L'arma, l'ora, il movente (F. Mazzei, 1972)

Ieri notte ho rivisto, a distanza di qualche annetto, questo interessantissimo film di Mazzei con un Montagnani davvero convincente e svincolato dai suoi soliti (e apprezzabili, eh) ruoli… e poi Bedy Moratti, Eva Czemerys…
davvero un giallo morboso e intrigante… certo non manca qualche lungaggine ma, nel complesso, rivederlo non ha smentito la primissima buona impressione che mi lasciò dopo la prima visione.
la scena in cui le suore si autopuniscono violentemente è bizzarra e affascinante… in verità, molte sono le cose che mi hanno affascinato di questo film.

ho visto la vecchia vhs shendene, e mi è sembrata uncut…
qualcuno potrebbe confermare o smentire questa ipotesi?
sapete, per caso, di qualche edizione in dvd?

grazie in anticipo a tutti quelli che vorranno prendersi la briga di rispondermi;)

bacio le mani:cool:

1 Mi Piace

per ora di un edizione in dvd non si sa’ nulla…

Film che ho trovato scontato (purtroppo si capisce subito chi è assassino) e raffazzonato (guardare il secondo omicidio sia per un errore evidente forse di montaggio [?] che per altri fatti…). Nonostante questo non mi sento assolutamente di bocciare questo giallo, che rimane comunque godibile e mai noioso (e questo è davvero un grosso pregio). Bravo Montagnani in un ruolo a lui insolito, Bedy Moratti (la sorella del presidente dell’Inter) ci offre perfino un nudo integrale ed è un belvedere.

è vero, l’asassino è presto identificabile… però spesso, durante la prima visione, mi sorgeva qualche dubbio… pensavo: “beh! sarebbe troppo facile!!”
quindi non davo nulla per scontato.
pensavo, semmai, a qualche risvolto improvviso… perfino un colpo di coda ingiustificato ma quantomeno spiazzante… e invece…
dici: “raffazzonato”. e forse non hai tutti i torti… citi una scena che, appunto, è abbastanza raffazzonata.
però, a mio avviso, vi sono anche numerose sequenze convincenti, girate con una certa cura… e non mi riferisco alla scena citata prima da me…
per esempio, tutto il finale… tra gli scheletri, il bimbo in pericolo…

ma, ovvio, è sempre una questione di gusti;)

visto stasera,non l’avevo visto mai…credo di avere una versione cut, anche se la mia dura 1:39 min.
Che dire, non male l’ambientazione,tra convento un po’ decadente e luoghi verdi ed eleganti. Ottimo il bambino, con occhi grandi,vispi e dolci allo stesso tempo (sarà lui il cardine di tutto), un pacioso e sornione (e anche bellino) Montagnani, alle prese con una parte di commissario di polizia che si scopre innamorato. Pessimo invece il cast femminile, con la protagonista dagli occhi a pesce lesso!!! Il top trash di questo discreto film sono le suore che si flagellano quasi completamente nude, insomma il tette-culi dei primi anni '70 non manca mai (sarà perchè sono donna ma lo trovo sempre superfluo in questi thriller!):smiley:
Mi sono innamorata del gattino piccolo e nero!

Uscirà in Germania (Koch Media) in un cofanetto contenente anche Femina Ridens e L’assassino ha le mani pulite

http://www.kochmedia-film.de/dvd/details/view/film/giallo_collection_teil_1_3_dvds/

ottima notizia, da prendere al volo, seppur abbia gia’ gli altri 2 del cofano in dvd…ma magari L’ASSASSINO HA LE MANI PULITE sara’ un’edizione miglire.
L’arma l’ora… vhs shendene collana morbosita’…o malize…cmq quella con copertina marrone, la ricordo assolutamente uncut

Era uncut e nella collana “Morbosità”. Lo trasmisero anche su Retequattro, quasi dieci anni fa, per poi sparire dai palinsesti.

Il dvd presente nel cofanetto Koch Media conterrà una breve featurette con l’attore Salvatore Puntillo.

Non è stato possibile coinvolgere anche Bedy Moratti :smiley:

Parlando con Filippo, il figlio del Maestro De Masi, è venuto fuori un retroscena interessante relativo a questo film.
Chi l’ha visto probabilmente ricorderà che nel film c’è pochissima musica, la si sente solo in un paio di scene ed è sempre bassissima, al limite della percezione.
Questa fu una scelta di Mazzei che sin dall’inizio disse che voleva utilizzare il più possibile i rumori ambientali, senza musica.
Quindi De Masi compose e registrò solo i pochi pezzi che si sentono nel film, non esistono pezzi tagliati o scartati.

non male, con qualche difetto dovuto soprattutto alla sceneggiatura e al ritmo blando in vari punti
ma come ha scritto Liberanomalia è davvero un film originale e interessante, con tanti momenti notevoli e una certa tensione
non sono d’accordo sulla sciatteria, anzi mi sembra un film complessivamente ben fatto e con una bella ambientazione
sugli attori: grande Montagnani, mentre la Moratti non mi fa certo impazzire, anche se devo dire che alla fine il suo personaggio è così strano che probabilmente qualche merito ce l’ha anche lei

Bel thriller con un incredibile montagnani serio c’e una curiosita’ tra le location sono tutte tra Roma e dintorni tranne uno strano ristorante che si trova tutt’ ora con lo stesso nome a civitacastellana, io pensavo visto la vicinanza che il monastero fosse quello di San Bernardino a orte invece no si trova a Vicovaro?

Strano giallo/poliziesco con uno strano commissario che gira in moto e che sembra più interessato a fottersi Bedi Moratti che non a risolvere il caso.

Il dvd crucco presenta i nudi INTEGRALI di Eva Czemerys e della Moratti, appunto, che è una di quelle donne che le puoi guardare per mezz’ora e ancora non hai capito bene se ti arrazzano o no.

Strana (ed infelice) la scelta di non usare musica in quasi tutto il film. Boh.

1 Mi Piace

Scelta di Mazzei, così come quella di tenere bassissima la poca musica che si sente nel film.
Lui voleva che il film fosse così. Tra l’altro De Masi registrò solo la pochissima musica che si sente nel film, non una nota di più.

Sì avevo letto il tuo commento.

Resta il fatto che molte scene con Montagnani che cammina per interminabili minuti nel silenzio più completo francamente rendono il film più palloso di quanto sarebbe mai stato con un bel pezzo musicale in sottofondo.

Ah, mica mi ricordavo di averlo già scritto, pensa come sto… :oops:

Comunque il master del film presente nel dvd Koch è davvero scrauso, credo che sia il master peggiore che abbiano tirato fuori in questi anni. Purtroppo però all’epoca non c’erano altri materiali disponibili. Tra l’altro dico senza problemi che anche il mio extra con Puntillo non era davvero granché. Eh oh, capita…

Non so se nel frattempo sono saltati fuori elementi migliori ma in ogni caso dubito che ci sia la fila di editori intenzionati a farlo uscire in blu ray :frowning:

Non a mia conoscenza.

Comunque la copia è buona, anche se ci sono difettucci qua e là: righe verdi che appaiono verticalmente un paio di volte, robe così.

Il master era decisamente sotto gli standard Koch, ora non lo rivedo da un sacco (da quando ho fatto gli extra, direi) ma lo ricordo bruttarello.
Il film invece mi era piaciuto e anche il Montagnani drammatico mi era sembrato molto in parte.

Puntillo mi raccontò che quello era un brutto periodo per Montagnani a causa della malattia del figlio (che all’epoca credo avesse 8 o 9 anni) e che nel privato comunque lui era estremamente malinconico e autodistruttivo.

Sì, sapevo della malattia del figlio in quel periodo. Il film l’ho visto anni fa grazie alla videocassetta Shendene da edicola, non mi aveva cambiato la vita ma bellino lo è sicuramente. Più un mistery classico che un thriller, a me poi Montagnani in ruoli drammatici garbava. Era un bravo attore a prescindere.

Questo master ha un aspetto migliore di quello del dvd tedesco, no? Mi chiedo da dove venga …

https://www.youtube.com/watch?v=fVJrzK730Lw

Ho recuperato ieri sera questo thriller sul canale Minerva del tubo. A distanza di ore non ho ancora capito bene se mi sia piaciuto o meno. E’ un film curioso ad iniziare dalla scelta di Bedy Moratti come protagonista, attrice dalla presenza tutt’altro che ammaliante. Il plot è scontato fino all’inverosimile (addirittura nel poster frame di Film & Clips c’è l’immagine che svela l’identità dell’assassino… e ci sono momenti di stanca. Tuttavia l’ambientazione conventuale, la storia torbida, i nascondigli del piccolo protagonista ed alcune scene d’impatto come l’autoflagellazione delle monachelle fanno passare sopra ad alcune incongruenze ed ingenuità (il cadavere spostato…).
Montagnani è simpatico ma come commissario non è credibile. Mi aspettavo che da un momento all’altro gli facessero dire davanti a qualche nudo monacale il classico “ommmmioddddiooooooo”.
Vabbè, diciamo che è stato un buon recupero.

2 Mi Piace