La Compagna di Viaggio (Ferdinando Baldi, 1980)

[i]Titolo La Compagna di Viaggio
Paese Italia
Anno 1980
Durata 88 min
Colore colore
Regia Ferdinando Baldi
Fotografia Sergio Martinelli
Montaggio Giampapaolo Venanucci Cadeffi
Musiche Marcello Giombini
Scenografia Gastone Corsetti

Cast:
Giorgio Bracardi
Anna Maria Rizzoli
Raf Luca
Gastone Moschin
Moana Pozzi
Marisa Mell
Marina Hedman
Serena Grandi
Annie Belle
Pino Ferrara[/i]


Non mi pare di aver visto un thread su questo film, in caso, chiedo venia per la disattenzione, e spero anche di aver azzeccato la collocazione, poiché, per quanto scollacciata, di commedia si tratta e non di erotico puro. Io ho il dvd della Raro Video, che tra gli extra conta solo una breve intervista a Bracardi.

Volendo essere obbiettivi, non è granché, la sceneggiura è inconsistente e la regia non colpisce per particolare inventiva e personalità, neppure tutte le gag sono poi così divertenti. Però c’è una parata di sexy eroine del cinema di genere iitaliano da far paura! Nell’ordine: Marisa Mell a fine carriera, sempre un gran donnone; Annamaria Rizzoli, primadonna del film, con un fisico scultoreo, praticamente sesso allo stato puro; Serena Grandi, agli esordissimi, pure più caruccia del solito, e con tutto il consueto carico burro e mergarina; Moana Pozzi quando ancora non era Moana Pozzi, ma senza maglietta la si riconosce subito subito… (ho letto che è stato il suo primo ciak in assoluto, e alla seconda scena è già a tette di fuori); Marina Frajese, bellissima; Annie Belle, francesina che arricchisce l’apparecchiatura.
La storia vede un barone (Gastone Moschin sottoutilizzato, mortificato dal doppiaggio e ridotto a fare il Gianfranco D’Angelo della situazione) che organizza un colpo sul treno, coadiuvato da procare attricetta (la Rizzoli). Coi soldi devono poi girarci un kolossal. Sul treno ne accadono di tutti i colori, sempre però in mezzo a donnine scollacciate e vicende da pochade. Non si ride tantissimo ma tette e lingerie abbondano.

FILM COMPLETO:

1 Mi Piace

Ieri lo hanno passato su 7 Gold. Serena Grandi era molto carina, prima di involgarirsi con Brass.

no dai, come “prima di involgarirsi”?! :-p Cioè, detto in senso buono, la Grandi quel “magnetismo” lì ce l’aveva proprio nel sangue. Una faccia da bambola col physique du role. Intendo, è un po’ come dire che Charles Bronson o Clint Eastwood erano troppo statici a livello di espressività; vero, ma è stata anche la cifra del loro essere sullo schermo, un “difetto” (forse) che ha finito per caratterizzarli e renderli diversi da tutti gli altri. La “volgarità” della Grandi, in un contesto di genere erotico, era la morte sua, toglila da Miranda, da Disperatamente Giulia, da Le Foto di Gioia e quei film (al netto dei gusti personali) sarebbero stati depotenziati almeno al 50%.

1 Mi Piace

Davvero notevole la colonna sonora di Giombini, speriamo che dopo avere riesumato quella de La bestia nello spazio qualcuno si occupi di questa, idem de La ragazza del vagone letto sempre del nostro “Pluto Kennedy”.

La Rizzoli nelle sequenze iniziali alle cascate delle Terme di Saturnia fa davvero resuscitare non i morti, di piĂą! :smiley:

Molto importante da segnalare in questo film, altrimenti noioso sotto diversi punti vista, un breve ruolo all’inizio e alla fine della pellicola di una bellissima Moana Pozzi, accreditata con il suo (quasi) nome vero nei titoli di coda, cioè Anna Moana Pozzi.
Secondo IMDB è il suo primo ruolo in una pellicola.

Aggiornato anche qui primo post col film completo :wink:

Qui il bellissimo trailer dell’epoca:

1 Mi Piace

Gustosissimo il menĂą del vagone ristorante :rofl:

Fa ridere in chiusura anche quel “distribuito dalla IMPEGNO cinematografica”

1 Mi Piace