La 317ème section - 317 Battaglione d'assalto (Pierre Schoendoerffer, 1965)

Pierre Schoendoerffer sa di cosa parla. Pierre Schoendoerffer era la, a Dien Bien Phu, come documentarista nel servizio cinematografico dell'armata francese. E a 24 anni dovette comunque imbracciare anche le armi, oltre alla telecamera, per una disperata difesa. Finisce prigioniero dei Viet-Mihn, e si salva solo grazie all'intervento del collega russo Roman Karmen, li per girare il documentario di propaganda sulla vittoria. E scrive un libro, su questa “pattuglia perduta”, che ha un successo incredibile. E poi decide di farne un film, prende attori e troupe e li catapulta per un mese nella giungla cambogiana, dove gira macchina a spalla il suo capolavoro, con un bianco e nero crudissimo e documentaristico, sembra veramente il filmato di un giornalista embedded, come d’altronde lui era. Successo scontato, premio a Cannes per la miglior sceneggiatura (e nominato alla Palma d’Oro), e un commento che vale tutto:

Avant le 317ème section, le film de guerre français n’existait pas. La 317ème écrase sans effort les neuf dixième du cinéma français. Pour une fois, ça bouge.

Il dvd di StudioCanal ha un master ottimo, peccato che la fascetta sia completamente errata: niente traccia audio in Inglese, ne subs in Francese, ne scene tagliate come extra; solo la lingua Francese e via andare, peccato, ci vorrebbe una bella edizione in BR.