La vedova Winchester (M. & P. Spierig, 2018)

https://www.imdb.com/title/tt1072748/?ref_=nm_flmg_act_6

Per quanto possa sembrare assurdo, questo film si basa su una storia vera e peraltro conosciutissima negli Stati Uniti.
Sarah Winchester era la vedova del figlio del fondatore della nota casa produttrice di armi da fuoco e dopo aver perso prematuramente una figlia e il marito alla fine dell’ottocento, una medium le disse che una pesante maledizione gravava sulla sua famiglia e per contrastarla avrebbe dovuto costruire una casa grandissima per tutti gli spiriti delle persone uccise dalle carabine Winchester.
E così fece.
Fece costruire una casa una casa enorme in California che veniva ampliata in continuazione, senza sosta, giorno e notte, per 38 anni. Secondo quello che le disse la medium il fatto di non fermare mai i lavori di ampliamento avrebbe placato l’ira dei fantasmi.

Il film prende spunto da questo fatto realmente accaduto (la vera casa, tra l’altro, è attualmente visitabile a San José) per raccontare una storia horror a base di fantasmi e possessioni, tutto abbastanza standard ma gestito in maniera piacevole nonostante i tanti (troppi) jumpscare che ormai non spaventano più nessuno.

La confezione comunque è molto ben fatta, il film è bello scenograficamente (anche se c’è parecchio digitale) e Helen Mirren è brava nei panni della vedova. Un po’ meno bravo, invece, Jason Clarke, ma forse sono io che ho un problema con lui.

Buono il blu ray.

E’ la medesima storia che ha ispirato Rose Red, sceneggiato televisivo scritto da Stephen King e uscito pure da noi in DVD una decina d’anni fa se non di più. Rose Red tutto sommato m’aveva divertito, questo film sinceramente no. Noioso, colpi di scena prevedibili, effettacci crepa-spaventi risibili… c’è chi lo ha apprezzato, comunque.