordo, dovrei ricontrollare, comunque si tratta di parecchi mesi.

Se vuoi posso farti degli screenshot così giudichi da te la qualità video, prima di comprare quasi “al buio”.

Se hai del tempo da dedicare all’uopo, ben vengano. Grazie mille.

Sì forse hai ragione, più che nuda… sensuale. Gran signora.

Ecco tre screenshot di seguito, non ho catturato in 16:9 pertanto le immagini sono schiacciate lateralmente e non ho tempo purtroppo per convertirle in 16:9, comunque dovrebbe dare lo stesso un’idea sulla qualità. Non si apprezzano però nei singoli fotogrammi le puntinature, tranne che nella prima, ma vedendo le immagini scorrere sequenzialmente nel film ci sono costantemente e per tutto lo schermo.

Grazie per gli screenshot, Nembokid. In effetti, da quel che se ne può dedurre, non pare che la qualità sia propriamente eccelsa. Boh, vedrò.

Personalmente credo che l’uscita, meritoria certo, di questo film dimostri anche di come vengono scelti i film da immettere sul mercato: A caso! Pensateci un attimo, la Medusa, oltre a questo, ha in catalogo dei film pazzeschi come LA BAMBOLONA, tra l’ altro eccelso, e NERO VENEZIANO. Ma non si decide a far uscire i due primi Verdone (per fare un esempio).
Onore al merito, comunque…:slight_smile:

Venerdi, nella notte tra il 6 e il 7 luglio, ore 4.10 su Rete4

Martedi 5 Agosto alle 4:20 Italia 1

qualcuno me lo consiglia , di che tratta il film.ci sono belle scene che bucano lo schermo come si dici.

mi sembra che così schiacciato sia fuorviante e non renda giustizia alla qualità del dvd Medusa, che secondo me è discreta

invece non mi ha fatto impazzire il film, che non mi è sembrato così riuscito come dite, anzi a tratti mi ha anche annoiato
l’unico altro lavoro di Canevari che ho visto, Matalo, mi è sembrato nettamente meglio, anche se l’ho apprezzato maggiormente alla seconda visione e quindi farò lo stesso anche con questo film contando di ricredermi

Al netto del valore storico (primo Emmanuelle, anche se col romanzo della Arsan c’entra poco, scene di nudo della Blank piuttosto audaci per essere il '69, tematiche come la libera sessualità della donna, pruderie lesbo, la scena del latte, etc.), per me vedere questo film è stata una palla colossale! Noioso, pretenzioso, la galleria dei personaggi maschili con i quali si confronta Emmanuelle è da Ridolini, tutto il girovagare sconclusionato della Blank è condito da continui sproloqui pomposi, un flusso di coscienza che commenta tutto sempre in chiave nichilista, autolesionista ed autocompiaciuta.

Curioso sapere che al posto della Blank sarebbe dovuta esserci la Fenech (la Blank subentrò perché amica del regista e molto economica a livello contrattuale). Canevari probabilmente avrebbe imposto lo stesso canovaccio pretenzioso pure all’algerina, ma anche solo le forme della Fenech avrebbero finito col trasformare in qualche modo il film. La Blank diceva dei suoi nudi che pure di schiena valevano di più dei frontali di molte altre attrici; nonostante ciò, con Edwige non ci sarebbe stata competizione.

Visto che di suo il film non pareva sufficientemente uggioso, hanno optato pure per far cantare a Mina la canzone principale del film. Bingo!