Le armonie di Werckmeister - Bela Tarr

Visto l interesse suscitato con il post sull iniziativa su Bela Tarr, soprattutto su El Topo, chiedo chi ha visto questo film, di cui ho sentito parlare tantissimo e che se non ricordo male è stato eletto miglior film dell ultimo decennio da Cahiers du Cinema. O sbaglio?!
PS Topo mandami una email con un tuo contatto, la mia la trovi nel profilo.

maurofgiorgio@tele2.it
info@cineclubshining.it
phf@cineclubshining.it

La prima è la più diretta.

Hai visto il film in questione?!

Sì. Ipnotico come ipnotico è lo sguardo di Bela Tarr, sempre. Fluttuante al di sotto di una sottile membrana metaforica che vellica il nostro interrogarci sullo spazio e il tempo dell’ (in)azione. Immerso in una fitta coltre di immagini di desueta rarefazione simbolica. E nel bel mezzo il senso del cinema insostenibile e destabilizzante come un cadavere di balena. Un incanto.

Una lenta riflessione sulla condizione dell uomo povero, ignorante e superstizioso. Un diversivo, paura, una molla che scatta. Una rabbia troppo spesso sopita che si sfoga in modo barbaro e animalesco, senza una precisa coscienza politica, uno sfogo che al primo, tenero, ostacolo non esita a fermarsi. Chi opprime lo fa sorridendo, anche qui. Si inizia inebriati da una danza alcolica e si finisce stremati e incuriositi alla vista di una balena, che spaventa, prima liberando gli istinti, poi ricordando una sconfitta prematura.

Segnalo l’uscita di un benemerito cofanetto dvd, a cura della Eagle, con 9 film del regista ungherese. 10 dischi totali, anche perchè “Satantango” è “spalmato” su 3 supporti! Io l’ho preso scontato del 50% da “Blockbuster”, spendendo così solo 19,99 euro!