Native (J.Real 2012)

IMDB

Cito la trama dal sito ufficiale:

Ispirato a fatti realmente accaduti.
Michela è una giovane dottoressa. Dopo tanti anni lontana dal suo paese natale, decide di tornare per accettare quel posto da direttrice tanto sognato.
Dovrà però fare i conti con il suo passato e con “qualcosa” che la tiene legata ad esso e cerca di trascinarla nel baratro. Scopre di essere perseguitata da una “Nativa”, una donna affascinante con poteri soprannaturali. Chi fra le persone che la circondano non è quello che sembra?

Un thriller suggestivo, dai tratti oscuri, psicologici e paranormali.

//youtu.be/fw2LjfEBKqA

Magari fino a qui ci avete pure creduto eh?
Sta cosa è partorita dalla chiamiamola “Casa di produzione” di Lorenzo Lombardi, si il lulone di “In the market” la “White Rose Pictures” impossibile non avere pregiudizi, impossibile.

http://whiterosepictures.it/NATIVE.html

Tale John Real, al secolo Giovanni Marzagalli, catanese, forse sono pregiudizi miei, ma quest’ intervista è recitatissima o sembra a me?:

//youtu.be/msVYXOXhJK8

ma dai ha vinto anche i prestigiosi Globi D’Oro…
mica natiche d’argento.

tanto per fare un pò di gossip inutile aggiungo che il catanese in questione fa parte di una combriccola che sta cercando di mettere su per fine febbraio una sorta di CataniaFilmFest dopo aver (mal)scippato un’idea di Max Coppola (direttore artistico, con me e Adriano Pricoco, di Glory To The Basterds -evento che riproporremo con altro nome e mooolto più grande a fine 2012).

Uh…
La presenza del permalosissimo Marco Werba (che già venne su queste pagine sotto mentite spoglie per aggredire quelli che non avevano apprezzato le sue accattivanti musiche in Giallo e per venire poi miseramente smascherato da Parzio) non fa certo ben sperare.

Però, certo… Il film ha già vinto 3 Globi D’Oro come viene puntualmente ricordato sulla locandina ricordandoci che ormai un premio non si nega più a nessuno.

Ecco alcune immagini della struggente cerimonia:

//youtu.be/C97NWdM05p0

Oh, magari poi alla fine della fiera è pure un bel film ma la presunzione del regista (in puro Lombardi style) non fa presagire nulla di buono…
Speriamo poi che se qualcuno scriverà dei commenti negativi sul film (dopo averlo visto) i suoi commenti non verranno cancellati così come è stato sistematicamente fatto per “In The Market” su facebook.

magari sì, vedremo.
io però mi domando: ma cosa sono i Globi D’Oro?
una versione farlocca dei Golden Globe???

Eh no… proprio quelli sono :confused:
http://www.imdb.com/event/ev0001588/

Altrettanto misterioso il logo WARNER a fondo locandina.

ahh, non lo sapevo… tuttavia la cornice di questo evento, dopo aver visto il video postato da Brass, mi faceva pensare più ad una sagra… ma se è davvero la versione ufficiale italiana… :confused:

ah, e giusto per continuare un pò di gossip… una delle presidentesse di giuria del catania film etc, organizzato anche da Real, proviene da questi Globi D’Oro… magari è un’azienda familiare.

beh probabilmente Warner sta distribuendo nelle sale… considera che cmq -da quel poco che so- il film ha avuto un budget abbastanza serio…

Beh, dai, il Globo D’Oro è un premio importante (o almeno lo era), saranno cinquant’anni che esiste.
Solo che ormai i premi funzionano solo per cricche et similia.
Questo film ha vinto un premio come miglior regista esordiente e poi due premi per le musiche.
Qui l’elenco dei premi assegnati lo scorso anno http://www.cineblog.it/post/29072/globi-doro-i-vincitori-delledizione-20102011

In ogni caso questo film desta perplessità inaudite e, a conferma della sindrome di Lombardi, segnalo il logo Warner Bros nella locandina.

Ora qualcuno mi spiega come fa un ragazzo di 22 anni (che, da quello che si vede nelle interviste, può rivaleggiare in boria con Lorenzo Lombardi) che non ha certo un curriculum e una filmografia importante a fare un film che esce in sala distribuito dalla Warner.

Ripeto, poi magari è bravissimo (ma ne stra-dubito) però per il momento la diffidenza è alle stelle.

ah ok ok, non lo metto in dubbio… proprio non lo conoscevo davvero, per questo domandavo.
:confused:

Sì, ma comunque anche i premi ormai non è che abbiano poi tanto valore.
Vanno sempre ai soliti, pensa ai David di Donatello che vanno sempre nelle mani dei soliti noti.
Ricordo una volta che Sergio Stivaletti si lamentava del fatto che una volta un David per gli effetti visivi fu assegnato ad un film (peraltro bello) come “Dopo Mezzanotte” che come effetti visivi aveva praticamente solo la color correction quando invece era in gara anche il suo “I Tre Volti Del Terrore” che non sarà certo un capolavoro ma che almeno aveva dei VERI effetti visivi.

E in questo caso il premio dato a questo esordiente sconosciuto non mi rappresenta nulla perché sembra il solito premio italiano che viene dato seguendo logiche basate non propriamente sul merito, ecco.

bah, vedremo di che si tratta…
ma sarò onesto: un catanese che si firma John Real (magari è la migliore persona del mondo eh, non lo conosco personalmente quindi non esprimo giudizi) ma non mi ispira minimamente.
vedrò il film solo perché girato anche sull’Etna, che è una location stratosferica, e per la presenza di Egle Doria, attrice proveniente dal teatro stabile (recentemente si è vista in un lungometraggio di Giorgio Bruno, Nero Infinito, nel quale anche io ho fatto una piccolissima particina -ero un rapinatore:D- e che vanta un cameo di Enzo G.).

ahhhhhhhhhhhh!
OK.
ho appena letto qui:

http://www.cataniafilmfest.it/cinema.html

sarà ospite del prestigioso catania Film fest anche Lombardi (conferenza sul cinema di genere in Italia!!!).
e anche Werba non mancherà.

Non è il film, è la colonna sonora.
Dal sito ufficiale del film:

Colonna Sonora Originale Prodotta & Distribuita

             WARNER CHAPPELL MUSIC ITALIANA

e al cinema chi distribuisce?
:confused:

Non abbiate paura a entrare nel sito ufficiale, non morde… :smiley:

A quanto pare, se lo distribuiscono da soli.

Distribuzione

             WHITEROSE PICTURES

Uh, ero stato tratto in inganno dal logo nel poster…

In ogni caso le perplessità restano anche se adesso sto prenotando i biglietti per andare a Catania e conoscere Lombardi, il mentore di questo John Real.

se dovessi fare una follia simile ovviamente avresti massimo supporto da parte mia: logistico etc etc

Presi dall’entusiasmo per l’annunciata epifania di Lombardi a Catania abbiamo un po’ trascurato l’argomento principe del topic.:oops:

Ecco quindi una breve featurette agiografica sul regista dove parlano alcune persone che hanno lavorato al film (peraltro senza microfono ma vabbeh, hanno speso tutto in pubblicità).
Dico “agiografica” perché lo scopo di questa clip è quello di santificare il regista.
Mi piace molto poi come il secondo tipo parli del regista chiamandolo John Real.

//youtu.be/IwBZP-6n7gw

Oh che bello! Anche questo film è TRATTO DA UNA STORIA VERA, lo dicono nel trailer!! Un po’ come “NEL SUPERMERCATO”. Boh, sinceramente non riesco a capire questa mania di dover inventarsi il fatto che le vicende siano tratte da una storia vera…pensano che in questo modo la pellicola possa guadagnare mille punti in appeal? Che degrado… :frowning:

ma certo, è noto che sull’Etna si aggirino donne bellissime pronte a torturarti fino alla follia: le native!
non hai idea quanti gruppi di giovani siano scomparsi sull’Etna… vai un attimo a cercar funghi e sbam! scompari che nemmeno te ne accorgi :basikstache:

Quindi lo vedremo nel solito giro dei multisala della cricca, esattamente come In The Market.
Mi toccherà andare a Prato, vuol dire…

A giudicare dal trailer, il film sembra realizzato con mezzi discreti e abbastanza curato, nonostante la messa in scena sembri piatta e gli attori davvero poca cosa, soprattutto per il loro look, che sembra da fiction tv più che thriller.

E’ impressionante come la banalità dei dialoghi ( che sembrano usciti da Maccio Capatonda) sia alternata a cartelli con scritte come ’ Riuscirai a resistere?’ .

Detto questo, comunque è positivo che si facciano film di genere.

Mi stupiscono i premi ai globi d’oro ( comunque rassegna ormai senza valore), soprattutto per un film ancora inedito.