Musica "suonata" vs. Musica "moderna"

è un pò che volevo aprire un thread così però mi sfuggono i riferimenti e non so nemmeno come chiamarlo… facciamo Musica moderna, poi casomai i moderatori lo tramuteranno in uno un pò più opportuno :pollanet:

comunque in sintesi cosa volevo dire: da qualche anno a questa parte, oramai è proprio una questione di anni, di musica che esce ‘nuova’ che incontra il mio gradimento ce n’è veramente pochissima

mi facevo due conti: negli anni passati Moby e Fat Boy Slim, recentemente ho scoperto Timo Maas e un altro paio di DJ che ho visto e sentito di sfuggita all’Arezzo Wave…

hey!

possibile?

tra tutti quanti non c’è n’è uno che suona uno strumento di tipo ‘tradizionale’… un piano, una chitarra o un trombone

sono tutti DJ che campionano a tutta callara e poi casomai ci mettono su assieme alle basi una voce o qualche altra roba strana, riuscendo, peraltro, a fare musica che in definitiva mi piace assai ma anche ottime performance live…

gente che magari ha uno strepitoso senso del ritmo e un orecchio finissimo per estrapolare sonorità da altri contesti e riabbinarle, ma magari incapaci pure di suonare i piatti nella banda di scurcola marsicana alla festa del santo

per cui in due parole quello che volevo dire è: la musica tradizionale è morta/sta per morire/morirà??

Beh secondo me è impossibile nascere con il senso del ritmo incorporato con plug-in di orecchio finissimo. Chi fa musica, o meglio, chi fa bene musica, deve conoscerla. Non credo che Fatboy Slim, Moby, Rjd2, Aphex Twins o chiunque altro faccia musica elettronica si siano messi un akai di fronte ed abbiano cominciado a sgraffignare campioni a destra e a manca senza nemmeno saper tenere mano una chitarra o distinguere un si da un do su un pentagramma. Io per esempio sono un produttore (ancora in fasce però e senza assolutamente catalogarmi tra chi “fa bene musica”) di hip hop sperimentale quindi direi un “hip hop/indie/elettronica”, però lo stesso so suonare abbastanza bene la chitarra ed il flauto traverso. Non so se sono riuscito a spiegarmi. Chi fa musica deve conoscere la musica.

Però tu hai chiesto anche un altra cosa ovvero se la musica tradizionale stia sparendo. In un certo senso è così, visto che con la tecnologia sempre più avanzata ormai si riesce a riprodurre qualsiasi suono tu voglia e di qualsiasi strumento. Ma per il motivo che ho detto prima (ovvero la musica va conosciuta prima di essere fatta) non credo comunque che sparirà mai.

Certo poi guardo su Mtv e vedi l’ultimo video di Cristina Aguilera e allora mi rimangio tutto ciò che ho detto e affermo che la musica è morta, sepolta, putrefatta e dimenticata:D

Per me la musica analogica è morta negli anni 70.
Ma prima di questo Arezzo Wave …non conoscevi la musica Elettronica?:confused:
E poi che tipo di Elettronica intendi…
hmm.

se la musica è fatta con la passione e la voglia di far buona musica è bella musica in ogni caso, per quanto mi riguarda non mi fa ne caldo ne freddo se un produttore ha campionato un basso piuttosto che fatto suonare dal Marcus Miller di turno

fino a 20 o 30 anni fa la ‘musica elettronica’ (parlando in termini molto semplificati) è stato un genere (parlando sempre in termini semplificati), oggi potrebbe apparire un genere la musica suonata con gli strumenti tradizionali, ammesso che ci sia qualcuno che ancora suona qualcosa senza l’ausilio dell’elettronica

che poi io in fondo intendevo una cosa un pò diversa; lasciamo stare i campionatori che riproducono qualsiasi tipo di strumento dall’arpa al fischietto

ciò che si è affermato (e che a me è in fondo l’unica musica contemporanea che piace) è un genere musicale che pur paradossalmente andando a riprendere timbri e sonorità di venti o trenta anni fa li campiona e li ricombina anche nel ritmo in modo da non essere praticamente riproducibile da uno strumento tradizionale, e a sentire, adesso, una canzone nuova fatta con gli strumenti tradizionali veri o campionati che siano mi pare vecchia in partenza, non so come spiegarlo meglio

in più adesso un ragazzetto adolescente inquieto che si sente dentro il desiderio di fare della musica davvero prende in mano una chitarra o si mette davanti a una tastiera? non ne sarei del tutto sicuro, c’è caso che si piazza davanti al pc con un programma adatto e inizia a smanipolare lì io credo

bè io ti posso assicurare che è vero che prendi il pc ( io ho 19 anni e vorrei fare musica ) ma è anche vero, che arrivati ad un certo punto ti accorgi di non sapere niente e ti iscrivi ad un corso di pianoforte o chitarra che sia ( come me )

per la situazione attuale della musica mi pare sia molto piatta… e come dici tu, gli unici che sembrano avere idee creative sono proprio chi manipola i vecchi suoni… ahimè ma è così