Mondo candido

Mondo candido
Italia, 1975
di G.Jacopetti, F. Prosperi

su [b]Italia 1, giovedi 9 marzo, ore 3.55


[/b]

http://www.cinematografo.it/bancadati/consultazione/schedafilm.jsp?codice=13547&completa=si

Eh beh, locupletata locandina assolutamente necessaria!!:wink:

registrato con il mio fido dvd recorder, mai visto in vita mia…com’è?

Pure io registrato ieri notte, prima o poi troverò il tempo per guardarlo.
Onestamente non mi aspetto un gran film, eh…
Chissà se in quel film gli amici di Nocturno hanno già identificato Carla Mancini.

Anche io ho programmato il dvd recorder (dalle 3.55 alle 6.30), peccato che sia iniziato molto tardi e sono riuscito a registrare, ihmo, solo il primo tempo. Un classico questo delle reti Mediaset che spesso fanno iniziare i film con oltre 1 ora di ritardo…what the F**k!!!

allora sono nella tua stessa situazione dato che avevo impostato il recorder con praticamente i tuoi stessi orari…

f**k!

Ho controllato il film c’è tutto…l’ho visionato ma come sospettavo è un film strampalato ben lontano dagli altri capolavori del duo Jacopetti-Prosperi, io non ci ho capito quasi niente :confused:

Il problema, è che tutti (io compreso) ci si aspettava un “mondo” classico.

In tv è abbondantemente tagliato.

porc! quindi un dvd-R da butttare!!!
sai dirmi di più sui tagli???:confused:

La vhs (uncut ma pan& scan) dura 107 minuti.

Esatto…
Il film l’ho appena visionato…sapendo già le vostre opinioni non mi aspettavo un mondo…l’ho trovato assolutamente vedibile pur nella sua completa assurdità…
La prima parte è molto simile al Candido di Voltaire poi c’è il degenero…
Trovo bellissima la figura di Pangloss e il suo discorso sulla sifilide è magnifico…:smiley: da far entrare negli annali…

Molto bella la scena di guerra verso la fine tra “amazzoni” e fedayn

E’ stata una piacevole visione

Riproposto da Italia 1 il 2 febbraio alle 4:10

“Candido (C. Brown), giovane che vive in un castello della Westfalia, vagabonda per paesi ed epoche diverse alla scoperta delle ruote che fanno girare e cambiare il mondo.”

Idea ambiziosa e come spesso accade risultato mediocre.

ricordo che il master mediaset è cut, mentre la vhs era uncut ma fullscreen

L’ho visto in vhs, in versione uncut (o comunque quella uscita a noleggio)…non male. Sapevo che non si trattava di un mondo -nonostante il titolo- e me lo sono goduto tranquillamente. Un film che oggi sarebbe improponibile, ma forse lo era anche allora…come sempre Jacopetti mette tanta, troppa carne al fuoco ed il risultato è bizzarro. Da vedere, comunque

In teoria chi potrebbe editarlo in dvd? o meglio chi ne ha i diritti ?

La mia registrazione di ieri notte dura 106’ 55’’ dovrebbe essere quindi la versione uncut? il master trasmesso era davvero buono.
In teoria chi potrebbe editarlo in dvd? o meglio chi ne ha i diritti ?

Visionato questa notte dal passaggio Mediaset. Effettivamente, rappresenta un pò un “fuori percorso” rispetto ai binari narrativi dei 2 mondo- registi. Tratto dal “Candido” di Voltaire, colpisce inizialmente per questa sua pretesa filosofeggiante. In base alla mia visione della pellicola, l’intreccio è davvero surreale nonchè visionario. Forse il film più surreale del celebre duo documentaristico. Sebbene anche io mi aspettassi il solito mondo movie, sono rimasto incollato allo schermo sino alla fine; soffermandomi, a fine visione, su più aspetti. In primis, la scena iniziale della guerra…originalissima la contrapposizione tra eserciti appartenenti a periodi differenti…per non parlare della straordinaria veduta offerta dalla scena con alcuni giovani che, vestiti d’angeli, si immolano per il cosiddetto “ideale”, anticipando la versione pacifica dei più sconsiderati kamikaze odierni. La scena che ho appena menzionato resterà impressa nella mia memoria proprio in base alla contrapposizione violentissima degli unici due colori prevalenti: il nero (rappresentato dalle madri in lutto) e il bianco della nuda roccia. Interessantissima anche la sequenza della tortura, dove ritroviamo immagini assai differenti ma incisive e mastodontiche che, a mio avviso, potrebbero aver ispirato addirittura la fantasia visiva dei Pink Floyd per il loro “The Wall”, quando ad esempio vediamo i condannati dirigersi l’uno dietro l’altro in una sorta di macero tritacarne che li riduce gradualmente in poltiglia. La fotografia mi ha entusiasmato come sempre e ho apprezzato molto anche le sequenze in rallenty per evidenziare i diversi punti di vista della stessa sequenza: vedi la scena iniziale del sesso orale sul prato…la visione ovattata di Cunegonda e quella virulenta - comica della corte tutta all’arrembaggio verso Candido, amante ardito. Molto interessante anche la sequenza che ci evidenzia la contrapposizione tra 2 tipi di eserciti, ma soprattutto la scena del primo rapporto di Cunegonda ad opera di uno pseudo cantante satanasso “Attila” con tanto di armatura “ospitante”. Personalmente, ritengo di poterlo definire un incrocio tra un mondo movie (per quanto concerne la varietà di sequenze paesaggistiche offerte) e un decamerotico un pò surreale. L’unico neo potrebbe risiedere nella sua forte pretesa intellettuale, ma dipende comunque dall’approccio iniziale dello spettatore. Consiglioa tutti una visione spensierata. Spendo infine, due ultime righe per nil cast: assolutamente bizzarro; presenti sulle scene da Alessandro Haber a Salvatore Baccaro, molto “Belva in calore”, qui necrofilo…inoltre, Gianfranco D’Angelo e forse, mi è sembrato di intravedere anche un giovanissimo Andy Luotto. Grande lustro al doppiaggio per la presenza fonica di Ferruccio Amendola nelle vesti vocali del servitore di colore di Candido. Ortolani incisivo come suo solito, anche nei pezzi più rockeggianti. Attendo un ulteriore riscontro anche dagli altri forumistii. Un abbraccio affettuoso a tutti, grazie per lo spazio concesso e…buone vacanze!

Venerdì 19 giugno ore 4:00 su Italia 1…

Qualcuno mi sa dare maggiori info sui tagli della versione tv?

Ti so dire solo che la durata è di 1h e 50min…