L'ira di Dio (A. Cardone, 1968)

Anno 1968
Altri titoli HASTA LA ULTIMA GOTA DE SANGRE
LES 7 ENRAGES DU TEXAS

Durata 96
Origine ITALIA
Colore C
Genere WESTERN
Specifiche tecniche EASTMANCOLOR
Produzione UGO GUERRA E ELIO SCARDAMAGLIA PER LEONE FILM, DAIANO FILM (ROMA) ATLANTIDA FILM (MADRID)
Distribuzione INTERFILM

Regia
Alberto Cardone (Albert Cardiff)
Attori
Brett Halsey Mike Barnett
Dana Ghia Jane Harris
Fernando Sancho Burd
Wayde Preston Logan
Renato Rossini Jessy
Franco Fantasia Mark
Paolo Todisco Bob
Adalberto Rossetti Dan
Ángel del Pozo David
Carlo Pisacane Sam
Claudio Trionfi

Note - IL REGISTA ALBERTO CARDONE HA FIRMATO IL FILM CON LO PSEUDONIMO DI ALBERT CARDIFF.

  • BRETT HALSEY E’ ACCREDITATO COME MONTGOMERY FORD, RENATO ROSSINI COME HOWARD ROSS.
  • MARIO PACHECO HA FIRMATO LA FOTOGRAFIA COME MARIO PACHECO DE USA.
  • DIREZIONE DELLE MUSICHE: ROBERTO PREGADIO.

http://www.cinematografo.it/cinematografo/s2magazine/index.jsp?idPagina=4607

In uscita a novembre:

L’IRA DI DIO (1968) / Regia: Alberto Cardone / Cast: Brett Halsey, Fernando Sancho, Wayde Preston, Dana Ghia, Howard Ross / Genere: Western / Distr.: Eagle

Film del buon Albert Cardiff, molto meno bello -imo-di 20.000 dollari sporchi di sangue, anche per colpa delle locations (alterna infatti i paesaggi aridi e appropriati dell’Almerìa con la vegetazione lussureggiante di monte Gelato…di cui si vedono pure le cascate, per grande gioia dei nocturniani) che rendono il tutto poco credibile.
Il dvd, pubblicato per i tipi Vintage Movie (neonata etichetta speriamo promettente), distribuita da Eagle, non è male per il master video, di ottimo livello (formato video 1,78:1).
Peccato per il rumore di fondo che accompagna la colonna audio, una sorta di “uuuuh” :slight_smile: come quando, avete presente? entrate in una cabina di proiezione e sentite il rumore della pellicola che scorre sulla pizza, ecco, lo stesso.
Guardando il film ho scovato un errore veniale, che forse solo con le moderne tecnologie è scovabile:

:smiley:

ehm, non ci arrivo, qual è l’errore veniale? :frowning:

:emotsiren http://www.gentedirispetto.com/forum/showthread.php?t=17195

leggi sulla pistola…c’è una scritta…:slight_smile:

ahaha! made in italy! :clap:

  • sigh! sono cecato -

Potrebbe essere una replica della Colt 1873 Cattleman della mitica Uberti. :slight_smile:

bellissima replica…senti, già mi è rimasta qui, come un chiodo fisso, la replica dell’Mp 40 vista a Reggio…e mo’ arrivi tu e mi ficchi in testa anche 'sta colt? mannaja a te…

Visto oggi nello scarno ma ottimo sotto l’aspetto audio\video dvd eagle pictures.Non altrettanto ottimo il film, che è veramente fatto coi piedi, mi riferisco soprattutto alla sceneggiatura, in quanto sono presenti tantissime castronerie.
Citarle tutte (e sono veramente molte,tanto che mi sorge quasi il dubbio che siano state fatte apposta, oppure a causa di un budget scarso ha subito dei tagli enormi) equivarrebbe a fare un thread completamente nero, visto che il tutto andrebbe spoilerato.

Note positive: buone le musiche.

veramente significativi infatti i salti dal verde laziale al deserto spagnolo in poche sequenze;)

Effettivamente è come dice Kaciaro, i salti di scena fra paesaggio desertico (Almeria) e verdeggiante (Mazzano Romano) stonano un po’ troppo e fanno perdere di credibilità scenica il film. Peccato, si sarebbe potuto girare tutto in paesaggio verdeggiante (del resto, nel west non ci sono solo deserti e canyon ma anche verdi pianure e vallate). E’ ovvio che il tutto era fatto per far figurare la coproduzione spagnola e beccarsi dunque i soldi statali sia da Italia che Spagna, un trucco che al tempo usavano tutti, Leone compreso. Un occhio di riguardo va dedicato alle musiche di Michele Lacerenza, storico trombettista solista delle famose musiche di Ennio Morricone in “Per un pugno di dollari” e “Per qualche dollaro in più”. Direzione d’orchestra del grande Roberto Pregadio (storico Partner di Corrado ne La Corrida). Il resto è tutto deja vu.

Doppiaggio:
Brett Halsey: Pino Locchi
Fernando Sancho: Renato Turi
Angel Del Pozo: Cesare Barbetti
Dana Ghia: Rita Savagnone
Wayde Preston: Carlo D’Angelo

Visto oggi. I salti di sceggiatura sono evidenti ma devo dire che nol complesso mi è piaciuto. Le sequenze nel carcere sono veramente gustose così come il duello al buio con la pomata fluorescente sul volto di uno degli assassiuni della moglie

segnalo che il blu-ray lo tirano dietro su amazon.de (7 euro spedito)

non so come sia ma l’ho ordinato e vi saprò dire

una cosa indecente, fin dall’inizio ti passa la voglia di guardarlo perchè non ha senso quello che succede
il blu-ray non è niente di che, molto discontinuo probabilmente a causa dei materiali e/o del girato, e in più nessun extra