Mia Nipote...La Vergine (1969)



Titolo: Mia Nipote…La Vergine (Madame und Ihre Nichte)
Regia: Eberhard Schröder
Anno: 1969
Paese: Germania Ovest
Durata: 87 minuti
Genere: erotico
Cast: Ruth-Maria Kubitschek, Edwige Fenech, Fred Williams, Rainer Penkert, Karl Walter Diess
Produzione: Rapid Film

Link IMDB

Liberamente ispirato a un racconto di Maupassant (Yvette), secondo Il Corpo dei Settanta (di S. Loparco, ed. Il Foglio) il film rientra tra i licenziosi adattamenti pseudoletterari, in voga in quegli anni, che prendono in considerazione la letteratura (spesso francese) molto alla lontana, tralasciando “qualsiasi intento filologico”, a favore di un cinema “esuberante” fatto di “aristocratici libertini, impenitenti, e pruriginosi”, tutti rivolti ad una infaticabile attività erotica, perfettamente in linea con la rivoluzione sessantottina, psichedelica tanto nella musica quanto nei costumi.

Il piglio spiritoso, frizzante, leggero del film (sessantottino appunto) lo rende molto gradevole, così come ambienti, scenografie e costumi riproducono fedelmente il clima del periodo. La Kubitschek e la Fenech sono due bellissime donne, con la seconda in particolare, allora 20enne, nel pieno della sua magnetica e felina bellezza. Sempre sul Corpo dei Settanta si discetta sulla perfezione dei seni della Fenech che “a differenza di quelli di molte colleghe, si sostengtono stupendamente da sé, non hanno bisogno di espedienti o ritocchi per apparire sodi e retti…”, il loro dirompere sullo schermo è descritto come un “momento davvero memorabile nella storia recente dell’erotismo cinematografico”. Naturalmente la critica dell’epoca demoliva tanto la Fenech attrice quanto i “filmetti” che la vedevano partecipe (ma sono sicuro che, in privato, a casa loro, i critici gradivano assai quei seni e vi dedicavano una costante e febbrile attività esegetica…).

Il dvd della Mosaico Media ha il grave difetto di affidarsi ad un master soffertissimo, fatto di continui fotogrammi saltati e dialoghi mozzati, oltre ad una evidente sporcizia video, tuttavia ha il pregio di offrire il film nella sua “versione integrale” (almeno per tale è venduto); tra gli extra troviamo infatti circa 6 minuti di scene censurate, due in particolare, riguardanti ovviamente gli amplessi, uno della Kubitschek e uno della Fenech, riportati per esteso. Quello della Fenech, una sorta di caccia amorosa che termina con l’unione dei corpi, indimenticabile: Edwige scende una scalinata di corsa, mentre le tette nude le ballonzonano davanti armoniosamente, un’autentica danza della natura!
Esiste anche un dvd EMI, ma non saprei dire se la qualità audio/video è migliore, e se si tratti di una versione cut o uncut.

cosa dura esattamente questo dvd ? La precedente edizione dura 62’ 03" e manca praticamente tutto il finale.