OcchioPinocchio

Regìa di Francesco Nuti, 1994
Con Francesco Nuti , Chiara Caselli , Joss Ackland, Leon Askin, Mel Berger, David K. Brown, Victor Cavallo, Pina Cei, Jacques Dacqmine, Frank Finucane, Paul Muller, Novello Novelli

Terrificante flop di Nuti, iniziato nel '93 ma uscito in sala solo a natale '94 dopo vari problemi produttivi. Pare che il montaggio iniziale sfiorasse le 3 ore, invece ora (in vhs) il film arriva a circa 2.
Il film è obiettivamente un fallimento sotto tutti i punti di vista, anche se ci sono i soliti ultrà che lo difenderebbero anche proiettato alla rovescia per partito preso… ridere non fa ridere, la fiaba di Pinocchio è citata qua e là in modo schizofrenico ed i continui salti tra Italia e USA non fanno certo una grande impressione. Ma soprattutto è la tronfia regìa di Nuti ad appesantire quasi ogni sequenza, specie quelle con in scene Joss Ackland. Pessimo, pessimo… peccato, a me Nuti è sempre piaciuto.

ps - non mi ero mai accorto che nel film appare anche Giovanni Cianfriglia! Yuh-uhh! :smiley:

Ma un 3d di questo film non era preesistente? Ne sono (quasi) sicuro ma su 'sto nuovo forum non si trova mai una fava…
Bando alle ciance…
Io sono appunto tra quelli che ha gradito il film (Lo vidi in sala a 10/11 anni circa) e che si è commosso nel finale quando pinocchio ritrova l’“amata” valigetta
Storica la battuta del “Capellone” di Novelli e della puzza di pesce del sudicio giocatore di carte.
Ricordo il “cineracconto” su Sorrisi e Canzoni, che lessi avidamente una volta visto il film…

Non il migliore ma nemmeno una chiavica,insomma…

A me piace molto.
Fu basso l’indice di gradimento dei più che credettero di andare a spanciarsi dalle risate mentre la critica non perdonò l’approccio autoriale. Invece, nonostante ingenuità e qualche passaggio grossolano, Nuti regala emozioni e sa mutuare dal racconto collodiano il lato nascosto, “maledetto”, disperatamente tenero.
Un cult. Aspetto da sempre l’uscita di un dvd director’s cut.
Bmw, il cineracconto di sorrisi me lo ricordo anch’io :yes:; per l’occasione lo scrisse Stefano Zecchi.

Visto anni fa su una vhs presa a nolo.

Un film che penso di rivedere e forse anche di rivalutare. Certo fu un terrificante flop commerciale per Cecchi Gori: per qualcuno anche una tra le cause della sua dipartita.

Ai primi di settembre il dvd MedusaVideo.

(12.90 E.- scheda su VecoVideoemusica).

film del tracollo di Nuti: tagliato in sceneggiatura, tagliato in fase di ripresa, tagliato in montaggio, tagliato dopo pochi giorni dall’uscita. Difficile in queste condizioni giudicare. Quel che resta è un pastrocchietto indeciso tra parodia e drammone. Spiazzante.

Nonostante i vari indiscutibili difetti (a cominciare dal solito narcisismo del Nuti, che si crede un gran figo. In confronto a Benigni, sì. Paragonato al Mickey Rourke dei tempi d’oro o a Gabriel Garko, assolutamente no, caro Francesco), un film che difendo volentieri. Certo, ha contribuito alla dipartita del povero Mario Cecchi Gori (gli avran portato i resoconti del budget che andava gonfiandosi, e avrà esclamato “Diobonino, ma che mi 'ombina in America quel bischero del Nuti?!”), ed è stato clamorosamente scorciato (ne parla il regista nella sua autobiografia: una scena musicale con un sacco di ballerini, presumo pure costosa, eliminata dalla versione vista in sala), dimodochè la coerenza narrativa ne risente (complice un montaggio appunto…“affrettato”). Però me lo vedo molto più volentieri di un “Willy Signori…” (quello sì indigesto e poco difendibile, almeno dal sottoscritto), e Nuti - nella sua incoscienza e presunzione - ha almeno dimostrato coraggio, anzi COGLIONI, nel panorama italiano popolato da troppi emuli (in 64ESIMO) di Nanni Moretti. Eppoi Chiara Caselli è spesso e volentieri discinta, indi un motivo per rivederlo PIU’ volte c’è…

Oh vedi un po’ se non saltava fuori che 'sta cagata qua è piaciuta a tutti tranne a me qui dentro :smiley: :smiley:

Per me resta una cosa indifendibile, poi non dubito che la versione di 4 ore originariamente pensata dal Maestro Nuti, col balletto e le altre sequenze tagliate sarebbe stata un fior di capolavoro, ma la versione che circola, è agghiacciande :lobster:

Anch’io lo ricordo come una zozzeria megalomane, però lo rivedrei volentieri.

Scopro solo ora che c’è pure il dvd. Qualcuno l’ha preso? Contiene anche il trailer (che ricordo delirante)?

Uno dei film piu’ brutti mai visti, nella versione del cinema. Pero’ lo ricordo bene, e soprattutto il dopo cinema, perche’ fu una grandissima serata dammore:smiley: io Nuti poi non l’ho mai retto, se non in parte in Caruso P.

Per Renato: ne abbiamo parlato qualche volta, nei nostri meeting milanesi, di 'sto film. In parte hai indubbiamente ragione, è una “mostruosità”, una bizzarria, anche follia pura (per megalomania di Nuti? o semplicemente, negli States, il nostro faceva i cazzacci propri alla faccia dei Cecchi Gori, che fino a un certo punto soddisfavano le sue richieste dopodichè si son rotti i maroni pure loro e gli han tagliato…il budget!). Però, a differenza di altre robe o robette dirette dal Nuti, questa ha un CERTO suo fascino. Appunto “malato”, o “perverso”, però ce l’ha.

La scena del ballo era stata inizialmente montata e vista in sala, e poi dopo pochi giorni eliminata: ambientata nel paese dei balocchi, ci sono dei giocattoli giganti fra cui un treno e dopo un balletto diretto da Franco Miseria Nuti/Pinocchia fa un gestaccio. Fine della “fondamentale” scena.