Nuove norme anti-violenza: il biglietto nominale

Che ne pensate?
Per me l’unica cosa buona è che così si stronca il bagarinaggio, autentica piaga tutta napoletana.
Certo è che i meccanismi vanno rodati: ieri al San Paolo è stata un’impresa entrare e almeno 5.000 persone che volevano vedere la partita si sono rotte le palle e se ne sono tornate a casa: 3/4 minuti per l’emissione di 1 solo biglietto sono davvero troppi!
Gli Ultrà la pensano così:

Bello lo striscione. :smiley:
Per quanto riguarda il biglietto nominale: in che maniera dovrebbe essere una norma antiviolenza? (non è una domanda retorica) :confused:
Io lo vedo come un modo, che prende sempre più piede, per farsi i cazzi altrui.

Siamo in balia completa del terrore da privacy.
Tanto il culo ce lo stanno già facendo da decenni, da quando siamo nati in poi.
Il discorso del nominale non funziona per un motivo solo, la cura preventiva qual’è?
Ci vuole educazione civica non punizioni o forme di controllo alla Absolom.
Eh?

Quale altro sarebbe il motivo?
Permetti che sono cazzi miei se voglio andarmene allo stadio senza che qualcuno sappia che ci sia andato?
Per me 'sta roba è come essere in libertà vigilata ed avere l’obbligo di firma al più vicino commissariato.
Ripeto: in che modo sarebbe una norma “antiviolenza”?

Io invece mi chiedo… se voglio andare a vedere una partita che so, a Torino, come faccio a prenotare il biglietto se abito a 300 km?

mi sono presentato stasera davanti ai cancelli dello stadio dall’ara di bologna onde seguire dopo tanto tempo la mia squadra del cuore finalmente dal vivo, poi ha perso, la notizia ormai è già trapelata in altri topic

prima sorpresa: i settori ospiti sono sempre più separati del resto dello stadio, come è giusto fare trattandosi noi tutti di animali

seconda sorpresa: le biglietterie sono però uniche, quindi l’assunto è che fino a quando non hai varcato il cancello dello stadio si presuppone che tu possa comportarti da persona civile, stare in fila senza accoltellare nessuno, casomai scambiare anche due chiacchiere con chi ti ha conficcato un gomito nello sterno visto che a bologna gli sportelli non hanno corsie anche se è dell’altra squadra, appena sei entrato nello stadio come il baco diventa farfalla l’uomo civile si dovrebbe tramutare in animale

terza sorpresa: le file ai botteghini sono agghiaccianti, sono arrivato mezz’ora prima dell’inizio e ho fatto un 'ora e mezzo di fila, riuscendo ad entrare verso la fine dell’intervallo e a sapere dagli urli di quelli che avevo attorno che l’altra squadra aveva fatto gol

quarta sorpresa: finalmente tocco con mano come funzionano i biglietti nominativi; tu gli dai la carta di identità e loro sul biglietto scrivono a penna il tuo nome, apperò ho pensato, fai tanta fila però ne vale la pena, se non hai la carta di identità va bene però anche il codice fiscale (documento validissimo per qualsiasi fine come ben sapete) o sennò puoi sempre dettare il tuo nome all’impastato omino dei biglietti, va bene lo stesso, però non è che loro hanno un controtagliando che gli resta da ricevuta, l’ho visto scrivere sul biglietto e basta

quinta sorpresa: me ne volevo tornare a casa dopo la partita visto che ero in moto, però mi hanno chiuso un quarto d’ora dentro lo stadio, poi un altro quarto d’ora fuori dai cancelli e un’altra mezzoretta per strada, a nulla è valsa la mia esibizione del documento (sempre quello!) che accertava la mia residenza bolognese per intenerire la squadra anti-sommossa mobilitata per una partita che prima durante e dopo è stata tranquillissima

a me pisanu mi sembrava l’unico ministro in fondo ragionevole di questo governo, mi sono ricreduto

anche io ho sentito da una tv bolognese il casino che c’è stato al Dallara o Dall’ara, e ho pensato che se per una partita di merda come pescara- bologna ci sono sti casini per accaparrarsi il biglietto, allora cosa potrà, potrebbe succedere in un big match di serie a.
CMQ bella partita La Polla, il tuo pescara non deve temere, anche se sul campo retrocederà, sarà sicuramente ripescato