La città delle ossa - Michael Connelly

Buon thriller con vari colpi di scena che spiazzano il lettore, scritto molto bene scorre via liscio, forse il finale è un po ingarbugliato ma nel complesso piacevole.Harry Bosch ex reduce del Vietnam è il detective che deve indagare su un omicidio compiuto venti anni prima.
L’autore è Michael Connelly ex giornalista di cronaca nera, e con la sua ex categoria non ci va affatto leggero, descrivendo i giornalisti come esseri senza scrupoli.

In effetti la critica ai mass-media è una costante dei suoi thriller e di quelli dei cronisti-romanzieri in generale. John Sandford nei romanzi con Lucas Davenport li tratta pure peggio, i giornalisti.

adoro micheal connelly, posseggo tutti i suoi libri.
ha creato un grandissimo personaggio, il dective bosch.

Tra l’altro la Piemme ha buttato fuori varie ristampe delle avventure di Bosch,per la città delle ossa ho trovato la vecchia edizione (i miti)ancora nuova a 1,90 mentre quelle uscite adesso sono sui 10 - 12 euro scontate del 30% rilegate più elegantemente, spero di riuscire a recuperare le vecchie ad un prezzo stracciato.
1,90 euro per un romanzo così è da leccarsi le orecchie.