Music of the heart - La musica del cuore (W. Craven, 1999)

Grazie al successo di Scream, Craven guadagna la possibilità, con la Miramax, di girare un film non horror (curiosa ambizione di tutti i Masters of horror, togliersi l’etichetta di genere e avere proposte per tutti i tipi di film). Il risultato è questa pellicola interpretata da Meryl Streep (ma in origine doveva essere Madonna), opera a suo tempo bollata come “mielosa e troppo edificante”, ma vista oggi, coi tempi che corrono, una boccata di aria fresca, sincera, lungimirante nell’utilizzo della cultura (in questo caso la musica) come collante umano, in zone socialmente difficili.

1 Mi Piace