La trattativa (Sabina Guzzanti, 2014)


http://www.imdb.com/title/tt3893456/

Finalmente dopo tanto tempo un bel film documentario intelligente sulla correlazione oramai ben nota a tutti tra Stato e Mafia, con un’accurata descrizione che ci fa assistere tra immagini di repertorio tratte dai mass media, interviste e ricostruzioni dettagliate a tutto questo schifo… perchè non riesco a trovare un altro termine… insomma, un film coraggioso che, non vuole assolutamente passare per veritiero assoluto ma che, alla fine purtroppo si rivela più vicino alla terribile verità piu’ di quanto ci si aspettasse.

//youtu.be/uOILUDJAuGc

A me è piaciuto soprattutto per il linguaggio usato.
E’ un film che infatti ha almeno un’idea di racconto, che di questi tempi non è poco.
Utilizzare un gruppo di attori e un set che si trasformano, di volta in volta, nelle pagine più significative o eccezionali della presunta trattativa stato-mafia, diventa un manifesto potente. La dichiarazione sia della messa in scena e dell’impossibilità di riprodurre la realtà (o la visione soggettiva che si ha di essa), sia del trasformismo dell’essere umano.
Visivamente, grazie alla presenza di Daniele Ciprì alla fotografia, il film presenta momenti davvero suggestivi, anche se non mancano scelte poco cinematografiche (la narrazione degli eventi temporali, attraverso foto e grafica, sembra uscita da un programma televisivo).
Peccato per gli ultimi dieci minuti, piuttosto retorici, che indeboliscono un film comunque originale.