La colt era il suo Dio

La colt era il suo Dio (1972)
di Luigi Batzella (che si firma Dean Jones)

Con: Jeff Cameron, Donald O’Brien, Gianfranco Clerici, Attilio Dottesio, Gino Turini, William Mayor…

Recensione Spaghetti Western Database

Davvero uno dei peggiori Batzella: scene d’azione girate da cani con gente che spara in basso per colpire in alto, personaggi insulsi e banali, dialoghi ai limiti del ridicolo(quando non vengono interrotti all’improvviso)…della serie non c’è proprio niente da salvare…

Spreco di tempo

IO HO UNA COpIA in dvix IN PESSIME CONDIZIONI A VOLTE IL COLORE fa’ dei chiaro scuri pazzeschi, pero’ una curiosita’ non aveva capacita’ il regista oppure era sempre senza soldi???:wink:

Men che modesto westernino di serie C,messo su con materiale di recupero:infatti moltissime sequenze provengono da altri lavori del regista “Anche per Django le carogne hanno un prezzo” e “Quelle sporche anime dannate”,il tutto rimontato e ridoppiato ad hoc.Luigi Batzella che firma la regia come Dean Jones ed il montaggio con l’abituale nome d’arte di Paolo Solvay dirige con mano poco abile una storia trita e ritrita,avvalendosi di un cast di basso profilo.Paesaggi inconfondibilmente romani e decenti musiche di Kojucharov.Per amanti del trash e dei film di recupero.
Doppiaggio:
Jeff Cameron: Giancarlo Maestri
Krista Nell: Melina Martello
Esmeralda Barros: Benita Martini
Mark Davis: Romano Malaspina
John Turner: Renato Turi
Attilio Dottesio: Carlo D’Angelo
Mauro Mannatrizio: Gianni Bonagura.

Domani alle 21.00 su Telenorba 7!

Visto qualche minuto ieri sera, su Cine34. Davvero, un film girato col culo. La cosa migliore è la selezione di voci al doppiaggio. Professionisti di rango, clamorosamente sprecati. Il resto è da buttare…