Nanni Moretti

Odio Moretti.
Lo trovo insulso e evito accuratamente i suoi film.
L’unico che mi sono concesso è la stanza del figlio dove per me c’è la miglior scena mai vista:

Quando chiudono la bara del figlio con la camera fissa li

Per il resto tutto è noia.

[QUOTE=agentespeciale]Odio Moretti.
Lo trovo insulso e evito accuratamente i suoi film.

Perchè lo trovi insulso? Così a pelle o c’è un motivo?

Perchè lo reputo snob, estremamente sopravvalutato, brutto, indeciso su che direzione dare ai suoi film e onestamente schifosamente opportunista.

Capisco. E in base a cosa? Argomenta, mi interessa, perchè io non lo reputo certo un Maestro, ma nemmeno una merda come dici, e quindi mi interessa sentire un parere da uno così critico…

Ma guarda il fatto è che mi sta sul cazzo che interpreti più se stesso e le sue idee piuttosto che una crisi realmente contemporanea come vorrebbe far credere a tutti.
Inoltre mi da fastidio l’idea di un comunista perdente e disilluso come lui specie in Ecce Bombo.
Insomma come in Palombella Rossa mi da disturbo questo suo essere pessimista vittima inconscia di se stesso e del sistema che egli per primo non è stato capace di cambiare.
Alla fine poi con i suoi girotondi ha veramente toccato il fondo.
Sei regista stai da regista e non rompere i coglioni che chi vuol fare pecora in mezzo ai lupi il lupo se la mangia coglione!

Ma…a me sinceramente mi sembra evidente, guardando i film di Moretti, che parli di sè, e non della crisi contemporanea. La suddetta crisi, secondo me, è spesso solo un pretesto per mettere in scena vicende personali, quasi intimiste -come succede, infatti, anche nel nuovo film.

L’idea del comunista disilluso…beh, può dare fastidio, ma rappresenta bene, oltre a sè stesso, anche tante altre èpersone, che ci si son ritrovate…

Sul fatto dei girotondi non mi pronuncio, perchè non c’entra col cinema, son cose soggettive, secondo me ha fatto benissimo, secondo te no:-)

L’ultima frase del tuo discorso, poi, la trovo un pò inutile; che vuol dire ‘sei regista e fai il regista’? Moretti fa il regista e il cittadino, da quando agli artisti è impedito avere una opinione politica? Poi, sopratutto nel suo caso, visto che non è che fa Vacanze di natale, ma ha sempre fatto cose che bene o male col tema c’entrano, mi sembra che il suo comportamento sia giustificato…ma son comunque idee mie personali, naturalmente.

Da quando abbiamo i nazi-fascisti al governo.

E comunque io potrei aggiungere seguendo la logica sopra “sei imprenditore, fatti i cazzi tuoi cosa vai a fare il presidente del coniglio?”…ma questa…è un’altra storia…

Mai piaciuti i film di Moretti,e mai piaciuto lui.Di una supponenza irritante,mi raccontavano che anche di presenza coglionasse quanti lamentavano la cattiveria con cui in Caro diario aveva attaccato il film Henry pioggia di sangue(che per la cronaca ha ricevuto pareri critici anche meno insulsi di quelli riportati da lui nella sua ennesima morettata).Per carità,ha creato uno stile e se ha dei fans mi fa piacere per lui;ma questo innalzarlo a guru/opinionista/grande filmmaker della minkia mia mi pare un’esagerazione.Ricordo ancora il faccia faccia televisivo con Monicelli:il Nanni coi soliti sproloqui sulla necessità di abbattere un certo tipo di cinema(quello con Sordi,suppongo),Mario che gli faceva notare con garbo che in realtà anche i film suoi dovevano parecchio alla tanto vituperata commedia all’italiana che Nanni professava di schifare.Tanto di cappello a Monicelli,sempre un signore.:cool:

Non sapevo che Moretti fosse nazifascista, e visto che ha una sua idea sociopolitica e che la manifesta liberamente, appare evidente ed inequivocabile una sua collusione col governo . La tua rivelazione credo che abbia i crismi per rivoluzionare l’intera storia contemporanea: però!

Mi pare giusto quello che dici: Moretti è forse l’unico che in Italia si permette [e si può permettere] di uscire con un film così, e tu ironizzi che “siccome lo fa lui, allora è così per tutti”.

Eeeeeh…

uh??? Mica ho capito.

nanni lo reputo semplicemente uno sfigato che più di una volta dimostra quanto le sue idee siano insulse e inconcludenti.
E poi si mormora che faccia spesso recitare suoi amici per ridurre i costi di produzione, chiama a raccolta la sua famiglia sempre per recitare nei suoi filmetti, e merda sul fondo, c’è il pallone in tutti i suoi filmes.
Quindi PER ME è un mediocre, come tutti quelli che giocano al lotto seguono il calcio la domenica e ascoltano le partite come dei poveri esauriti alle radioline mentre il figlio annega in acqua al mare e la moglie sbocchina il venditore di palloncini( questa è molto sottile).

Motivazioni molto profonde e intelligenti vedo

Bah non è che mi devo sforzare di sembrare un genio per dire che moretti mi sta sui coglioni e insieme a lui tutto quel baraccone di sfigati che si porta dietro.
Poi se vuoi motivazioni profonde te le do:
Mi sta sui coglioni.:smiley:

Odioso e antipatico, da appendere al palo più alto quando polemizzò con Monicelli, ma sa usare la mdp da dio, e onestamente devo ancora trovare un suo film che non mi garbi. Probabilmente di Moretti mi guarderei anche un piano sequenza della sua biancheria stesa ad asciugare.

Ma davvero trovi che abbia tutta 'sta padronanza della mdp?Prima dei giri in vespa di Caro diario,non mi pare che dell’aspetto tecnico gl’importasse granchè…e allora di Soavi che dovremmo dire,che è un Ejzenstein redivivo?

Effettivamente…
Sarà che ove non può la tecnica può la politica?

Trovo, trovo. Senza bisogno di fare tanti virtuosisimi, trovo che abbia una gran padronanza del mezzo, e sappia sempre dove metterla. Mi viene in mente un’intervista a Gassman su Risi, in cui dice che “sapeva esattamente dove mettere la mdp e a che distanza, pur non essendo uno dei migliori registi”.

>sa usare la mdp da dio

Ecco, con affermazioni come questa il forum tocca il fondo.
La politica non c’entra, c’entra il cinema. Che qui, a quanto sembra, è sempre meno di casa.
Quasi quasi vado nel livello beta.

Chiedo venia, ma non ho un lessico migliore …