Libri su Tomas Milian

(Quel fenomeno der Monnezza) bel libro. molto meglio del volume il trucido e lo sbirro del 2004. molto curato e meno costoso del primo. ora aspetto la grande biografia di Milian MONNEZZA AMORE MIO…ciao

…preso anche i 2 volumi di CITTA’ VIOLENTE.
Bello solo il vol.1
sempre editati dalla profondo rosso
ciao

scusate, sapete se uscirà questa biografia di milian , o il progetto è stato cancellato? grazie :cool:

Qui ho recensito il libro “Quel Fenomeno der Monnezza”
http://nonsolotrash.dyndns.org/index.php?ind=reviews&op=entry_view&iden=33

il libro “Monnezza AMore mio” dovrebbe ultimarsi, stando alle ultime indiscrezioni, in breve tempo nonostante se ne parli da quasi 8 anni.

quello di manlio gomarasca? ne sento parlare da tantissimo tempo infatti…a sentir lui si spara un viaggio a Miami un weekend sì e l’altro pure :rolleyes:

Male che vada uscirà postumo…

La pensavo anche io come Grattarola, e invece il libro di Gomarasca su Milian, dopo una quindicina d’anni di gestazione, è annunciato in uscita nelle librerie l’8 ottobre prossimo per Rizzoli:

Milian risulta l’autore principale, come si vede.

Diobono, finalmente: fra questo e “Luce rossa”, ricorderò questo 2014 come l’anno dei “libri che non mi aspettavo più di vedere pubblicati”. E invece…

Appena letta sul Televideo: al prossimo festival di Roma, daranno un premio alla carriera a Milian. Non è il David, ma pur sempre meglio di niente…

Visto stamattina in libreria, confermo l’uscita

Sì, ieri da Mondadori ho visto che caricavano le copie. Edizione Rizzoli, nientemeno!

Dio finalmente! Non vedevo l’ora di leggerlo! Se ce la faccio, stasera me lo vado a prendere, sennò sto fine settimana. Grande!:gianmaria

Sacchetti dixit su Facebook

" Mi si dice che in una libreria Feltrinelli a giorni verra’ presentata la biografia di tomas Julian assemblata da un certo gommarasta dove tomas racconta come ha “sognato” il personaggio che lo ha reso famoso e amato dal pubblico, la cosa mi ricorda non so perche’ il titolo di una graziosa commedia borghese “caro bugiardo”.

:smiley:

Gommarasta? Dev’essere il socio di Pucili

hai omesso il finale, ovvero che la farà leggere al suo avvocato…

“Il film lo scrisse lo stesso sceneggiatore di Roma a mano armata, Dardano Sacchetti, e alla regia c’era sempre Umberto Lenzi. Questa volta, però, il mio personaggio non sarebbe stato <<gobbo>>,ma <<dritto>>, in tutti i sensi. Però… però… c’era un però.
Il personaggio come era scritto non mi convinceva. Avevamo iniziato bene con il Gobbo, ma questo nuovo personaggio volevo farlo totalmente a modo mio. Sapevo che sarebbe stato il solo modo perchè il suo cammino cinematografico fosse molto, ma molto lungo.
A To’e come lo sapevi?
Lo sapevo perchè ci credevo!
Il mio personaggio più noto nacque nel 1976, con Il trucido e lo sbirro. Nella sceneggiatura era chiamato solo Il trucido, ma io lo ribattezzai il Monnezza. Gli inventai anche un look.” Da “Monnezza Amore Mio”, di Tomas Milian e Manlio Gomarasca, edizioni Rizzoli. Dardano Sacchetti è anche fra i ringraziamenti.

Sacchetti potrebbe anche leggerli i libri, prima di sparare a zero.

(Fra l’altro, rammento il suo folgorante esordio nel Nocturno Forum, quando in un thread dedicato al film sul figlio di Giraldi interpretato da Amendola jr. apostrofò lo sceneggiatore minacciandolo di ritorsioni legali)

Vabbè la diatriba è vecchia di decenni tra Sacchetti, Lenzi e Milian. Tutti e tre dichiarano in modo netto di avere inventato il Monnezza…

Io piuttosto son curioso di sapere se Milian verrà in Italia per presentare il libro con Gommarasta… perché se si muoverà da Miami per venire a Roma, forse potrebbe fare una scappata anche a Milano. E allora sì che avremmo un evento epocale (©DartBadio) :lobster::lobster:

Lunedì 20 Tomas sarà a Roma per la presentazione del libro da Feltrinelli. Magari riuscisse a venire a Milano…

Comunque nel libro Tomas rivendica chiaramente la paternità del personaggio Monnezza. Addirittura sostiene che Nico Giraldi è Monnezza, che va al cinema a vedere Serpico, si innamora del personaggio, e decide di passare dalla parte della legge… ma poi i produttori hanno voluto cambiargli nome in Nico Giraldi.

Ci spero perché un libro così importante, edito da una casa come Rizzoli, potrebbe avere anche due grosse presentazioni… poi una volta che uno arriva da Miami a Roma, tanto vale che si faccia pure Milano dai…

ps - inutile dire che se ci sarà una roba del genere la presenza di Tigrero in città diventa OBBLIGATORIA :smiley:

Ovviamente…comunque se mi gira prendo il treno lunedi e vado a Roma…